Gli ortaggi da coltivare adesso in luogo protetto

Anche durante i mesi invernali è possibile coltivare insalate, spinaci e fave purché sotto adeguate protezioni e con le cure necessarie.

Lattughe da cespo e da taglio, valeriana, rucola, fave, piselli e spinaci (“Gigante d’inverno”, molto resistente al freddo, e la varietà “America”) offrono molta soddisfazione se vengono coltivati in vaso in casa oppure sul balcone dentro una miniserra o una protezione “fai da te”.

Quali strutture

La copertura “fai da te” si può realizzare utilizzando archetti di ferro o bastoncini di bambù infissi nella fioriera sui quali fissare un telo di plastica robusta.
La miniserra si acquista: è importante che abbia una zona centrale apribile, per arieggiare nelle ore più calde. La copertura oltre a proteggere dal freddo è utile contro lo smog: in città con l’attivazione del riscaldamento domestico è facile trovare gli ortaggi coperti da una polvere nera.

Le cure: acqua e sole

Se si utilizza una di queste due strutture mobili sul balcone o sul terrazzo, è importante che questa sia collocata nella zona più soleggiata dove le piantine possano avere piena luce per almeno 4 ore al giorno, meglio al mattino.
Controllate bene il regime di irrigazione: il terreno deve mantenersi umido ma non fradicio.
Come substrato nei vasi, utilizzate un terzo di compost sul fondo e due terzi di terriccio universale sopra. Evitare i terricci preconcimati con concimi chimici

I contenitori

Quelli utilizzati nella serretta possono essere rettangolari oppure tondi. L’importante è che siano di plastica per mantenere costantemente umida la terra. I vasi rettangolari devono avere le misure minime di cm 35 (larghezza) x70 (lunghezza) x 40 (altezza); le misure ideali sono: 40x100x45 cm.
I vasi tondi devono avere un diametro minimo di 20 cm, meglio se di più.
Chi prepara la struttura coprendo con archetti e plastica una fioriera, una vasca o altro deve assicurarsi che siano presenti i fori di scolo sul fondo per garantire adeguato drenaggio e che, se presenti terrazzi sottostanti, ci siano i sottovasi.

Come si procede

Scegliere per tutti gli ortaggi le varietà precoci, ovvero verdure che hanno una crescita rapida che non verrà troppo rallentata dall’accorciarsi delle giornate.
Insalata: per seminare l’insalata da taglio occorre spianare perfettamente il terreno, poi spargere fittamente i semi. Coprire con un velo sottile di terra fine (1-2 millimetri) e pressare bene il terreno battendolo con una tavoletta, in modo che i semi risultino sotto uno strato sottile di terra. Annaffiare con uno spruzzatore nebulizzando senza colpire direttamente il terreno in modo da non scalzare i semi. Mantenere umido il terriccio fino all’emersione dei germogli (da 4 a otto giorni).
La valeriana invece va seminata in modo differente. Scavare solchetti profondi 0,6 cm circa, disporre in fila i semi oppure praticare dei piccoli buchi della profondità di 0,6 cm. In ogni buco inserire da tre a cinque semi di, la distanza tra i buchi è di 5-6 cm in ogni direzione. Quando le piantine saranno nate, sia in fila che nelle buchette, si praticherà il diradamento lasciando una sola pianta ogni 5-6 cm in ogni direzione.
Fave: per facilitare e accelerare la germinazione, mettere i semi in acqua a temperatura ambiente un giorno prima della semina. Poi scavare un solco profondo 10 cm e largo 15 cm, mettendo provvisoriamente la terra in un secchio. Disporre i semi e poi ricoprite pressando la terra. In alternativa ricavare dei buchi nel terreno, nei quali fare scivolare le fave. Ricoprite di terra pressando leggermente in modo che rimanga un piccolo solco. Annaffiare il solco e nei giorni seguenti mantenete sempre la terra umida ma non bagnata.

In casa

Come per l’orto in balcone, le insalate da taglio, la valeriana e le fave oltre a basilico, prezzemolo, salvia e rosmarino sono adatti anche alla coltivazione in casa durante l’inverno. L’importante è avere a disposizione un ambiente illuminato e non troppo caldo, potrebbero andare bene i doppi vetri della finestra oppure una veranda fredda.
I contenitori sono gli stessi che si utilizzano per l’orto in balcone. In questo caso è consigliabile acquistare le piantine già adulte in vivaio (di solito commercializzate in vasetti di 10 cm di diametro) e una volta acquistate travasarle nei vasi di terracotta da tenere in cucina. Accertarsi che il terriccio sia ben drenato per evitare ristagni idrici.