Chinotto, kumquat e limone cedrato: agrumi in vaso

Gli agrumi sono piante dal fogliame sempreverde che si coltivano sia per la produzione di frutta invernale sia a scopo ornamentale, perché arredano il giardino tutto l’anno soprattutto nelle regioni del Sud Italia. Tra gli agrumi più belli e facili da coltivare in vaso troviamo chinotto, kumquat e limone cedrato.

Giovanna Rio
A cura di Giovanna Rio
Pubblicato il 09/12/2018 Aggiornato il 10/12/2018
Chinotto, kumquat e limone cedrato: agrumi in vaso
Gli agrumi sono piante di origine tropicale che richiedono un clima caratterizzato da inverni miti e senza ampie escursioni termiche. Relativamente al freddo, gli agrumi vengono danneggiati – con intensità variabile in relazione alla specie e alla varietà – da temperature inferiori a 0°C, quindi si consiglia di coltivare gli agrumi in vaso perché così possono essere trasportati facilmente al riparo in caso di freddo improvviso.
Per gli agrumi in vaso è molto importante l’irrigazione, anche in inverno se non piove, che deve essere effettuata sempre quando il terreno è asciutto. Per capire quando irrigare il metodo più pratico consiste nell’esplorare i primi 6-8 cm di terriccio del vaso: se al tatto risulta asciutto e polveroso, bisogna irrigare con abbondante acqua non calcarea (l’ideale è quella piovana).
Consigli prima e dopo l’acquisto

Acquistare agrumi in vaso che abbiano almeno quattro branche ben distribuite fra loro. Se l’apparato radicale è avvolto da un manicotto in plastica oppure se il terriccio è di scarsa qualità (argilloso con crepe evidenti), appena arrivati a casa è necessario rinvasare in un contenitore, meglio se di terracotta. Per il rinvaso utilizzare terreno sciolto o di medio impasto, profondo, fertile, ben drenato (gli agrumi non sopportano i ristagni idrici), con pH compreso tra 6,5 e 7,5 e ben dotato di sostanza organica. Non utilizzare terreni troppo argillosi e calcarei.

1. Disporre gli agrumi in vaso in modo che il colletto della pianta (zona di confine tra fusto e radice) si trovi a livello del terreno.

1. Disporre gli agrumi in vaso in modo che il colletto della pianta (zona di confine tra fusto e radice) si trovi a livello del terreno.

2. Agli agrumi in vaso, occorre aggiungere nuovo terriccio e comprimerlo con le mani intorno alla zolla.

2. Agli agrumi in vaso, occorre aggiungere nuovo terriccio e comprimerlo con le mani intorno alla zolla.

3. Lasciare tra il bordo del vaso e il terriccio uno spazio di 3-4 cm per permettere annaffiature corrette. Annaffiare abbondantemente gli agrumi in vaso.

3. Lasciare tra il bordo del vaso e il terriccio uno spazio di 3-4 cm per permettere annaffiature corrette. Annaffiare abbondantemente gli agrumi in vaso.

Tre piccoli agrumi da coltivare in caso

Vi consigliamo tre specie di agrumi, inusuali, belli e perfetti da coltivare in vaso anche sul balcone perché di piccole dimensioni: chinotto, mandarino cinese e limone cedrato.

Il chinotto

Citrus myrtifolia, originario della Cina, appartiene al genere Citrus della famiglia delle Rutacee ed è un alberello compatto a crescita lenta con foglie molto piccole e coriacee simili a quelle del mirto. I fiori che compaiono ad aprile sono di colore bianco e molto profumati. I frutti sono disposti a grappoli, assomigliano a piccoli mandarini e resistono sui rami anche un anno; sono maturi tra la metà di giugno e quella di dicembre non sono commestibili da crudi, ma si utilizzano per produrre canditi, sciroppi, liquori, confetture, mostarde e la classica bibita omonima. La cultivar più conosciuta è il Chinotto Piccolo, altre varietà sono il Chinotto Grande, il Chinotto Crispifolia e il Chinotto a foglie di bosso. Durante l’estate i vasi devono essere annaffiati con regolarità in modo da mantenere fresco il terreno.

Il kumquat ovale

Chiamato anche mandarino cinese, Fortunella margarita, è un arbusto sempreverde a crescita lenta con crescita cespugliosa che può raggiungere i 2-3 metri d’altezza. Ha poche spine molto piccole e foglie lanceolate di color verde scuro. Fiorisce dalla primavera all’estate, i fiori a forma di stella, sono bianchi e leggermente profumati. Fruttifica da fine novembre a fine febbraio; i piccoli frutti gialli sono lunghi 3-4 cm e larghi 2-4 cm e hanno forma ovale e la buccia sottile, sembrano una miniatura ovale dell’arancia. Hanno un sapore particolare, la polpa è acida mentre la buccia è dolce e si consumano interi. È possibile coltivare in vaso anche il kumquat rotondo (Fortunella japonica) che ha caratteristiche simili al precedente ma con frutti leggermente più piccoli e di forma sferica.

Il limone cedrato

Sono antichi ibridi naturali fra limone e cedro, molto interessanti dal punto di vista ornamentale; vengono indicati come Citrus limoni medica e hanno caratteristiche intermedie fra le due specie. Sono facili da coltivare in vasi di medie dimensioni. Fra i più interessanti: ‘Rugoso’, di medio vigore e dal portamento disordinato con frutti di media grandezza dalla buccia gialla molto rugosa; ‘Bicolore’ con rami di forma irregolare, foglie allungate, fiori viola e frutti di una caratteristica colorazione verde e viola anche a completa maturazione; ‘Pigmentato’ con foglie appuntite e frutti poco più grandi di un limone, dalla buccia arancione/rossa.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!