Lilium ibridi asiatici – gigli asiatici

I gigli asiatici sono piante di facile coltivazione, perfetti da recidere e conservare in casa, ma anche per ornare aiuole in giardino.

Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 06/07/2018 Aggiornato il 08/08/2018

Lilium

Famiglia: Liliaceae

I gigli asiatici derivano dall’ibridazione di alcune specie tipiche come Lilium tigrinum, L. davidii, L. cernuum, L. pumilium, L. concolor, L. bulbiferum, L. maximowiczii e dal successivo incrocio fra queste e i loro ibridi, o fra gli ibridi stessi. Al gruppo appartengono anche tutti i vecchi ibridi di origine orticola noti con il nome generico di Lilium x hollandicum.

Si tratta di piante resistenti e di facile coltivazione, di altezza non superiore di norma al metro e quindi meno sensibili di altre specie di gigli all’azione del vento. Le macchie di una sola specie o di un solo ibrido premiano la forma della pianta e del fiore, il mix di diversi colori aumenta l’impatto visivo.

  • Foglie: rigide, coriacee, di un color verde brillante.
  • Fiori: grandi e riccamente colorati portati verso l’alto o verso l’esterno, formati da sei tepali retroflessi con lunghi stami.
  • Come scegliere: da metà aprile sono disponibili nei garden vasi di circa 20 cm di diametro con un buon numero di fusti, circa otto, ognuno con almeno tre bocci ben formati, a prezzi ragionevoli.
  • Manutenzione: Esistono due accorgimenti per migliorare la fioritura: recidere al di sotto del calice i fiori sfioriti e affiancare specie e varietà, omogenee per colore e dimensioni, di precocità diversa.
LuceI gigli asiatici richiedono un’esposizione calda, ma non troppo asciutta, sempre protetta da venti dominanti, al sole o in ombra parziale.
AcquaTemono il ristagno, ma devono essere bagnati a fondo per raggiungere i bulbi. Saggiare il terreno ad una profondità di 5 cm.
TerrenoNon amano i terreni pesanti, fradici e con ristagno, freddi e argillosi, e neppure quelli aridi e sabbiosi. Prediligono suoli leggeri e ricchi.
Clima e
temperatura
I gigli temono solo il freddo molto intenso, vivendo senza problemi in collina e nella prima montagna. Non resistono in zone o regioni con clima molto rigido. Per questa ragione si tende a porli a dimora profondi. Allo stesso modo, specie i gigli asiatici, temono il grande caldo ed in estate è bene aggiungere al piede terricciato.
Concimeutilizzare un fertilizzante per piante da fiore ogni dieci giorni.
Riproduzionela riproduzione per seme e divisione delle squame non è semplice.
Prezzo: 12 € in vaso di 20 cm di diametro
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!