Iris ‘Masterwork’

Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 04/10/2018 Aggiornato il 04/10/2018

Un'iris alta fino a 85 cm, bicolore bianca e azzurra, di gusto classico. Non può mancare in giardino perché rifiorisce in autunno.

iris-masterwork

Famiglia: Iridaceae

Questa Iris, inclusa nel gruppo “barbata alta” ha fiori grandi bicolori, bianchi nella parte alta azzurro intenso/blu in quella inferiore. Di stampo classico è un’iris affidabile anche nella rifiorenza che in autunno lo fa splendere in giardino quando le altre sono poco più che foglie. Pianta di media precocità ha un buon sviluppo in altezza compreso fra gli 80 e gli 85 cm, forma densi cespi, ogni stelo porta diversi fiori e la varietà è definita molto fiorifera oltre affidabile. È stata ibridata da Zurbrigg nel 2001.

  • Foglie: ricoperte di una patina cerosa hanno forma di spada, sono portate erette e inguainate una dentro l’altra. Evitate di strappare quelle secche ma recidetele alla base per non danneggiare le radici esercitando una trazione eccessiva.
  • Fiori: Grandi, formati da sei petali, tre portati verso l’alto sono di colore bianco e tre portati verso il basso fra l’azzurro e il blu. I particolari del fiore sono di colore arancione.
  • Come scegliere: si tratta di una specie rizomatosa, molto rustica ed adattabile, invadente laddove trova condizioni ottimali. Acquistare rizomi sani, integri, sodi, privi di macchie, muffe e rammollimenti. Porli a dimora senza lasciarli seccare fuori terra.
  • Manutenzione: Soffre di marciume se il terreno è pesante, argilloso, e con ristagni d’acqua. Migliorare il drenaggio. La divisione dei rizomi è necessaria perché le piante si mantengano vigorose e fiorifere.
LuceL’iris va posta in pieno sole, anche se tollera un’ombreggiatura parziale. Posta in ombra troppo fonda non fiorisce.
AcquaResistente al secco, questa Iris è da soccorrere solo a fronte di prolungata siccità. Bagnare sempre con moderazione senza inzuppare il terreno preferendo più interventi frazionati rispetto a una bagnatura profonda.
TerrenoSempre ben drenato. Preferisce substrati calcarei e asciutti. Al momento della messa a dimora ricordare di interrare il rizoma solo per due terzi e non affondarlo completamente.
Clima e
temperatura
Si adatta a vivere in tutte le regioni d’Italia ad esclusione delle zone d’alta montagna. Resiste al caldo e al freddo.
ConcimeArricchire il terreno con terricciato di letame maturo prima di porre a dimora i rizomi.
RiproduzioneOgni tre-quattro anni togliere i rizomi dal terreno, dividerli e ripiantarli, a fioritura terminata. I gruppi di iris non divisi dal quinto anno diminuiscono il tasso di fioritura formando una ricca vegetazione.
Prezzo:  14 € in vaso quadrato di 10 cm di lato