Hydrangea macrophylla ‘Saxon’, ortensia macrophylla

Foto A&M Studio
A cura di Foto A&M Studio, Alessandro Mesini
Pubblicato il 19/08/2018 Aggiornato il 20/08/2018

Un’ortensia macrophylla classica ma insolita, rinnovata nei colori e nella forma del fiore.

hydrangea saxon ortensia macrophyllaFamiglia: Hydrangeaceae

La forma insolita dell’infiorescenza potrebbe trarre in inganno e far pensare che questa varietà non sia un’ ortensia macrophylla. Ogni singolo capolino ha forma arrotondata così che la superficie dell’infiorescenza è irregolare. I petali di colore rosso, con estremità verde acido, contrastano con il centro blu. I colori sono sensibili al diverso grado di pH di acqua e terreno. La pianta è alta da 120 a 150 cm, ed è adatta per formare macchie, siepi, o essere coltivata in vasi e grandi contenitori.

  • Foglie: hanno margine seghettato, sono di colore verde in diverse tonalità, ma sempre brillante. Contribuiscono allo spettacolo dei colori autunnali in giardini tingendosi di giallo e di rosso, con venature del colore opposto.
  • Fiori: sono prodotti in due tornate successive, da maggio a luglio, e da settembre a ottobre, così che sulla pianta coesistono infiorescenze diverse per colore, forma e dimensioni.
  • Come scegliere: Preferite piante ben impalcate con foglie numerose e fiori in fase di formazione.
  • Manutenzione: Tutte le ortensia macrophylla fioriscono sui getti dell’anno precedente e quindi in fase di potatura si devono accorciare i rami che hanno fiorito l’anno precedente lasciando una o due coppie di gemme per ramo. E’ consigliato eliminare anche rami deboli, fuori forma o spezzati. L’effetto finale non sarà quello di un intervento drastico, ma di ripulitura e regolazione della chioma.
Luceortensia macrophylla è pianta vigorosa che preferisce l’ombra parziale e resiste al sole se bagnata ogni giorno con abbondanza. La fioritura sarà più breve perché i segni di invecchiamento si manifesteranno precocemente.
AcquaBagnare con abbondanza ma senza causare ristagni. Utilizzare acqua dolce oppure da acidulare dodici ore prima della distribuzione con aceto di vino.
TerrenoPer quanto nella pratica si rivelino piante adattabili, per crescere con forza richiedono un terreno a reazione acida con forte componente organica e fibrosa ottenuta aggiungendo torba in quantità o utilizzando un terriccio specifico per acidofile.
Clima e
temperatura
queste ortensie sono piante resistenti al freddo e nelle zone più fredde basta approntare una buona pacciamatura acidogena con corteccia di pino.
Concimeutilizzare sempre e solo prodotti specifici per piante acidofile.
Riproduzioneprelevare le talee a fine estate e porle in un mix di sabbia e torba lasciando solo le foglie apicali tagliate a metà per ridurre la superficie traspirante.
Prezzo: 20 € in vaso di 20 cm di diametro