Sostenere i rami in pericolo di un vecchio albero

Se un vecchio albero del giardino ha rami molto pesanti e lunghi che rischiano di spezzarsi e cadere a terra, è importante intervenire velocemente rivolgendosi a un professionista. Oppure si può realizzare, con il fai da te, una staffa di sostegno per il ramo in bilico.
Francesca Meinardi
A cura di Francesca Meinardi
Pubblicato il 27/09/2019 Aggiornato il 27/09/2019
Sostenere i rami in pericolo di un vecchio albero

Chi ha un giardino lasciato crescere allo stato naturale, in cui la forma delle piante non è un vincolo, potrebbe trovarsi un vecchio albero dai rami bassi, che arrivano quasi al suolo, troppo lunghi, che rischiano la rottura, in particolare se sottoposti a carichi eccessivi, per esempio nevosi o venti persistenti. Oppure potrebbero esserci alcuni rami di grande diametro che crescono quasi del tutto orizzontalmente, connotando il vecchio albero in modo caratteristico ma rischiandone la stabilità.

Se il ramo rischia di rompersi inaspettatamente, è importante metterlo in sicurezza rivolgendosi agli esperti.

In molti casi, tuttavia può bastare sostenere questi rami lunghi e pesanti del vecchio albero che sono in pericolo e ciò può essere fatto realizzando delle vere e proprie stampelle.

Dal momento che non è acquistarle sul web o nei garden center, perché le misure variano da un albero all’altro, sarà opportuno capire come procedere da soli alla fabbricazione di uno o più appoggi per sostenere rami e parti che possono rischiare di spezzarsi. 

Predisporre una staffa per sostegno rami in pericolo

misuri la distanza tra il ramo del vecchio albero e il terreno e ci si procuri un palo di sostegno dell’altezza calcolata

1. Si misuri la distanza tra il ramo del vecchio albero e il terreno e ci si procuri un palo di sostegno dell’altezza calcolata. In tal modo non altera né forza il portamento della diramazione.

staffa di metallo delle dimensioni idonee ad accogliere il ramo e attaccarla alla sommità del palo con le apposite viti

2. Procurarsi una staffa di metallo delle dimensioni idonee ad accogliere il ramo e attaccarla alla sommità del palo con le apposite viti. Oppure si può realizzare con due piastrine di acciaio. Per non fare sprofondare la stampella nel terreno ammorbidito da pioggia o neve, appoggiarla su una tavola o una sezione di tronco robusta collocata al suolo.

imbottitura di gomma tra ferro della staffa e legno di corteccia

3. Per attenuare il contatto tra il ferro della staffa e il legno della corteccia, collocare un’imbottitura di gomma, feltro o qualsiasi altro materiale che eviti alla corteccia di danneggiarsi se il vento procurasse attrito tra l’alloggiamento del ramo e la sua superficie.

Preservare le piante storiche

Chi ha in giardino una pianta storica, che magari fa parte del patrimonio verde del luogo in cui si vive, non deve sottovalutare i lavori da dedicare a tali esemplari. Uno dei parametri solitamente più diffusi nella definizione di un albero storico è l’età; e con l’età possono subentrare molti fattori che, se sottovalutati, evolvono in situazioni critiche sia per la sicurezza dell’albero che per ciò che lo circonda.

Spesso carie del legno, ovvero degradazioni operate da funghi all’interno della pianta, possono portare al disgregamento della massa interna della pianta, creandone instabilità se non curate per tempo. Si deve studiare con cura ogni esemplare prima di procedere alla sua pulizia degli elementi secchi e delle parti morte, così da non rimuovere erroneamente parti che possano creare degli scompensi alla pianta.

In alcuni casi di rami in pericolo, si può intervenire con il fai da te per aiutare queste piante. Ma non sempre sono gestibili anche perché grandi altezze e terreni piuttosto accidentati alla base, possono richiedere l’uso di mezzi specifici per operazioni di messa in sicurezza. È preferibile che i lavori siano eseguiti e controllati da personale qualificato che operi con competenza per la salvaguardia del patrimonio verde.

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!

Concorso riparti con catrice 2020