Premio Terre de Femmes: un riconoscimento per le donne che aiutano il Pianeta

Lo scorso dicembre a Milano, è stato assegnato per la terza edizione italiana il Premio Terre de Femmes, promosso dalla Fondazione Yves Rocher, che quest’anno riconosce l’importanza delle api per la nostra salute.

Alexandra Griotti
A cura di Alexandra Griotti
Pubblicato il 06/01/2019 Aggiornato il 06/01/2019
Premio Terre de Femmes: un riconoscimento per le donne che aiutano il Pianeta

«Se le api vivono in un determinato luogo, è perché la salute di quell’ambiente è molto buona» dice Debora Rizzetto, apicultrice della tenuta Il Ritiro a Tortona (AL). Con il suo progetto “L’ape, sentinella e termometro dell’ambiente”, Debora posiziona diversi alveari negli ambienti urbani e analizza settimanalmente l’andamento della vita all’interno, rilevando eventuale presenza di sostanze inquinanti come pesticidi, metalli pesanti, idrocarburi… Un’attività di biomonitoraggio della salute pubblica, con la raccolta di innumerevoli dati scientifici, con l’obiettivo di organizzare incontri aperti alla cittadinanza  per sensibilizzare e coinvolgere la popolazione sulle problematiche di inquinamento ambientale presenti nelle loro città.

Questo importante progetto è stato riconosciuto dalla Fondazione Yves Rocher – Institut de France, con l’assegnazione del Premio Terre de Femmes di 10.000 euro a Debora Rizzetto, per portare avanti la sua ricerca. Il premio, che in Italia è arrivato alla terza edizione, da 17 anni, celebra le azioni delle donne impegnate in tutto il mondo a proteggere il pianeta; è già stato assegnato a più di 400 donne in 11 Paesi, per un totale di oltre 2 milioni di euro donati a sostegno dei loro progetti.

Altri due riconoscimenti

Quest’anno, oltre al primo premio a Debora Rizzetto, sono stati assegnati altri due premi per un valore di 5000 e 3000 euro.

Uno è andato a Giulia Detomati, Fondatrice di InVento Innovation Lab, la prima B Corp Italiana che si occupa di progetti di formazione sui temi dell’imprenditorialità sostenibile. InVento Lab lavora con l’obiettivo di portare la cultura della sostenibilità ambientale a scuola per formare così le nuove generazioni di imprenditori e cittadini consapevoli che, raggiungendo il successo, abbiano comunque a cuore il rispetto del Pianeta. Il progetto vincitore è finalizzato alla diffusione e implementazione di contenuti e metodologie innovative per formare i changemakers (portatori di cambiamento) del futuro.

Il terzo premio è stato assegnato dalla Fondazione Yves Rocher a Chiara Delle Donne, Vice Presidente della Cooperativa Sociale Capovolti, per il progetto Orto2 – OrtoQuadrato. Si tratta di un piccolo orto realizzato in uno spazio di 1,5 x 2 m, alimentato da un sistema di irrigazione sostenibile e sostenuto da un metodo di agricoltura programmata che favorisce la biodiversità. Questo orto viene realizzato solitamente in un contesto urbano ad alto rischio o da riqualificare ed è curato da tutti, piccoli e grandi, persone con fragilità o senza: diventa così un’attività ludica e formativa, un bene comune che può favorire la relazione e lo scambio, nonché la vicinanza tra le persone e la natura, un laboratorio di inclusione sociale e un modello innovativo di agricoltura sostenibile.

Per saperne di più

Per ulteriori informazioni sul premio Terre de Femmes e sui progetti patrocinati dalla Fondazione Yves Rocher: www.yves-rocher-fondation.org e www.yves-rocher.it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!