Otto piante da regalare a Natale

Le piante sono regali sempre graditi che ci faranno ricordare, almeno fino a quando chi le riceve saprà tenerle in vita. Per questo Natale vi proponiamo otto piante nuove ed economiche (da 2 a 20 euro) per destinatari diversi.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 21/12/2016 Aggiornato il 21/12/2016
Poinsettia pulcherrima stella di natale

Un gioiello in miniatura: Schefflera arboricola

Tra le piante da regalare, la caratteristica di questa è la taglia mini. Presente da anni sul mercato, si può usare in modo diverso: inserita in una composizione decorativa per durare una sola stagione, posta all’interno di vasi trasparenti tipo acquario fino a quando le dimensioni lo consentono, come bomboniera o come augurio per la grande pianta che potrà dare in un tempo futuro. Schefflera arboricola varietà ‘Janine’ è caratterizzata da foglie dall’ampia lamina di colore crema e verde, con la prevalenza del primo, dai contorni sinuosi, palmate e armoniose.   Schefflera arboricola

Come curarla
Non deve essere esposta al sole diretto ma richiede molta luce, desidera un terriccio ben drenato e bagnature moderate ma costanti. Rinvasatela ogni volta che le radici fuoriescono dai fori di fondo in un contenitore di 2 cm di diametro maggiore.

Quanto si spende
Alta circa 20 cm costa circa due euro; il portavaso rosso costa 1,30 euro. Un’idea è usarla come segnaposto da regalare a fine cena agli invitati.

Piccola e compatta per chi ha poco spazio: Peperomia ‘Eden red’

Tra le piante da regalare, Peperomia caperata trova sempre nuovi estimatori: piace per le foglie caratteristiche a superficie rugosa e lavorata, con forma allungata di grande fascino. La varietà “Eden red”,“peperomia rossa”, è una pianta piccola, compatta, con la pagina inferiore delle foglie di colore rosso carico, capace di fiorire per più di sei mesi l’anno con fiori raccolti in piccole spighe portate erette, talvolta ricurve o sinuose, che fanno sembrare la pianta una sorta di candeliere.  La varietà ‘Eden red’ è inserita nelle proposte della olandese Eden collection: ottenuta per incrocio nel 2010 è geneticamente stabile anche se le diverse condizioni ambientali possono far variare leggermente il colore.Peperomia ‘Eden red’

Come curarla
Deve essere bagnata con moderazione, posta in luce diffusa e abbondante per non farla filare, non sopporta temperature inferiori ai 12°C, e la fascia termica di benessere si estende fino a 25°C.

Quanto si spende
Economica, costa soli 3,50 euro e basta un portavasi colorato dal prezzo contenuto, circa 2 euro, può essere scelta come piccolo e simpatico presente.

Carnivora insospettabile: Nepenthes hookeriana

Le nepenthes sono piante carnivore molto decorative che devono essere coltivate in basket o sorrette da portavasi alti così da ricadere dolcemente. Sono perfette come piante da regalare perché facili da coltivare anche dentro casa, capaci di vivere diversi anni, hanno un buon numero di estimatori e sempre più spesso sono proposte come regalo destinato a chi già ama le piante e sa apprezzare scelte insolite. Le foglie modificate prendono la forma di otri, piccoli o grandi secondo la specie, chiamati tecnicamente ascidii. Le prede, attirate dall’emissione di profumo, sono catturate grazie alle sostanze adesive e mucillaginose presenti sulle pareti. Così invischiate, cadono sul fondo, ostacolate anche dalla presenza di setole orientate in modo da ostacolarne la risalita e dall’espansione della lamina fogliare che fa da coperchio. La “digestione” avviene per opera di enzimi simili alla tripsina umana che si accumulano sul fondo della trappola.Nepenthes hookeriana

Come curarla
Nepenthes hookeriana vuole una posizione luminosa senza luce diretta con terreno mantenuto sempre umido grazie ad un sottovaso alto dove possa restare un buon volume d’acqua.

Quanto si spende
Un tempo costosa, oggi è disponibile a prezzi più contenuti: in vaso di 8-10 cm di diametro costa 10 euro.

Morbida, colorata, ricadente: Tradescantia fluminensis ‘quadricolor’

La tradescanzia in passato era conosciuta come “erba miseria”. Pianta di poche pretese cresceva in tutti gli orti delle case di campagna, nelle aiuole dei parchi signorili. Oggi è tornata alla ribalta come pianta da regalare e ogni stagione i vivai ne propongono una specie o una varietà diversa. Tradescantia fluminensis ‘quadricolor’ è pianta erbacea con fogliame persistente caratterizzata da un rapido accrescimento. Come il nome suggerisce le foglie presentano un prezioso cromatismo che mescola quattro colori. Sensibile al freddo all’aperto in piena terra può essere coltivata soltanto in climi miti, altrove si tiene in vaso in basket appesi come ricadente oppure in posizione rialzata così che possa decombere dolcemente. La vegetazione è ricca e capace di ricacciare con forza se si contiene accorciando i tralci diventati eccessivi. Raggiunge un’altezza massima di 25 cm.Tradescantia fluminensis ‘quadricolor’

Come curarla
Preferisce il sole di mattino ma si adatta bene anche in condizioni di ombra luminosa. Bagnare con parsimonia perché teme il ristagno. Per nutrirla aggiungere terriccio nuovo a primavera e un cucchiaino per vaso di fertilizzante per piante da fiore a lento rilascio nel mese di aprile.

Quanto si spende
In basket di 16 cm di diametro costa 12 euro.

Mai senza stella di natale: Poinsettia pulcherrima

Resta la pianta delle feste per eccellenza: sempre intensamente colorata, capace di attirare l’attenzione e di creare da sola un’atmosfera natalizia. In genere viene eliminata a fine stagione, invece curata bene può non solo sopravvivere ma diventare una splendida pianta verde. La stella di Natale cresce con forza a temperature costanti di 20 °C solo se l’umidità resta elevata. In questo periodo festivo, in cui la pianta si tiene in soggiorno, riservate alla stella di Natale la posizione più luminosa della casa ma ricordate che la chioma deve essere irrorata ogni giorno. Poinsettia pulcherrima

Come curarla
Si bagna ogni due o tre giorni saggiando con le dita il grado di umidità del terreno ma, meglio ancora, il peso del vaso perché non esiste un’adeguata proporzione fra massa fogliare e terra disponibile, e le piante con poca terra asciugano rapidamente e hanno bisogno di acqua spesso. Il terriccio non deve mai seccare del tutto ma restare fresco senza essere fradicio.

Quanto si spende
Si trovano di tutte le dimensioni a prezzi variabilissimi. In vaso di 18 cm di diametro costa 14 euro.

Tutti la scambieranno per un’agave: Aloe cosmo

Aloe cosmo è un marchio registrato proposto all’interno della serie ‘African collection’. Si tratta di una selezione della varietà nota con il nome di ‘Green pearl’ per il colore verde lucido delle foglie carnose disposte in forma di rosetta, raccolte a formare una ricca cuspide, chiusa e compatta, che da molti sarà confusa con un’agave. Le aloe non hanno spine terminali lunghe e robuste come quelle delle agavi e possono essere tenute in casa senza essere pericolose. Le foglie sono di forma tozza, ben spesse alla base, impreziosite da una zigrinatura in rilievo sulla cuticola. Alla base della pianta, a testimonianza della buona vitalità del soggetto, devono essere presenti nuovi getti che sarà possibile separare al momento del rinvaso ogni anno a primavera.Aloe cosmo

Come curarla
Utilizzare un substrato per piante grasse sempre ben drenato, porre in luce abbondante ma non in sole diretto, bagnare con moderazione alla base, fertilizzare con un prodotto specifico per succulente a moderato contenuto di azoto ricco in fosforo e potassio addizionato con microelementi ogni due mesi.

Quanto si spende
In vaso di 18 cm di diametro costa 14,50 euro.

Un atteso ritorno: Lucky bambù

Dopo anni di oblio, ecco ritornare il Lucky bambù. Difficile da riconoscere perché dalla forma tradizionale di bastone di almeno 1 cm di diametro con triplo giro nella parte terminale si presentano in spirali ordinate e sottili. Solo il ciuffo terminale rivela che si tratta della stessa pianta. Anche la confezione fa la differenza perché in questo prodotto è più che qualificante. Un portavasi in ceramica che dovrà essere mantenuto sempre bagnato riempito di ghiaino bianco accoglie una struttura cilindrica di plastica verde su cui sono fatti crescere affiancati e inclinati i bambù. In questa forma ripresa dalla tradizione cinese si chiama Double Luck Bamboo. Utilizzato nel paese come presente e porta fortuna nella pratica del Feng Shui aiutano l’energia positiva presente in una stanza.Lucky bambù

Come curarla
Tenere in luce diffusa abbondante, mantenere sempre l’acqua nel portavasi, e non esporre a temperature inferiori a 15°C. A temperature superiori sopra i 25°C irrorate le foglie con acqua dolce una volta il giorno.

Quanto si spende
In un portavasi di 12 cm di diametro, alto 30 cm, costa 16,50 euro.

Non la solita bromelia: Aechmea tayoensis

Questa bromeliacea è ancora poco diffusa e presente solo occasionalmente nei garden. Non si tratta di una particolare guzmania, come potrebbe sembrare, ma di un’insolita aechmea: Aechmea tayoensis. Il vaso è piccolo, soli 12 cm di diametro, mentre la rosetta di foglie copre un diametro di circa 30 cm e non forma il classico cono della specie più diffusa, l’Aechmea fasciata, così che per bagnarla si dovrà immergere il contenitore in acqua dolce e non fredda, una volta la settimana. L’infiorescenza centrale, grande e in forma di pigna portata verso l’alto come quelle delle araucarie, si ricopre di fiori color rosso che lasciano poi il posto alla struttura mattone scuro che si secca e sarà portata ancora a lungo prima che la pianta giunga a morte.Aechmea tayoensis

Come curarla
Deve essere tenuta in casa a temperatura compresa fra i 15 e 25°C in posizione luminosa. Perfetta su un arredamento moderno e in un portavasi liscio è capace da sola di caratterizzare un intero piano di appoggio.

Quanto si spende
Il costo, sui 20 euro, è dovuto ai tempi di allevamento di questa specie per raggiungere le dimensioni di vendita e la salita a fiore, nell’ordine di almeno due anni e sempre in ambiente condizionato.

Foto di Alessandro Mesini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!