Mettere a dimora le peonie a radice nuda

Nel mese di ottobre si mettono a dimora le peonie a radice nuda: in tal modo le piante hanno la possibilità di sviluppare il loro sistema radicale prima dell’arrivo del freddo invernale. Così la prossima primavera le piante avranno radicato in modo sufficiente e sentiranno meno il bisogno di acqua.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 26/10/2015 Aggiornato il 26/10/2015
peonia rosa

Le peonie sono piante perenni appartenenti alla famiglia delle Paeoniaceae che si dividono in due gruppi: erbacee oppure arbustive. Le peonie erbacee hanno la parte aerea che muore durante l’inverno; in primavera poi ricaccia con getti che partono direttamente dal colletto delle radici, pochi centimetri sottoterra. Hanno radici carnose e il cespo, al pari di tutte le piante erbacee perenni, si accresce orizzontalmente, restando però nel corso degli anni sempre della stessa altezza. Sono amanti del pieno sole e se poste in luoghi troppo ombreggiati rischiano di non fiorire.
Le peonie arbustive chiamate anche arboree o legnose producono fusti legnosi ben ramificati, che possono raggiungere i 150-200 cm di altezza; perdono il fogliame in inverno, lasciando i fusti spogli. Le foglie sono grandi, seghettate, di colore verde scuro. Sono più adatte nelle esposizioni a mezz’ombra dove mantengono il fogliame verde più a lungo e in genere hanno minori problemi con le malattie fogliari rispetto a quelle coltivate in pieno sole.

Peonie: delicati fiori primaverili

Le peonie fioriscono una sola volta all’anno e per un periodo di tempo abbastanza breve ma i fiori sono di una bellezza incomparabile e le piante sono molto longeve.
I fiori sono particolarmente delicati, alle volte basta un temporale violento per rovinarli irrimediabilmente.
A seconda della varietà fioriscono dalla primavera (alcune specie botaniche erbacee) fino alla seconda metà mese di giugno (varietà arbustive appartenenti al gruppo delle Moutan e la varietà erbacee di P. lactiflora).

Le distanze giuste

Le peonie arbustive hanno accrescimento lento e raggiungono dimensioni di circa 2 metri di altezza e altrettanti di diametro: vanno poste a circa 150 cm di distanza tra un esemplare e l’altro. Se utilizzate per formare siepi lasciare tra le piante uno spazio di 130 -160 cm.
Le specie erbacee che raggiungono un’altezza massima di un metro vanno poste ad almeno 80 cm di distanza le une dalle altre. Se vengono essere utilizzate anche per formare aiuole lasciare uno spazio di circa 80-90 cm fra pianta e pianta.

Il suolo adatto

Il terreno dove impiantare una peonia deve essere soffice e in grado di garantire un buon drenaggio, quindi evitare i suoli particolarmente umidi e in zone dove si raccoglie l’acqua dopo le piogge. In ogni caso se troppo pesante, alleggerirlo mescolandolo con sabbia e torba.

Scavare una buca della profondità di circa 50 cm di larghezza e 50 cm di profondità e aggiungere sul fondo uno strato di 5-10 cm di argilla espansa, ghiaia o altro materiale grossolano. Il terriccio di scavo deve essere appoggiato su un sacco a lato della buca e quindi arricchito con stallatico e/o compost ben maturi.

1. Scavare una buca della profondità di circa 50 cm di larghezza e 50 cm di profondità e aggiungere sul fondo uno strato di 5-10 cm di argilla espansa, ghiaia o altro materiale grossolano. Il terriccio di scavo deve essere appoggiato su un sacco a lato della buca e quindi arricchito con stallatico e/o compost ben maturi.

 
2. Per la peonia arbustiva inserire la pianta nella buca in modo che il punto d’innesto, (ingrossamento del fusto) sia circa 8-10 cm sotto il livello del suolo. Per la peonia erbacea, sotterrare completamente la pianta comprimendola con terriccio tutt’attorno alle radici e avendo cura che le gemme siano poste ad una profondità massima di 3-4 cm.

2. Per la peonia arbustiva inserire la pianta nella buca in modo che il punto d’innesto, (ingrossamento del fusto) sia circa 8-10 cm sotto il livello del suolo.
Per la peonia erbacea, sotterrare completamente la pianta comprimendola con terriccio tutt’attorno alle radici e avendo cura che le gemme siano poste ad una profondità massima di 3-4 cm.

 
ricoprire comprimendo la terra attorno alle radici della peonia facendo attenzione a non rompere le eventuali radici secondarie. Bagnare abbondantemente in modo da far assestare il terreno attorno alle radici.

3. Poi ricoprire comprimendo la terra attorno alle radici della peonia facendo attenzione a non rompere le eventuali radici secondarie. Bagnare abbondantemente in modo da far assestare il terreno attorno alle radici.

 

Prezzi

Peonie erbacee a radice nuda costano 20-25 euro a pianta a seconda degli ibridi;
peonie arbustive 40-45 euro a pianta.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!

Concorso riparti con catrice 2020