Laghetto artificiale: pulizia e manutenzione

I laghetti naturali sono quelli di più semplice manutenzione. Quelli artificiali invece richiedono pulizia delle strutture e controllo periodico alla vegetazione e agli animali della vasca.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 02/04/2014 Aggiornato il 02/04/2014
Laghetto artificiale: pulizia e manutenzione

I laghetti artificiali o le vasche presenti in giardino regalano scorci affascinanti e la possibilità di coltivare piante diverse e insolite e di allevare piccoli pesci, tartarughe e avere una fauna molto ampia. Tuttavia richiedono un certo impegno, soprattutto in primavera: adesso è il momento della manutenzione di strutture, pompe, reti, fontane. Ecco passo dopo passo, come si fa a svuotare il laghetto, rinforzare e sistemare gli elementi rovinati dal freddo e poi tornare a riempirlo nel modo corretto.

Rinforzare gli elementi strutturali

Le gelate invernali e la costante umidità possono aver compromesso la stabilità degli elementi in legno come staccionate, ponticelli o gazebo che vanno rinforzati e ripitturati con impregnante. Le basse temperature e le gelate sfaldano con facilità anche la malta e i mattoni: quelli scheggiati o si sgretolati devono essere sostituiti con mattoni nuovi, di qualità, poco porosi.

Scegliendo una bella giornata, si svuota lentamente l’acqua del laghetto pompandola nelle aiuole circostanti.

1 Scegliendo una bella giornata, si svuota lentamente l’acqua del laghetto pompandola nelle aiuole circostanti.

Mentre il livello dell’acqua diminuisce, con un retino, e molto delicatamente, si prendano i pesci per sistemarli in contenitori già preparati

2 Mentre il livello dell’acqua diminuisce, con un retino, e molto delicatamente, si prendano i pesci per sistemarli in contenitori già preparati. Si rimuovono anche le piante. Il fango del fondale deve in parte essere conservato in un secchio per ricollocarlo dopo nella vasca.

Quando la vasca è vuota, spegnere la pompa e pulire il laghetto con acqua calda e spazzola

3 Quando la vasca è vuota, spegnere la pompa e pulirla con acqua calda e spazzola. Verificare che non siano presenti crepe o danni strutturali. Estrarre anche la pompa dalla vasca per lavarla con acqua calda e controllare che i tubi di eventuali fontane non siano ostruiti e attorcigliati.

Riempire nuovamente il laghetto in modo parziale, versare sul fondo, lentamente, il fango messo da parte nel secchio

4 Riempire nuovamente il laghetto in modo parziale, versare sul fondo, lentamente, il fango messo da parte nel secchio. Il fango va versato lentamente per non intorbidire l’acqua.

 

 

Si finisca di riempire il laghetto d’acqua e si ricollochino pesci e piante

5. Si finisca di riempire il laghetto d’acqua e si ricollochino pesci e piante.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!