A marzo si pota Abelia floribunda

Abelia floribunda è un arbusto apprezzato per la caratteristica fioritura estiva con corolle tubulose di colore rosa o bianco. La pianta si adatta in tutti i terreni, al sole e alla mezz'ombra e vuole poche cure.
Giovanna Rio
A cura di Giovanna Rio
Pubblicato il 01/03/2021 Aggiornato il 01/03/2021
A marzo si pota Abelia floribunda

 Abelia è un genere della famiglia delle Caprifoliacee che comprende una ventina di specie di arbusti decidui e semi sempreverdi, a bassissime richieste, quindi ideali per i giardini a bassa manutenzione. Una delle specie più belle è Abelia floribunda che si caratterizza per i fiori di colore rosa intenso, grandi, numerosissimi che compaiono in giugno. A fine inverno, Abelia floribunda  richiede una leggera potatura per eliminare i rami malati, incrociati o disordinati e favorire una fioritura spettacolare.  

Una fioritura eccezionale

La pianta ha portamento cespuglioso, raggiunge un altezza variabile da 2 a 3 metri e presenta una chioma molto folta che si estende per circa 150 cm di diametro. Presenta rami  arcuati, le foglie sono di colore verde lucido di forma ovata e di lunghezza media di 5 cm.
I fiori possono assumere varie colorazioni, dal bianco al rosa fino al rosso, generalmente riuniti in piccoli mazzi, che presentano la classica forma a imbuto. Viene utilizzata come esemplare isolato, ma anche in boschetti, in bordure miste o come sfondo a giardini rocciosi oppure in siepi miste. Si utilizza anche in vaso per arredare balconi e terrazzi. 

Pianta adattabile

La pianta si adatta bene a quasi tutti i tipi di terreno ma quello ideale richiede un buon drenaggio e deve essere esente da ristagni d’acqua.

Come posizione, quella migliore per ottenere una fioritura ottimale è in pieno sole ma tollera anche l’ombra parziale (dove fiorisce meno). L’importante però è che sia riparata dai forti venti.

Durante il periodo invernale, in aree a clima mite la pianta non necessita di particolari accorgimenti. Diversamente in quei luoghi dove in inverno le temperature scendono al disotto dello zero sarà necessario proteggere la pianta con una buona pacciamatura e con dei teli per evitarne il danneggiamento da parte delle gelate.

L’Abelia ha bisogno di annaffiature costanti in primavera/estate e in casi di siccità; per il resto dell’anno necessita di annaffiature sporadiche ma regolari. In primavera e in autunno, eseguire concimazione con fertilizzanti in granuli a lenta cessione, da aggiungere al terreno di coltura.

I tagli corretti

potare-abelia

In questo periodo dell’anno occorre sottoporre Abelia floribunda  a una leggera  potatura per eliminare i rami secchi, malati, incrociati o disordinati. Inoltre  bisogna eliminare  alla base i rami più vecchi, per facilitare l’emissione di vegetazione nuova dalla base.

Per eseguire una corretta potatura occorre utilizzare forbici a doppio battente ben affilate, da disinfettare quando si passa da una pianta all’altra per evitare di veicolare malattie e parassiti eventualmente rimasti sulle lame della cesoia. Il taglio deve sempre essere obliquo, e il più vicino possibile al tronco o al ramo principale, per evitare la formazione di monconi.

Non potare se sta piovendo perché  l’acqua veicola le malattie fungine che attraverso le ferite di potatura attaccherebbero le piante, né se la temperatura diurna è sotto lo zero.

A fine estate

Terminata la fioritura alla fine dell’estate, le piante adulte che nel corso degli anni sono diventate legnose alla base o nel caso le piante siano cresciute in modo disordinato possono essere potate con un taglio drastico a 10-15 cm della base, in questo modo l’arbusto subirà un ringiovanimento utile anche per ottenere maggiori fioriture.

Altre specie

Abelia grandiflora

A foglia decidua, questa specie ha portamento tondeggiante e  compatto,  raggiunge l’altezza e la larghezza di 100-120 cm. La sua fioritura estiva dura fino ad autunno inoltrato. Caratterizzata da una crescita rapida, crea un bell’elemento d’arredo in giardino per  tutto l’anno grazie alle sue piccole foglie di colore verde intenso ma che alla fine dell’autunno assumono color bronzo  e ai numerosi fiorellini a forma tubulare. 

Abelia triflora

Meno conosciuta delle precedenti, è di grandi dimensioni, può raggiungere, infatti,  4-5 metri di altezza con portamento eretto. È particolarmente adatta alla coltivazione in piena terra, nei giardini di grandi dimensioni per formare gruppi e macchie di colore. Fiorisce in giugno. È caducifoglia, rustica e resistente al freddo.

Abelia chinensis

Si tratta di un arbusto che può superare i 3 metri di altezza, produce fiori bianchi sfumati di rosa e leggermente profumati che compaiono dalla fine di giugno e possono permanere fino a ottobre.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!