Una fioriera in condominio

In genere l’ingresso del condominio è freddo e poco luminoso, così le fioriere restano spoglie e non piacciono a nessuno. Oggi vi proponiamo una fioriera che accontenterà tutti: facile da gestire e bella, economica e duratura.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 26/10/2016 Aggiornato il 26/10/2016
piante da interno in condominio

La fioriera del condominio si trasforma spesso, per chi ama le piante, in un cruccio con il quale misurarsi ogni volta che si entra e si esce dal palazzo.
La soluzione che vi proponiamo è una composizione di piante longeve, dalla massa verde ricca di toni diversi così da aumentare il movimento, capaci di accontentarsi di un’illuminazione diffusa, con foglie giocate fra il grigio, il verde, il bianco, possibilmente variegate o macchiate, perché ottenere fioriture in queste condizioni è difficile, se non impossibile.

Un esempio pratico

Le fioriere sono di solito di forma rettangolare, abbastanza allungate con una larghezza pari a metà o a un terzo della lunghezza.
La vasca deve essere riempita di argilla espansa e i vasi vanno collocati in modo che tutti siano alla stessa altezza, nascosti dall’ultimo strato della pacciamatura. Evitiamo i sottovasi così da non creare un ristagno involontario, per contro dovremo bagnare più spesso.
Scegliendo piante di dimensioni limitate, nell’ordine di 50 cm di altezza e diametro paragonabile, si possono mettere a dimora su due file: una più alta che rappresenta lo sfondo, e una vicino al passaggio, di taglia più piccola così da non coprire le altre ma risaltare sul loro fogliame.
Le piante alte che abbiamo scelto per il fondo sono: Aglaonema, Aechmea e Spatifillo, classiche, facili da gestire, di costo contenuto, affidabili.
Sulla prima fila, potrete scegliere tra una disposizione più classica con due potos ai lati e una tradescanzia in posizione centrale oppure una proposta più attuale con tre  peperomia.

piante da interno per il condominio

piante da interno per il condominio

1- spatifillo

Spathiphyllum wallisii, che non sempre tornerà a formare le brattee bianche o crema che presenta al momento dell’acquisto è pianta indistruttibile che ama la luce diffusa e abbondante, capace di adattarsi a situazioni diverse e resistere e riprendersi dopo lunghi periodi di incuria. L’aspetto leggero ed elegante, al tempo stesso ricco ha pochi rivali fra le piante da interno e la recente proposta sul mercato di specie di grande taglia è la riprova di quanto intramontabile sia il successo di questa pianta. Ama un’umidità costante del terreno e moderate fertilizzazioni.

2- Aglaonema

Oggi è possibile scegliere fra diverse specie e varietà di Aglaonema. Caratterizzate dal rigoglioso sviluppo di fusti vicini che portano foglie lungamente picciolate di colore verde chiaro marmorizzate, disegnate, macchiate in grigio perla sono piante che non sempre a tutti riesce facile coltivare. Il segreto è evitare la luce del sole diretto che può rovinare la lamina sottile e morbida delle foglie, bagnarla con moderazione ma in modo costante e assicurarle un’elevata umidità ambientale che ostacola ingiallimenti e seccumi. Posta in condizioni favorevoli riesce persino a fiorire, formando una spata bianca e un’infiorescenza simile a quella dello spatifillo.

3- Aechmea fasciata

Differisce dalle altre due che creano una massa di vegetazione morbida per la forma definita e geometrica. La scelta è motivata dal colore grigio striato dell’imbuto di foglie e dall’infiorescenza fra le più durature. Serve a portare colore e un motivo di richiamo che catturi l’attenzione di chi passa. Per quanto molti non la scelgano questa resta una pianta regalo fra le più gettonate, sempre presente nei garden e sempre rinnovata.
Il segreto per mantenere a lungo la Aechmea è la tecnica di bagnatura che non si esegue al piede ma versando l’acqua nell’imbuto di foglie per rispettare la natura epifita o semi epifita di questa pianta. L’infiorescenza in condizioni ottimali dura a lungo, anche più di quattro mesi. Al termine della fioritura, appena la spiga è morta e secca, per prolungare la vita della pianta, fino a due anni, recidere l’asse alla base.
    

4- Potos (o Scindapsus)

È importante sceglierli fra quelli variegati e colorati, diversi fra loro, anche solo per il disegno, la dimensione e la forma della foglia, così da creare un piacevole contrasto. I potos dovranno “camminare” sulla pacciamatura scelta o sul terriccio formando nel tempo un decorativo tappeto sopra il quale emergeranno le altre piante. Indirizzate i rami in modo che non debordino oltre il limite e sorvegliate che non si arrampichino sulle altre piante. Prestate attenzione ad eliminare il secco, utilizzando sempre le forbici perché le piante mal sopportano le trazioni sui fusti. Utilizzate solo fertilizzanti per piante da fiore, e non per piante verdi, così da avere colori più intensi e contrastati. Fra le varietà più interessanti vi segnaliamo:
    •    Scindapsus genphotos, menzione al concorso Oroflor, Flormart 2012, caratterizato da un’intensa variegatura, fogliame espanso e coriaceo,
    •    Scindapsus pictus con foglie colore verde opaco a disegno grigio o grigio argenteo, appuntite e cordate, a forma di cuore leggermente allungato, al tatto si presentano piacevoli e cerose,
    •    Scindapsus ‘N Joy a foglia piccola, di dimensioni contenute e accrescimento lento, riccamente variegate di bianco.

5- Tradescantia

T. pallida si allargherà sul terreno e con il colore viola porpora di foglie e fusti risalterà sul grigio dell’aechmea e il bianco e verde dei potos. Pianta facile, economica e affidabile ha però un’immagine vecchia che non la abbandona e nonostante sia proposta come scelta ideale per risolvere situazioni difficile grazie alla sua resistenza e versatilità, non sempre risulta gradita.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!