Saper fare: dispensa in bella vista

Frutta e ortaggi normalmente conservati in dispensa, adesso possono essere messi in bella vista. Basta disporli in una cassetta in modo ordinato per farne una decorazione originale e rustica, adatta a essere esposta anche per un paio di mesi sotto un portico, all’ingresso o in veranda.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 30/01/2016 Aggiornato il 30/01/2016

cassetta composizione con rosmarino e mele

Ecco un’idea per trasformare una parte di quanto raccolto nell’orto e nel frutteto alla fine dell’autunno in una vivace composizione decorativa da mettere in bella mostra sulla veranda, sotto il portico, nelle scale di casa, ovunque vogliate. Basta scegliere ortaggi e frutta omogenei e abbinarci una pianta verde che duri a lungo. In questo caso abbiamo il rosmarino e le mele gialle che sono serbevoli in cantina e che quindi all’aperto possono decorare un portico, l’ingresso o la veranda anche per un paio di mesi: basta rispettare i criteri che garantiscono la conservazione del materiale di partenza. E se poi qualcuna fosse bacata, è possibile sostituirla man mano che annerisce.

La scelta del verde: aromatiche o sempreverdi

Come parte verde abbiamo scelto il rosmarino che avevamo riprodotto per talea e che ancora stiamo allevando in vasetto, ma sono perfette anche le piantine che acquistiamo per l’occasione, sapendo che potremo poi trapiantarle in vaso o in piena terra. Con la loro altezza totale, vaso più vegetazione, determineranno la scelta della nostra cassetta.
In alternativa si possono acquistare piante sempreverdi come l’elicriso o i cavoli ornamentali, coloratissimi e resistenti al freddo più delle altre. Nei garden commerciali a questo punto dell’anno non sono più disponibili nei vasetti di taglia ridottissima, 5-6 cm di diametro, come accade in primavera, ma già pronti per il trapianto, alti circa 15 cm, in un contenitore di 12 cm di diametro, alti altrettanto, più grandi e quindi perfette come elemento decorativo anche se il contenitore è più difficile da dissimulare.

La cassetta di recupero

Scegliamo una cassetta da frutta di quelle con bordo alto e tagliamo i montanti così da renderla a profilo continuo.
A questo punto si può verniciare oppure lasciarla grezza, il ché significa che potrebbe riportare sui lati la stampa del produttore. Per togliere le scritte senza coprirle perché preferite il legno naturale potete agire con carta vetrata. L’operazione è molto più rapida se disponete di una piccola levigatrice.

Predisporre le giuste altezze

I frutti o gli ortaggi scelti devono essere disposti in modo da coprire il bordo del vaso e il piede della pianta per nascondere i contenitori e creare una superficie continua. In più devono superare il bordo esterno della cassetta per almeno un terzo del loro spessore per risultare evidenti anche nella vista laterale.
Per ottenere questo doppio effetto è necessario spessorare l’interno della cassetta così da rialzare dal fondo mele o cipolle, e disporle in due file sfalsate, su due ordini di altezza.
Per semplicità utilizzeremo della normale carta da pacchi recuperata, lasciando libera la parte centrale dove appoggeremo i vasi.
Le pianticelle avranno bisogno di essere bagnate e per evitare che l’acqua dalla cassetta cada sulla superficie di appoggio e venga assorbita dalla carta, porremo all’interno un foglio di materiale plastico senza fori che assolverà, in un certo senso, le funzioni del sottovaso.

Esecuzione semplice

mele e rosmarino al centro della cassetta

 

Poniamo i vasi al centro in modo che la vegetazione crei una barriera continua accostando le chiome una all’altra.

predisponiamo frutta e verdura in doppia fila nella cassetta

 

Procediamo a disporre la frutta o la verdura in doppia fila, sfalsata, una sull’altra, scegliendo di accoppiare elementi fra loro simili per forma e dimensione così da ottenere un effetto di omogeneità.

porre prima fila di mele nella composizione orticolario

 

Per le mele usate l’accortezza di porre la prima fila di mele, quella più bassa e più esterna, sdraiata, inserendo i frutti uno dietro l’altro. In questo modo quelli posti sopra saranno più fermi e saldi.
Chi desidera può arricchire ancora inserendo fra i diversi elementi spuntature di siepe sempreverde prese in giardino o le foglie rosse dei nuovi getti che poi andranno ridotti della fotinia.
Prelevate i frutti secondo il consumo e in attesa di rinnovare la scorta riempite il fondo con noci, ghiande, paglia spezzettata e altro materiale a vostra scelta che conservi alla realizzazione un carattere country chic.

Altri esempi

Questa realizzazione è solo un esempio di stagione; in ogni altro momento dell’anno è possibile riproporre l’idea con materiale diverso. In autunno, ad esempio zucche gialle e salvia, melograni e timo oppure cavoli cappuccio e melanzane.

cassetta con zucche gialle e salvia, melograni e timo, cavoli cappuccio e melanzane.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!