Rinvasare e dividere le piante d’appartamento

È ora di fare un controllo alle piante d'appartamento: se i vasi sono piccoli occorre rinvasare, se la pianta è vecchia è possibile prelevare alcune talee per moltiplicarla.
Anna Zorloni
A cura di Anna Zorloni
Pubblicato il 14/04/2021 Aggiornato il 14/04/2021
rinvasare pinate appartamento

Le piante d’appartamento adesso ricominciano a vegetare. Prima che inizino a crescere a pieno ritmo, è bene occuparci di loro: del vaso, magari piccolo, e della terra in cui sono coltivate, impoverita di nutrienti e destrutturata. E se la pianta è vecchia ma ci siamo molto affezionati, possiamo dividerla per ottenere nuove piante.

Il controllo del vaso

Innanzitutto è bene verificare le condizioni del vaso: che non sia rotto, per esempio, e che sia delle dimensioni sufficienti a contenere la pianta nel caso sia un po’ cresciuta. Potrebbe essere il caso di sostituirlo con uno poco più grande ma non troppo (al massimo 2 cm in più di diametro). Se il vaso in cui si trova la pianta è ancora adatto, occorre comunque pulirlo: l’utilizzo di acqua del rubinetto per bagnare la pianta potrebbe aver causato la formazione di macchie di calcare che possono essere eliminate spazzolandolo con acqua e aceto.

La pianta deve essere svasata e ripulita dal vecchio terriccio rimasto attaccato alle radici, ormai esausto. Se l’apparato radicale è troppo sviluppato, si può spuntarlo un pochino, eliminando anche eventuali radici marce o morte.

Sul fondo del vaso inserire un nuovo strato di argilla espansa o ghiaia, così da facilitare il drenaggio dell’acqua in eccesso attraverso il foro basale. Quindi inserire uno strato di terriccio fresco (mai utilizzare quello vecchio, ormai privo di nutrienti), sul quale appoggiare la pianta, in modo tale che si trovi alla giusta altezza, con la zona del colletto a livello della superficie della terra. Riempire gli spazi vuoti con altro terriccio fresco, premuto bene. Infine si bagna per far aderire bene la terra all’apparato radicale.

La riproduzione vegetativa

Se una pianta ormai vecchia e cresciuta a dismisura ci piace particolarmente, è possibile moltiplicarla e ricrearne una uguale tramite riproduzione vegetativa. Il metodo più utilizzato ed efficace è la propagazione mediante talea, che può essere eseguita in qualsiasi periodo dell’anno, ma preferibilmente durante la primavera. La propagazione per talea è una pratica abbastanza facile che, se eseguita con le modalità corrette, permette di ottenere in breve tempo piante nuove identiche a quella da cui si è partiti.

Come si fa

Nel caso di una Dracaena fragrans, per esempio, si procede nel modo seguente.

dracena divisione e rinvaso

Si asporta la porzione apicale della pianta, compresa del ciuffo di foglie, e una porzione di fusto, priva di foglie. In definitiva si divide la pianta in tre parti, che daranno origine a nuove piante nel seguente modo:

  • la parte basale del fusto (o “moncone”) viene rinvasata sostituendo il vecchio terriccio con uno fresco e fertile, anche nello stesso vaso; darà origine ad una nuova pianta emettendo uno o due germogli.
  • La talea apicale con il ciuffo di foglie viene inserita in un nuovo vaso con terriccio nuovo: in breve tempo radicherà e attecchirà, dando origine ad una pianta rinnovata.
  • Il fusto, privo di foglie, potrà essere ulteriormente diviso in porzioni sufficientemente lunghe (in media 15 cm), composte da 2-4 internodi, e inserite in un nuovo vaso, meglio singolarmente: ognuna di esse radicherà e germoglierà dando origine ad una nuova pianta.

Attenzione a…

Quando si inserisce la talea nel terriccio, occorre accertarsi di averlo fatto  nel giusto senso, rispettando, cioè, la “polarità” della pianta (porzione radicale verso il basso e porzione apicale verso l’alto): sembrerà elementare, ma invertendo erroneamente la polarità, la talea non attecchirà.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 3 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!