Piante grasse: cure speciali se rimangono in casa

Le piante grasse, chiamate anche piante succulente, spesso rimangono dentro casa durante il periodo estivo anche se l’ideale sarebbe poterle trasferirle all’aperto fino alla fine di settembre. In ogni caso, sia le specie coltivate all’aperto che all’interno devono essere sottoposte a cure diverse dalle altre piante d’appartamento.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 08/08/2013 Aggiornato il 08/08/2013
Cactus pianta grassa

La polvere

Le piante grasse devono essere spolverate in modo costante soprattutto se si tratta di più esemplari coltivati in una composizione. La polvere stratificata oltre a nascondere il colore della pianta, potrebbe ostacolare il normale processo della fotosintesi clorofilliana.

 

spolverare le piante grasse senza peli con un pennello morbido, delicatamente, pulendo bene anche le cavità

1. Se si tratta di specie di piante grasse non provviste di peli, spolverarle con un pennello morbido, delicatamente, pulendo bene anche le cavità.

Per spolverare le piante grasse provviste di spine e peluria, senza danneggiarle, utilizzare un phon con aria fredda e mantenere una distanza dai fusti di almeno 15 cm

2. Per spolverare le piante grasse provviste di spine e peluria, senza danneggiarle, utilizzare un phon con aria fredda e mantenere una distanza dai fusti di almeno 15 cm. Il getto d’aria non deve essere troppo forte.

 

 

Togliere i fiori appassiti dalle piante grasse

Per garantire una fioritura prolungata e per conservare la salute della pianta è necessario eliminare i fiori appassiti. Ripetere questa operazione ogni volta che termina la fioritura. Se la pianta ha le spine, indossare un paio di guanti.

Per staccare in modo corretto il fiore afferrarlo tra il pollice e l’indice e staccarlo delicatamente.

Per staccare in modo corretto il fiore della pianta grassa afferrarlo tra il pollice e l’indice e staccarlo delicatamente.

 

Le parti malate

Tutte le parti delle piante colpite da parassiti in modo diffuso devono essere rimosse. Oltre che le foglie potrebbero ammalarsi altre porzioni, per esempio il fusto, e il danno, in questo caso, è più evidente ed importante. Se le parti malate si trovano vicino alle radici, queste possono essere danneggiate: in tal caso diventano scure e devono essere rimosse se si vuole far sopravvivere il resto della pianta.

Utilizzando un paio di cesoie ben affilate eliminare fusti, germogli e foglie malate dalle piante grasse almeno 2 centimetri sotto la parte colpita

Utilizzando un paio di cesoie ben affilate eliminare fusti, germogli e foglie malate dalle piante grasse almeno 2 centimetri sotto la parte colpita. Lasciare cicatrizzare all’aria.

 

L’acqua non deve mancare

Durante tutto il periodo estivo, le piante succulente devono essere annaffiate regolarmente bagnando solo il substrato di coltivazione. Prima di bagnare verificare che il terriccio sia perfettamente asciutto: basta inserire un dito nel terreno. In genere una somministrazione di acqua settimanale è sufficiente; talvolta, durante le giornate più afose di agosto, può essere necessario intervenire con maggiore frequenza.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.19 / 5, basato su 32 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!

Concorso riparti con catrice 2020