Monstera deliciosa: da riprodurre adesso

È una pianta perenne sempreverde, molto apprezzata per il portamento e il fogliame che, se posta in un vaso di terracotta è in grado di arredare con la sua presenza qualsiasi ambiente luminoso: casa ma anche uffici o ristoranti. Adesso è il momento di riprodurla per ottenere nuove piante.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 17/03/2014 Aggiornato il 17/03/2014
Monstera deliciosa: da riprodurre adesso

Monstera deliciosa è una specie appartenente al genere Monstera della famiglia delle Aracee, originaria del Guatemala e Messico: nei Paesi di origine può raggiungere l’altezza di 6 metri, con foglie che arrivano a misurare anche 100 cm di lunghezza e 60 cm di larghezza.

Foglie decorative

Le foglie sono grandi e molto frastagliate, diverse tra loro (fenomeno della eterofillia): allo stadio giovanile sono cuoriformi mentre allo stadio adulto presentano l’aspetto caratteristico con margine intagliato e fori oblunghi. In commercio si può acquistare la varietà “Borsigiana” che presenta dimensioni ridotte e la varietà variegata che presenta foglie variegate di giallo o bianco/crema, che tendono poi a diventare completamente verdi.

Come si riproduce la monstera deliciosa

Prelevare da una pianta adulta di monstera deliciosa la parte apicale

1. Prelevare da una pianta adulta di monstera deliciosa la parte apicale, appena sotto un nodo, munita almeno di una foglia e una radice aerea.

In un vaso di terracotta di adeguate dimensioni inserire una miscela di terriccio costituita da torba e sabbia in parti uguali

2. In un vaso di terracotta di adeguate dimensioni inserire una miscela di terriccio costituita da torba e sabbia in parti uguali. Inserire nel centro un tutore muschiato o artificiale.

 
Inserire la talea di monstera deliciosa ottenuta nel vaso, interrare e comprimere il terriccio

3. Inserire la talea di monstera deliciosa ottenuta nel vaso, interrare e comprimere il terriccio. Fissare la porzione al bastone muschiato e annaffiare copiosamente. Il substrato deve essere mantenuto appena umido per evitare marciumi.

 

 

L’apparato radicale presente nel vaso è poco espanso perché la pianta è dotata di radici aeree che crescono bene anche attorno a supporti di muschio (naturale o artificiale). Al momento del rinvaso, quindi, non spostarla in un contenitore particolarmente grande.

Inverno in appartamento, estate fuori

In casa durante l’inverno la pianta deve essere collocata all’interno di un portavasi contenente argilla espansa da mantenere costantemente umida, in un ambiente luminoso, temperato e lontano da termosifoni. Le foglie devono essere regolarmente pulite dalla polvere con un panno umido e nebulizzate con acqua distillata; anche il sostegno muschiato, se presente, su cui crescono le radici aeree va nebulizzato. Dalla primavera a tutta l’estate la pianta va collocata all’esterno, al riparo dai raggi solari e annaffiata abbondantemente facendo attenzione ai ristagni idrici che risultano letali per le radici carnose. Da aprile ad ottobre somministrare fertilizzante liquido sciolto nell’acqua delle annaffiature ogni 3-4 settimane.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!