Illuminare nel modo giusto le piante d’appartamento

Le piante hanno bisogno di luce, durante tutto l'anno. Per sopperire alle carenza di luce delle nostre case nella stagione autunnale, occorre la luce artificiale, per illuminare nel modo giusto le piante d'appartamento.

Francesca Meinardi
A cura di Francesca Meinardi
Pubblicato il 23/10/2019 Aggiornato il 23/10/2019
Illuminare nel modo giusto le piante d’appartamento

Al momento di ritirare le piante in casa, non basta spostarle sulla prima mensola disponibile, occorre valutare diversi fattori ed, eventualmente, prevedere una serie di accorgimenti per garantire loro le condizioni migliori. In particolar modo bisogna sapere come illuminare nel modo giusto le piante.

Per esempio, le piante in appartamento devono essere posizionate lontane da fonti di calore puntiformi, come i termosifoni o le stufe, ma hanno la necessità di un’alta luminosità per avviare i loro processi di fotosintesi clorofilliana, e spesso i radiatori si trovano proprio sotto le finestre che potrebbero garantire quella luminosità. invece occorre considerare importante illuminare nel modo giusto le piante.

In altri casi le finestre sono munite di tende che, per dare luce all’ambiente, sono spesso aperte. Il rischio è che un irraggiamento diretto produca un effetto lente dannoso sulle foglie. Per evitare danni, in molti casi, restano a disposizione per il ricovero dei vasi solo angoli lontani dalle finestre e non adeguatamente illuminati.

La soluzione potrebbe essere quella di realizzare una scaffalatura a parete per illuminare nel modo giusto ciascuna tipologia di pianta.

Le lampade a LED

Per illuminare nel modo giusto le piante in casa, la scelta di lampade a led permette la coltivazione a consumi estremamente ridotti. Queste lampade (per sapere tutto sulle lampadine a risparmio leggi qui), che hanno in partenza costi decisamente più elevati rispetto alle tecnologie precedenti, sono nell’utilizzo quotidiano estremamente vantaggiose, perché il consumo è molto basso. Inoltre il led è una fonte luminosa che non emette assolutamente calore e può, pertanto, essere posizionata anche in prossimità della pianta senza il rischio di surriscaldare l’apparato fogliare o l’ambiente circostante.

Le distanza giuste
Per una sola pianta un led da 90 watt posizionato a una distanza di circa 35 cm dall’apparato fogliare, illuminerà perfettamente un’area di circa 65 cm di lato

Per una sola pianta un led da 90 watt posizionato a una distanza di circa 35 cm dall’apparato fogliare, illuminerà perfettamente un’area di circa 65 cm di lato

Per due piante, un corpo illuminante led da 130 watt posizionato a una distanza di circa 40 cm dall’apparato fogliare, illuminerà un’area di circa 80 cm di lato

Per due piante, un corpo illuminante led da 130 watt posizionato a una distanza di circa 40 cm dall’apparato fogliare, illuminerà un’area di circa 80 cm di lato

Per quattro piante un corpo illuminante led da 200 watt posizionato a una distanza di circa 60 cm dall’apparato fogliare, illuminerà un’area di circa 90 cm di lato

Per quattro piante un corpo illuminante led da 200 watt posizionato a una distanza di circa 60 cm dall’apparato fogliare, illuminerà un’area di circa 90 cm di lato

Per sei vasi circa un corpo illuminante led da 280 watt posizionato a una distanza di circa 60-80 cm dall’apparato fogliare, illuminerà un’area di circa 100 cm di lato.

Per sei vasi circa un corpo illuminante led da 280 watt posizionato a una distanza di circa 60-80 cm dall’apparato fogliare, illuminerà un’area di circa 100 cm di lato.

 

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!