Il centrotavola con la zucca, decorativo e commestibile

Alexandra Griotti
A cura di Alexandra Griotti, Fotografo Damiano Giacomello
Pubblicato il 15/11/2018 Aggiornato il 10/12/2018

Una composizione centrotavola con la zucca, i fiori e gli ortaggi di stagione, semplice ma di grande effetto ornamentale. Perfetto per portare in casa un tocco di colore, da trasformare in gustose ricette dopo qualche giorno.

Realizzare questo centrotavola con la zucca, i fiori e gli ortaggi di stagione, è facile e divertente. E quando vi sarete stancati di vederlo, potrete gustarlo con le ricette insolite che vi proponiamo. 

 

Occorrente per realizzarlo

 

centrotavola-zucca

◆ una teglia rotonda diametro 36 cm, altezza 12 cm ◆ una zucca mantovana ◆ 6 piantine di peperoncini (Capsicum annuum) in vaso, 3 rossi e 3 arancioni ◆ 2 piante di violette in vaso ◆ 3 ampalaya (i frutti di Momordica charantia) ◆ 7 melanzane rosse di Rotonda Dop ◆ foglie di prezzemolo ◆ un vasetto in plastica, vuoto, diametro 5 cm ◆ un foglio di carta velina verde ◆ un foglio di plastica

 

Come si procede
1. La scelta del contenitore è importante. Noi abbiamo usato una grossa teglia in alluminio, perfetta per diversi motivi: è un elemento della cucina, ha una forma adatta alla composizione simmetrica e soprattutto ha bordi alti, che possono nascondere i vasetti di plastica di peperoncini e violette. Prima di cominciare foderare il fondo della teglia con il foglio di plastica: servirà per non rovinarla con l’acqua.

1. La scelta del contenitore è importante. Noi abbiamo usato una grossa teglia in alluminio, perfetta per diversi motivi: è un elemento della cucina, ha una forma adatta alla composizione simmetrica e soprattutto ha bordi alti, che possono nascondere i vasetti di plastica di peperoncini e violette. Prima di cominciare foderare il fondo della teglia con il foglio di plastica: servirà per non rovinarla con l’acqua.

2. Poi inserire i vasetti di peperoncini, alternando i colori, lungo il perimetro interno della teglia; in posizione opposta, aggiungere i due vasetti di violette: noi abbiamo scelto quelle a fiore piccolo di colore viola e arancione, per riprendere le tonalità della composizione. Quindi porre al centro il vasetto di plastica vuoto; deve essere messo all’ingiù perché servirà solo come supporto per l’elemento centrale, la zucca. Quindi si modella il foglio di carta velina verde.

2. Poi inserire i vasetti di peperoncini, alternando i colori, lungo il perimetro interno della teglia; in posizione opposta, aggiungere i due vasetti di violette: noi abbiamo scelto quelle a fiore piccolo di colore viola e arancione, per riprendere le tonalità della composizione. Quindi porre al centro il vasetto di plastica vuoto; deve essere messo all’ingiù perché servirà solo come supporto per l’elemento centrale, la zucca. Quindi si modella il foglio di carta velina verde.

3. Il foglio di carta velina verde deve essere arrotolato su se stesso, non troppo stretto e posizionato nello spazio vuoto che si è creato tra piantine e vasetto centrale. I lembi terminali del cordone di carta vanno avvicinati, quasi chiusi a formare una corona attorno al vasetto. La carta deve avere la stessa altezza del vasetto: servirà da appoggio per non fare sbilanciare la zucca.

3. Il foglio di carta velina verde deve essere arrotolato su se stesso, non troppo stretto e posizionato nello spazio vuoto che si è creato tra piantine e vasetto centrale. I lembi terminali del cordone di carta vanno avvicinati, quasi chiusi a formare una corona attorno al vasetto. La carta deve avere la stessa altezza del vasetto: servirà da appoggio per non fare sbilanciare la zucca.

4. Appoggiare la zucca sopra al vasetto rovesciato. È importante che le dimensioni della zucca chiudano visivamente lo spazio centrale. Quindi, prima di scegliere l’ortaggio (per colore e forma), valutate le dimensioni dell’area da coprire: se la teglia ha diametro 36 cm e i vasetti di 7 cm, lo spazio vuoto restante è di 22 cm. La nostra zucca deve avere un diametro non superiore a 20 cm e non inferiore a 15 cm.

4. Appoggiare la zucca sopra al vasetto rovesciato. È importante che le dimensioni della zucca chiudano visivamente lo spazio centrale. Quindi, prima di scegliere l’ortaggio (per colore e forma), valutate le dimensioni dell’area da coprire: se la teglia ha diametro 36 cm e i vasetti di 7 cm, lo spazio vuoto restante è di 22 cm. La nostra zucca deve avere un diametro non superiore a 20 cm e non inferiore a 15 cm.

5. Quando la zucca è stabile, occorre collocare tutti gli altri ingredienti. La particolare melanzana Rossa di Rotonda ha forma rotonda e diametro di 8-10 cm: quando è matura assume questo bel colore rosso-aranciato, mentre il sapore è identico agli ortaggi violetti. Le sette melanzane vanno collocate nello spazio rimasto vuoto tra il bordo della teglia e i vasetti.

5. Quando la zucca è stabile, occorre collocare tutti gli altri ingredienti. La particolare melanzana Rossa di Rotonda ha forma rotonda e diametro di 8-10 cm: quando è matura assume questo bel colore rosso-aranciato, mentre il sapore è identico agli ortaggi violetti. Le sette melanzane vanno collocate nello spazio rimasto vuoto tra il bordo della teglia e i vasetti.

6. Infine si sistemano i tre ampalaya, chiamati anche zucche amare, caratteristici per la buccia verde bitorzoluta e la forma allungata che termina con le punte rigide. Vanno posizionati un po’ sollevati. Poi si tagliano i gambi più duri del prezzemolo e si inseriscono le foglie verdi in tutte le zone che ci sembrano “vuote”.

6. Infine si sistemano i tre ampalaya, chiamati anche zucche amare, caratteristici per la buccia verde bitorzoluta e la forma allungata che termina con le punte rigide. Vanno posizionati un po’ sollevati. Poi si tagliano i gambi più duri del prezzemolo e si inseriscono le foglie verdi in tutte le zone che ci sembrano “vuote”.

centrotavola verdura

Le super ricette da provare

Man mano che passano i giorni le piantine di peperoncini e viole devono essere irrigate con un po’ d’acqua versata sul terriccio, senza bagnare troppo le foglie. Al momento di disfare la composizione possono essere trapiantate in un vaso più grande o in giardino. Le verdure appassite vanno sostituite: le prime a cedere saranno le foglie di prezzemolo, più duraturi ampalaya e melanzane; la zucca può resistere anche due settimane. E dopo? Tutte nel piatto, con le ricette che vi proponiamo.

Contorno asiatico di verdure (ingredienti per 4 persone)
● 2 ampalaya di media grandezza ● 2 patate ● 1 cipolla ● 1 spicchio d’aglio ● coriandolo fresco in foglie ● olio extravergine d’oliva ● sale

Mettere sul fuoco una pentola d’acqua e portare a bollore. Nel frattempo sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a tocchetti. Poi tuffarle nella pentola d’acqua bollente, farle lessare (lasciandole un po’ dure) e scolarle. Tenerle da parte in un piatto. Pulire e affettare sottili aglio e cipolla e metterli in una padella capiente in cui avete scaldato l’olio. Procedere alla pulizia degli ampalaya (come spiegato sopra) e tagliarli a lunette non troppo sottili. Aggiungerli nella padella con aglio e cipolla e cuocere per 10 minuti. Poi aggiungere le patate e il coriandolo fresco sminuzzato. Salare e fare cuocere per altri 5 minuti. Spegnere il fuoco e mescolare delicatamente. Servire tiepido con un filo di olio crudo.

Melanzane grigliate con miele e peperoncino (ingredienti per 4 persone)
● 3 melanzane rosse Dop di Rotonda ● olio extravergine d’oliva ● 1 cucchiaio di miele di acacia ● 1 peperoncino piccante ● prezzemolo ● mezzo lime ● sale

Lavare le melanzane, togliere il picciolo, asciugarle e tagliarle a fette dello spessore di circa mezzo centimetro. Spennellarle con un filo di olio e farle dorare su una griglia calda su cui è stato versato del sale per almeno 5 minuti. Poi grigliare dall’altro lato. Appoggiarle su un piatto e cospargerle con il peperoncino piccante, tritato e svuotato dei semi. Condire con il miele, il succo di mezzo lime, un po’ di prezzemolo e un filo di olio extravergine di oliva. Se è il caso aggiungere altro sale. Lasciare riposare le melanzane per almeno dieci minuti in modo da far assorbire tutti i succhi e servirle.

Pasta piccante alla zucca (ingredienti per 4 persone)
● 380 g di spaghetti o un altro formato di pasta lunga ● 400 g di zucca mantovana ● un peperoncino piccante ● olio extravergine d’oliva ● uno spicchio d’aglio ● sale ● pepe ● prezzemolo tritato a piacere

Mettere sul fuoco una pentola d’acqua e cuocere la pasta. Nel frattempo, pulire la zucca, tagliarla a cubetti e metterla in una padella con mezzo bicchiere d’acqua; lasciare cuocere coperto fino a farla ammorbidire. Salate, pepate e lasciate da parte. In un’altra padella ampia mettere a soffriggere in un filo d’olio lo spicchio d’aglio (poi da togliere) e un po’ di prezzemolo tritato. Unire il peperoncino tagliato in pezzetti e la zucca, che deve essere un po’ schiacciata con una forchetta. Aggiustare di sale, aggiungere mezzo mestolo di acqua e scolarvi dentro la pasta al dente. Amalgamare per qualche minuto e poi servire.

angela-mosciarelli

Angela Mosciarelli, di Janna Garden Design a Milano, è l’ideatrice del centrotavola commestibile. “I fiori recisi sono meravigliosi ma durano poco” – spiega Angela. “Per una composizione destinata a decorare la tavola, preferisco ottimizzare le spese e acquistare ortaggi colorati e belli (da cucinare appena cominciano ad avvizzire) oltre ad alcune piantine con il loro vasetto che potranno essere trapiantate”. www.jannagardendesign.com