Il centrotavola autunnale

Basta una passeggiata nel bosco e in giardino per recuperare tutto il materiale necessario per realizzare questo bel centrotavola autunnale che durerà in casa (o sotto a una portico) anche due settimane.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 24/09/2016 Aggiornato il 24/09/2016

centrotavola-autunnaleCon l’arrivo dell’autunno, il clima rinfresca e la luce diventa più calda. Per augurare il benvenuto alla nuova stagione possiamo preparare un centrotavola molto semplice con quanto si raccoglie in giardino. Regalatevi quindi una bella camminata in mezzo alla natura per prendere foglie, pannocchie e mele, nell’orto cogliete una piccola zucca e dei peperoncini e infine fate una rapida sosta dal fiorista per le rose, se nel vostro giardino non ci sono le rifiorenti. Poi, bastano 30 minuti e un po’ di manualità per la composizione, lasciandoci ispirare dai colori vivaci e dal profumo di questa bella stagione variopinta.

Occorrente:

  • 1 spugna per fiori recisi
  • 1 coltello
  • 15 stuzzicadenti
  • 1 spoletta di filo di ferro sottile da fiorista
  • 1 sottovaso diametro 20-25 cm
  • 1 candela
  • 3 mele piccole
  • 2 pannocchie
  • 15 foglie autunnali ad esempio Parthenocissus tricuspidata o Liquidambar styraciflua
  • 1 zucca piccola
  • 6 rose di colore arancione o giallo
  • 1 corolla blu di ortensia Hydrangea macrophylla
  • 1 mazzetto di peperoncini
  • 3 foglie lunghe ad esempio di Iris selvatico o Bear grass (Xerophyllum tenax)

     

Le operazioni preliminari

La spugna
Prima di cominciare la composizione, occorre bagnare la spugna molto bene. Molti non riescono a far durare le proprie composizioni casalinghe per il semplice fatto di bagnarla male. Ecco come fare: riempite una bacinella o il lavandino di acqua fredda, depositate delicatamente sul pelo dell’acqua la spugna e non toccatela per i successivi 3 minuti. In questo breve lasso di tempo la spugna di inzupperà da sola andando sul fondo e sarete sicuri di aver una spugna ben bagnata da poter utilizzare per le vostre composizioni. Occorre posarla su un sottovaso per decorarla senza bagnare il piano di lavoro.
Il taglio del gambo
Per fare durare a lungo i fiori recisi è necessario tagliare il gambo in obliquo: quanto più sarà obliquo e pulito il taglio, tanto più dureranno i fiori. Occorre un coltello ben affilato e un taglio deciso a “fetta di salame”. Si sconsiglia l’uso delle forbici, visto che con la doppia lama si schiacciano le cellule del gambo e questo non riuscirà a prendere l’acqua presente nella spugna.

Come procedere:

 

1. Posizionare la spugna nel sottovaso, eliminando la parte in eccesso e tagliando i 4 angoli in obliquo per aumentare la superficie utile a infilare i fiori.
Mettere la candela al centro, facendola entrare nella spugna per circa 2-3 cm.
Inserire il picciolo delle foglie più grosse tutto intorno alla base della spugna e poi fare un secondo giro nella parte alta, attorno alla candela, con le foglie più piccole. Mantenete una forma circolare attorno alla candela.

1. Posizionare la spugna nel sottovaso, eliminando la parte in eccesso e tagliando i 4 angoli in obliquo per aumentare la superficie utile a infilare i fiori. Mettere la candela al centro, facendola entrare nella spugna per circa 2-3 cm. Inserire il picciolo delle foglie più grosse tutto intorno alla base della spugna e poi fare un secondo giro nella parte alta, attorno alla candela, con le foglie più piccole. Mantenete una forma circolare attorno alla candela.

2.  Preparare le mele, la zucca, le pannocchie e i peperoncini. Mele e zucca si steccano con 2 o 4 stuzzicadenti per poterle inserire nella spugna. Le pannocchie si legano con il fil di ferro, lasciando una coda di circa 10 cm da inserire nella spugna. I peperoncini si legano lasciando 5 cm di filo di ferro.
Inseriamo le tre mele a triangolo vicino alla candela: gli stuzzicadenti devono esser ben saldi nella spugna. A lato delle mele inseriamo le due pannocchie, mettendo tutto il codino di fil di ferro nella spugna.

2. Preparare le mele, la zucca, le pannocchie e i peperoncini. Mele e zucca si steccano con 2 o 4 stuzzicadenti per poterle inserire nella spugna. Le pannocchie si legano con il fil di ferro, lasciando una coda di circa 10 cm da inserire nella spugna. I peperoncini si legano lasciando 5 cm di filo di ferro.
Inseriamo le tre mele a triangolo vicino alla candela: gli stuzzicadenti devono esser ben saldi nella spugna. A lato delle mele inseriamo le due pannocchie, mettendo tutto il codino di fil di ferro nella spugna.

3. Tra le mele e le pannocchie sistemiamo, sempre a triangolo, 3 roselline, il cui gambo verrà tagliato a circa 10 cm dalla corolla, eliminando le foglie delle rose. Sul lato opposto mettiamo la zucca, facendo attenzione di farla ben aderire alla spugna. A fianco infiliamo il mazzetto di peperoncini. Inseriamo le altre 3 roselline tagliate anch’esse a 10 cm e spogliate delle foglie, seguendo sempre la disposizione a triangolo.

3. Tra le mele e le pannocchie sistemiamo, sempre a triangolo, 3 roselline, il cui gambo verrà tagliato a circa 10 cm dalla corolla, eliminando le foglie delle rose. Sul lato opposto mettiamo la zucca, facendo attenzione di farla ben aderire alla spugna. A fianco infiliamo il mazzetto di peperoncini. Inseriamo le altre 3 roselline tagliate anch’esse a 10 cm e spogliate delle foglie, seguendo sempre la disposizione a triangolo.

4. Negli spazi in cui si vede ancora la spugna tagliamo e mettiamo ciuffetti di ortensia, facendo attenzione a non nascondere i fiori. Cerchiamo di mantenere una forma rotondeggiante per la composizione, lasciando al centro la candela. Infine per rendere la composizione più sfiziosa e dare una nota di movimento, inseriamo le tre foglie lunghe di iris selvatico: basta fissare alla spugna i due capi di ogni foglia per dare il movimento voluto.  Adagiamo la composizione su un piatto arancione per far risaltare i colori autunnali.

4. Negli spazi in cui si vede ancora la spugna tagliamo e mettiamo ciuffetti di ortensia, facendo attenzione a non nascondere i fiori. Cerchiamo di mantenere una forma rotondeggiante per la composizione, lasciando al centro la candela. Infine per rendere la composizione più sfiziosa e dare una nota di movimento, inseriamo le tre foglie lunghe di iris selvatico: basta fissare alla spugna i due capi di ogni foglia per dare il movimento voluto. Adagiamo la composizione su un piatto arancione per far risaltare i colori autunnali.

 

Dura due settimane
La durata della composizione è di circa 10-15 giorni, a patto di tenere la spugna ben bagnata: basterà versare un bicchiere di acqua sulla spugna ogni 2 giorni. Meglio se l’operazione viene eseguita nel lavandino, per evitare di bagnare il tavolo e il piatto.

Foto di Francesco Legnani

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!