Come far fiorire i narcisi in inverno

È il momento giusto per forzare le bulbose, i narcisi in particolare, e ottenere splendide fioriture per il periodo del Natale.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 14/10/2016 Aggiornato il 14/10/2016
narcisi gialli

Per avere narcisi, giacinti o crochi fioriti a Natale, l’unico metodo è la tecnica della forzatura, una pratica di giardinaggio che permette di ottenere piante bulbose fiorite in circa 10-12 settimane. Questa pratica si attua sottoponendo i bulbi prima a un periodo di freddo e di buio poi ad un periodo di caldo e di luce: in tal modo si  simulano prima l’inverno e poi la primavera nel giro di qualche settimana. La pianta, così ingannata, fiorisce velocemente e per Natale avremo mini narcisi o narcisi precoci, giacinti e crochi fioriti.

La fase preparatoria

Procurarsi un vaso di circa 12 centimetri di circonferenza e, dopo avere chiuso il foro di scolo, stendere sul fondo uno strato di 4-5 centimetri di argilla espansa oppure di ghiaia di piccole dimensioni.
Poi stendere uno strato di terriccio universale miscelato a sabbia grossolana di fiume (2 parti di terriccio 1 di sabbia). Collocare sopra 3 – 4 bulbi ben ravvicinati.
Con il terriccio rimanente colmare gli interstizi tra i bulbi e coprirli lasciando emergere in superficie solo la punta.
Infine bagnare lasciando il vaso in immersione per almeno un paio di ore in una bacinella riempita di acqua, poi scolare l’acqua in eccesso.

Narcisi poi al buio

Mantenere i vasi così preparati in una stanza al buio e al freddo: potrebbero essere collocati in cantina oppure, opportunamente coperti con un cono di cartone per mantenere i bulbi nel buio assoluto, in terrazzo oppure sul davanzale (se non c’è ancora il pericolo di gelate). Annaffiare quando il terriccio si asciuga.

Spuntano i germogli

Quando i germogli avranno raggiunto i 5 centimetri di altezza, avvicinare i vasi gradualmente a una fonte di luce e togliere il cono di cartone. Il bulbo deve essere spostato verso la luce in modo  graduale, avvicinandolo alla finestra gradualmente, giorno dopo giorno: per esempio all’inizio posizionare i vasi a 5-6 metri dalla fonte luminosa e poi avvicinarli sempre di più alla luce. Se i vasi erano all’aperto, quando i bulbi germogliano spostate il vaso all’interno per un numero sempre maggiore di ore al giorno, in posizione sempre più luminosa, simulando la primavera.
Durante il periodo di crescita mantenete leggermente umido il terriccio e nebulizzate ogni settimana utilizzando acqua possibilmente non calcarea.

Le fioriture

Sospendete le nebulizzazioni quando si intravedono i boccioli e intensificate le annaffiature in quanto le piante, in questo momento, hanno maggior bisogno di linfa per portare al massimo sviluppo le corolle.

Quando appassiranno

Al termine della fioritura se si possiede un giardino, è consigliabile inserire i bulbi in piena terra e lasciarli “spontaneizzare”. Avendo a disposizione un piccolo terrazzo, portare all’esterno il vaso e ricoprire la superficie di terreno con corteccia di aghifoglia oppure di argilla espansa. Quando le foglie saranno completamente essiccate, toglierli dal terreno, pulirli e conservarli in attesa della prossima piantagione autunnale.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!