Candele con i petali: come realizzarle

In casa si possono preparare facilmente le candele decorate con i petali raccolti in giardino e fatti seccare: il procedimento è facile e servono pochi ingredienti.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 25/12/2015 Aggiornato il 25/12/2015
candela rossa con petali rosa essiccati

La luce calda e soffusa delle candele in casa crea quella giusta intimità, soprattutto durante le festività natalizie. Unendo la passione per il giardino a quella del fai da te, si possono preparare in casa alcune candele decorate con i petali raccolti in giardino ed essiccati nel forno a microonde oppure con quelli che abbiamo provveduto a cogliere e seccare la scorsa estate. Oltre a questo materiale naturale ci servono solo cera e stoppini.

La cera

Può essere di diverse tipologie: la vera cera d’api è un prodotto naturale e si può acquistare sia in fogli, dal colore ambrato, che in scaglie, ma è molto costosa ed è appiccicosa. Le altre tipologie diffuse in commercio e più utilizzate sono la paraffina e la stearina. La paraffina deriva dalla raffinazione del petrolio mentre la stearina è di origine animale o vegetale. Il composto migliore da sciogliere è una miscela tra le due sostanze, paraffina all’80% e stearina aggiunta al 20% per favorire il lento scioglimento della candela e ridurne la fumosità. L’apporto della stearina serve anche a facilitare l’eventuale colorazione della cera.

Il colore delle candele

Per creare sfumature di colore, si possono addizionare pastiglie di cera con alte concentrazioni di colore, oppure aggiungere frammenti o scaglie di pastelli a cera. Questi però, essendo un composto meno puro, possono rendere le candele fumose e con qualche imperfezione.

Lo stoppino

Detto anche “Lucignolo”, è un cordoncino composto da fili intrecciati intriso di cera. Non deve essere troppo grande altrimenti, mentre la candela brucia, sprigionerà molto fumo, e non deve essere troppo piccolo altrimenti si spegnerà con facilità.

SECCARE I fiori: COME SI PROCEDE

Sono diversi i modi per far essiccare i petali dei fiori e utilizzarli come decorazioni; l’obbiettivo principale per preservarne bellezza e durevolezza è la perdita totale dell’umidità in essi contenuta.

In forno
Un primo sistema, il più rapido, è quello di utilizzare il forno a microonde. Si deve avere cura di stendere i petali su un foglio di carta assorbente adagiato su un piatto, e distribuirli in modo che non si sovrappongano. I petali vanno poi coperti da un altro foglio di carta e i vari strati protetti con un piatto rovesciato. Quaranta secondi alla massima potenza dovrebbero essere sufficienti per raggiungere un perfetto punto di essiccazione, ma ovviamente dipende dalle caratteristiche del proprio microonde.

La sabbia
Un altro sistema più naturale ma meno rapido è l’utilizzo della sabbia. I petali vanno distribuiti su un letto di sabbia fine e quindi coperti con altra sabbia avendo cura di non sovrapporli mai, altrimenti risulterebbero macchiati da chiazze brune. Con questo sistema si possono realizzare vari strati. Il recipiente, una volta riempito, va posizionato su un termosifone in modo che la temperatura al suo interno si alzi e la sabbia possa assorbire l’umidità dei petali. Dopo quindici giorni si può testare se siano sufficientemente secchi cioè totalmente disidratati.

Conservarli
Una volta pronti si possono conservare fino all’utilizzo in barattoli di vetro asciutti e puliti. Se nel barattolo dovessero comparire farfalline o insetti, si butti immediatamente il contenuto e si rilavi il contenitore con molta cura prima di riutilizzarlo.

Come si fa

La cera va sciolta a bagnomaria

1. La cera va sciolta a bagnomaria e non ci si deve mai allontanare dal fuoco quando la si mette nel recipiente perché in caso di temperature troppo elevate rischia di prendere fuoco. Si scelgano due pentole preferibilmente di acciaio, alte, e si usino utensili di metallo per mescolare. Con un termometro che sopporti le alte temperature, si controlli che la cera sia scesa alla temperatura di 80°C prima di colarla.

quando la cera sia completamente liquida si aggiungano eventuali coloranti

2. Solo quando la cera sia completamente liquida si aggiungano eventuali coloranti, tenendo presente che quando solidifica il colore si schiarisce di molto.

 
prepare il recipiente per dare la forma con lo stoppino

3. Si prepari il recipiente per dare la forma con lo stoppino. Lo stoppino deve essere tenuto fermo sul fondo del bicchiere con una clip o un bullone. Mentre viene colata la cera, lo stoppino va tenuto sollevato fuori dal recipiente agganciandolo a un rametto o a uno spiedino di legno.
Il recipiente può essere un bicchiere che resiste alle alte temperature o uno stampo in silicone per dolci; in ogni caso va unto con olio d’oliva prima di ricevere la cera in modo che la candela esca senza problemi una volta raffreddata.

colare la cera nello stampino e si aggiungano i petali cercando con una spatola di metallo di farli aderire al bordo del contenitore e alla superficie

4. Si coli la cera nello stampino e si aggiungano i petali cercando con una spatola di metallo di farli aderire al bordo del contenitore e alla superficie. Se lo si desidera si possono aggiungere anche dei glitter e qualche goccia di essenza perché la candela profumi consumandosi.

 
candela con i petali

5. Una volta raffreddata la candela nella stampo la si estragga con cura dal contenitore.
Per rendere perfetta la superficie la si lucidi con un collant di nylon.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!