Fare un terrarium di piante grasse

Il terrarium proposto evoca un paesaggio che ricorda le regioni aride, grazie all’uso delle piante grasse. Colore e dimensioni della vegetazione creano un effetto naturale, a cui si aggiunge il tocco contemporaneo del contenitore. Da sistemare alla luce, ma non sotto i raggi del sole, e bagnare nebulizzando una volta al mese.
Elisabetta Pozzetti
A cura di Elisabetta Pozzetti, Fotografo Dario Fusaro
Pubblicato il 20/07/2021 Aggiornato il 20/07/2021
Fare un terrarium di piante grasse

Che cosa ci occorre
• 1 vaso di vetro con maniglia h 24,5 cm, L 46 x Ø 21,5 cm
• Substrato per Cactaceae
• 2 confezioni di granulato bianco di piccola pezzatura (1 confezione da 550 ml)
• mezza confezione di pietre decorative colore natural (1 confezione da 550 ml)
• 1 Echeveria crestata ‘Chrissy’n Ryan’, vaso Ø 4 cm
• 1 Crassula perforata, vaso Ø 4 cm
• 1 Crassula rupestris, vaso Ø 4 cm
• 1 Anacampseros rufescens variegato, vaso Ø 4 cm
• 1 Lemaireocereus pruinosus, vaso Ø 4 cm
• 1 Echeveria, vaso Ø 4 cm
• paletta da giardino
• pinze a manico lungo

Inserire, a piccole manciate, il granulato bianco

1. Lavare e asciugare bene il vaso di vetro senza lasciare aloni. Inserire, a piccole manciate, il granulato bianco fino a formare uno strato alto circa 3-4 cm, per assicurare un drenaggio adeguato. Uniformare e pareggiare il più possibile l’altezza del granulato.

introdurre nel vaso di vetro il terriccio per succulente

2. Aiutandosi con la paletta, introdurre nel vaso di vetro il terriccio per succulente, sempre poco per volta per non sporcare le pareti del contenitore. Formare uno strato di circa 10 cm, cioè poco più alto rispetto ai vasetti delle piante che verranno interrate, per consentire un adeguato sviluppo dell’apparato radicale. Uniformare lo strato ed esercitare una leggera pressione con la mano.

creare 6 buchi larghi quanto il vasetto

3. Irrigare le piantine in vaso e lasciarle scolare. Poi, con la paletta, creare 6 buchi larghi quanto il vasetto (4-5 cm) per facilitare le operazioni successive, evitando di pungersi e sporcare le pareti con la terra.

inserire nel terriccio le piante con le spine

4. Per inserire nel terriccio le piante con le spine, come Lemaireocereus pruinosus, oppure quelle che possono danneggiarsi, è consigliabile usare le pinze, meglio se di acciaio, con le quali agganciare saldamente il pane di terra. Con precauzione, inserire Lemaireocereus nel buco appositamente creato nella parte retrostante del vaso, a fare da sfondo.

interrare dapprima Crassula rupestris e poi Crassula perforata

5. Con lo stesso metodo interrare dapprima Crassula rupestris e poi Crassula perforata (entrambe le piante hanno fusticini eretti) a destra e a sinistra della prima pianta inserita, in posizione leggermente avanzata.

pulire con un panno eventuali tracce di substrato

6. Davanti a Lemaireocereus, nello spazio tra le due Crassula inserire Echeveria crestata ‘Chrissy’n Ryan’. Alla sua sinistra, in posizione avanzata, Anacampseros rufescens variegato e in prima linea, davanti a tutti la rosetta di Echeveria. Premere il terriccio e creare un leggero dislivello, come un pendio, dalle 3 piante iniziali verso le 3 finali. Terminati gli inserimenti, pulire con un panno eventuali tracce di substrato o polvere dall’interno del contenitore.

distribuendo in copertura il ghiaino

7. Terminare distribuendo in copertura, sempre a piccole manciate, il ghiaino in colore natural per chiudere la composizione. Si ottiene un effetto decorativo, che ricorda i colori e le atmosfere dei luoghi di origine delle piante.

terrarium

 

Si ringrazia Leroy Merlin (www.leroymerlin.it) per tutti i materiali e per l’ospitalità durante il servizio fotografico nel negozio di Varese Solbiate Arno.

Altre composizioni fai da te 

Il giardino racchiuso nella sfera di vetro 

La borsa fiorita 

Composizione di piante grasse in scatola 

Composizione di piante da mettere in salotto

Composizione elegante con tulipani 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.25 / 5, basato su 12 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!