EUROFLORA2018, fiori e piante ai parchi di Nervi

Euroflora2018 torna in una nuova veste nei Parchi di Nervi a Genova. Oltre 250 tra florovivaisti, paesaggisti, maestri fioristi e decoratori hanno realizzato 90 aree allestite con milioni di fiori e piante provenienti da ogni parte del mondo. Uno spettacolo floreale da non perdere. Ma attenzione: i biglietti si devono acquistare online.

Alexandra Griotti
A cura di Alexandra Griotti
Pubblicato il 25/04/2018 Aggiornato il 17/08/2018

Inaugurata lo scorso 21 aprile, con temperature estive, Euroflora2018 prosegue fino al 6 maggio nei Parchi e Musei di Nervi (GE). Nella prestigiosa sede – i tre parchi contigui di Villa Gropallo, Villa Saluzzo e Villa Grimaldi Fassio – si spiegano una serie di floralies, quadri realizzati con migliaia di piante e fiori, tutti rigorosamente in vaso per non intaccare il luogo, vincolato dalla Soprintendenza come Parco Storico. Ecco i quadri principali e gli scorci più belli.

euroflora-(22-di-51)

I quadri principali

Welcome
Accoglie i visitatori dopo l’ingresso e si dispiega nel grande prato il quadro Welcome, con 15.000 vasetti di solanum bianco e lithodora azzurra a formare delle spirali fiorite.

Red wave
La fioritura rossa di grande impatto visivo che si sviluppa su un percorso lungo 120 metri, 1.800 mq, con 14.000 margherite bianche e rosse.

Lago delle ninfee
Un laghetto rotondo creato per l’occasione, accoglie 150 ninfee rustiche che devono ancora sbocciare. Per il momento accoglie solo belle calle bianche.

Germinazioni
Cinque pareti di verde verticale formano quinte fiorite che accolgono l’installazione scultorea di 20 peperoncini rossi dello scultore Giuseppe Carta.

Labirinto
Un labirinto lungo 200 metri formato da una siepe con 500 piante di Photinia fraserii alte 180 cm, che ospita i suggestivi “Bouquet di papaveri sospesi” creati da Alain Micquiaux, esperto di aquiloni.

  • Welcome
  • Red Wave
  • lago delle Ninfee
  • Germinazioni
  • Labirinto
  • Labirinto
I giardini “meraviglia nel Parchi”

Sono 13 i giardini di floralies selezionati dalla giuria di esperti nell’ambito del Concorso Meraviglia nel Parchi. Giocosi, concettuali, geometrici, simbolici, i progetti selezionati coniugano l’architettura del paesaggio con la rappresentazione dell’ambiente agricolo e naturale. Il risultato degli esempi di land art che stupisce nel contrasto con le piante secolari del parco.

Gli allestimenti istituzionali e i vivai

Oltre alle installazioni di diverse regioni italiane (piemonte, Liguria, Val d’Aosta, Campania) si segnalano quelle dei Comuni di Genova, Roma, Sanremo e molti altri.
Tra i vivaisti, notiamo le floralies dei Vivai Porcellato, Giorgio Tesi Group, Castagno Vivai.
Tra le presenze straniere, notiamo le orchidee di Taiwan.

Le strutture originali

Gli alberi monumentali, la serra storica e il roseto, oltre alle ville che sono state adibite a strutture museali, rappresentano il cuore dei parchi.
In particolare ci sono diversi alberi monumentali: una Araucaria bidwillii, una canfora e una Yucca. Nella serra oggi viene coltivato il basilico DOP, prodotto della Liguria.
L’importante roseto è una meraviglia – quando fiorito – di specie, varietà, ibridi che si arrampicano sulle strutture ad arco.

  • Il roseto del parco
  • Il basilico nella serra

info

Euroflora è aperta tutti i giorni fino a domenica 6 maggio dalle 9 alle 19.30. Il numero giornaliero dei biglietti disponibili è limitato a 20mila ingressi, quindi si consiglia di acquistare il biglietto on line sul sito www.euroflora2018.it e nei punti vendita Best Union Vivaticket. Il costo del biglietto è di 23 euro, 16 euro ridotto (dai 9 ai 16 anni), ingresso gratuito per bambini fino a 8 anni.

Info tel. 800 070506 e www.euroflora2018.it
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!