Camellia sasanqua ‘Hino de Gumo’ – camelia invernale

La camelia a fioritura invernale è una pianta sempre apprezzata, soprattutto nella stagione fredda quando si presenta carica di fiori colorato.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 15/01/2018 Aggiornato il 15/01/2018

Camellia sasanqua ‘Hino de Gumo’ – camelia invernale con petali di colore bianco con sfumatura rosa al bordoFamiglia: Theaceae

Le camelie fiorite sono fra le piante più gradite nel nostro paese. La camelia invernale, specie sasanqua, è fra le prime a essere disponibile in vaso nei garden, già carica di fiori, pronta per essere posta in giardino nelle regioni con inverni miti, o sulle scale vetrate nelle altre regioni dove il freddo esterno, ma anche il caldo asciutto delle nostre case, la rovinerebbe. Si tratta di piante robuste e rustiche, le più resistenti fra le camelie coltivate a terreni non acidi e alla coltivazione in posizioni assolate. Questa varietà raggiunge un’altezza di 6 metri e una larghezza pari alla metà.

Foglie: tipiche del genere Camellia sono scure, di un colore verde intenso, ma sempre brillante. Leggermente coriacee sono piacevoli al tatto per il leggero rivestimento ceroso.

Fiori: la camelia invernale varietà ‘Hino de Gumo’ ha fiori semplici, grandi, con petali di colore bianco con sfumatura rosa al bordo. Il colore diventa più intenso, passando al rosa e poi al rosso, con l’abbassarsi delle temperature.

Come scegliere: preferire piante giovani, non troppo grandi, compatte, ben fogliate, senza foglie ingiallite e con i fiori ancora in boccio. Osservare con cura i fusti per evidenziare la presenza di cicatrici fogliari fresche segno di sofferenza recente o in corso.

Manutenzione

La potatura si effettua subito dopo la fioritura senza ritardarla perché i bottoni fiorali dell’anno successivo si formano già a partire da giugno.

Scheda pianta: Camellia sasanqua ‘Hino de Gumo’ – camelia invernale

LuceTutte le camelie richiedono luce abbondante, ma temono il sole diretto delle ore più calde. Dopo la fioritura, le piante in vaso, possono essere spostate in una zona a nord, più fresca.
AcquaImpiegare solo acqua dolce, povera in calcare, o acidulata con aceto la sera prima per evitare fenomeni di accumulo che inducono clorosi. Mantenere il terriccio leggermente umido, in estate con alte temperature bagnare in abbondanza.
TerrenoUtilizzare terriccio a reazione acido, specifico per piante come ortensie, azalee e rododendri. Per mantenere questa caratteristica è utile una pacciamatura con materiale acidogeno come corteccia e aghi di pino, torba e terriccio di foglie.
Clima e
temperatura
Le piante temono il caldo e resistono al freddo fino a temperature di –15°C. Piante tipiche di climi temperati con inverni miti ed estati non roventi, in queste condizioni fioriscono abbondantemente, a lungo, e crescono con forza.
ConcimeUtilizzare un prodotto specifico per piante acidofile da distribuire fino al termine della fioritura.
RiproduzioneLa coltivazione da seme è lunga e si preferisce moltiplicarla per talea.
Prezzo: 28 € in vaso di 20 cm di diametro

Foto di Alessandro Mesini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!