Macchie bianche su vasi e terra: che cosa fare

Se compaiano alcune chiazze bianche sulla superficie esterna dei vasi di coccio o di terracotta e anche sulla superficie del terriccio, significa che l'acqua di irrigazione è troppo calcarea oppure che le piante sono state fertilizzate troppo o che è presente la muffa. Vediamo che cosa fare.
Anna Zorloni
A cura di Anna Zorloni
Pubblicato il 20/08/2020 Aggiornato il 20/08/2020
Macchie bianche su vasi e terra: che cosa fare

Le piante del terrazzo sono in splendida forma, rigogliose e colorate di fiori. Il clima caldo e soleggiato di luglio è l’ideale per la fioritura di gerani, dipladenie, plumbago e tante altre specie perenni ornamentali fiorite. Bagnate e concimate nella maniera corretta, si presentano nel pieno della loro bellezza. Spesso capita, però, che compaiano brutte chiazze bianche sulla superficie esterna dei vasi di coccio o di terracotta. Di cosa si tratta?

Questo inconveniente accade soprattutto quando l’acqua utilizzata per irrigare le piante è troppo calcarea. I vasi in materiale poroso, come la terracotta, lasciano traspirare l’umidità verso l’esterno e così, asciugandosi, rimangono i segni dei depositi di calcare, ovvero quelle macchie bianche. Anche la somministrazione di prodotti fertilizzanti diluiti nell’acqua d’irrigazione o forniti direttamente nel terreno, può provocare questo inconveniente.

Come evitare che si formino

Ovviamente sarebbe meglio prevenirne la formazione, utilizzando acqua non calcarea per bagnare le piante: se l’acqua di casa è troppo dura, si potrebbe provvedere a installare un addolcitore al rubinetto. Però i questo caso diventa indispensabile somministrare concimi addizionati dei sali minerali che mancano nell’acqua addolcita, soprattutto calcio, magnesio e ferro.

I vasi, chiazzati di bianco, assumono un aspetto più vissuto, spesso gradevole. Tuttavia chi li vuole ripulire lo può fare come indicato, ma solo a vasi vuoti. Il consiglio, dunque, è di eseguirla al momento del rinvaso, quando si procede al rinnovo del terriccio a inizio stagione.

Come togliere le macchie dai vasi

vasi terracotta con macchie bianche: toglierle con la spazzola e l'acqua e acetoCon una spazzola dalle setole spesse, o di metallo, si procede a ripulire il vaso da residui di terra o sporcizia varia; allo stesso tempo si rimuovono le incrostazioni più evidenti. Quindi immergere il vaso vuoto in una soluzione composta da aceto (in ragione di un quarto) e acqua (tre quarti), per circa 24 ore. Nei casi più difficili, potrebbe anche essere necessario immergere il vaso in aceto puro. Una sciacquata con acqua, infine, renderà il vaso come nuovo.

Sul terriccio potrebbe essere muffa

In questo caso, è probabile che si tratti di muffa. Questa si sviluppa nel caso di condizioni di coltura gestite in maniera poco corretta: umidità eccessiva e scarsa luce sono i fattori principali che ne provocano la formazione.

Sulla superficie del terreno si forma uno strato sottile di muffa bianca rappresentata da funghi saprofiti che crescono e si propagano sulla terra: solitamente si tratta di uno strato superficiale, non profondo, ed è sufficiente eliminarlo con un cucchiaio o una spatola. Per precauzione, meglio eliminare almeno 6-8 cm di terra, anche un po’ più in profondità, così da essere sicuri di togliere ogni residuo contaminato dal fungo. Nei casi più gravi, invece, quando la muffa è sviluppata più in profondità, è necessario sostituire e rinnovare tutto il terriccio, per  evitare che venga intaccato anche l’apparato radicale della pianta, con sviluppo di marciumi. Deve essere eliminato ogni residuo di terra contaminata dalla muffa, anche eventuali foglie marce. Infine, sempre meglio eseguire un trattamento con un prodotto fungicida, per evitare l’eventuale ricomparsa del fungo.

Si può prevenire

Per evitare che si sviluppi la muffa sulla terra occorre bagnare regolarmente le piante senza esagerare ed evitando di lasciare acqua stagnante nel sottovaso: tra una bagnatura e la successiva è fondamentale aspettare che il terreno si asciughi, tastandolo sempre con le dita per verificare. E spostare le piante in una posizione luminosa e dove l’aria circoli liberamente.

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!