Le dalie da coltivare in vaso

Per ottenere un terrazzo ricco di corolle fiorite ad agosto, si consiglia di mettere in vaso adesso, e comunque entro metà maggio, i tuberi delle dalie, nome botanico Dahlia, appartenenti alla famiglia delle Compositae.
Giovanna Rio
A cura di Giovanna Rio
Pubblicato il 05/05/2020 Aggiornato il 06/05/2020
Dalie in vaso

Per avere fioriture colorate e vistose già ad agosto nei vasi e nelle cassette del balcone, oppure del giardino,  adesso è il momento giusto per acquistare (anche online) e mettere a dimora i tuberi delle dalie. Si tratta di tuberi ipogei e carnosi che avranno il tempo di formare numerose radici avventizie, di accrescersi saldamente nel terreno e quindi di fiorire entro fine agosto. Al momento dell’acquisto dei tuberi controllare che siano sodi, senza ammaccature, pesanti, privi di muffa e con il germoglio non più lungo di 3 centimetri. Verificare anche la provenienza: i tuberi che provengono dall’Olanda sono i migliori.

Le varietà più adatte al vaso

La dalia può essere coltivata con successo in vaso purché vengano scelte varietà di piccole dimensioni come per esempio ‘Alabama’ che presenterà fiori doppi, petali larghi e piatti con le punte arrotondate di un colore giallo acceso.

Anche la varietà ‘Gallery Pablo’ è una dalia dal forte potere decorativo e facile da coltivare in vaso perché è alta circa 35 cm; è una specie che sboccia a fine estate e fiorisce con generosità per tutto l’autunno. Ha fiore bicolore con petali gialli al centro, marginati di colore salmone.

Preparare i vasi

Chi ha acquistato i tuberi, deve riempire vasi o cassette con un substrato costituito da una miscela composta da 1/3 di terriccio,1/3 di sabbia e 1/3 di terra da giardino.

In un vaso di 30-40 cm di diametro si possono collocare 3 o 4 tuberi, alla distanza di circa 6-8 centimetri l’uno dall’altro, a una profondità pari al doppio della loro altezza, con la gemma rivolta verso l’alto.

Le dalie amano i climi umidi e l’esposizione ideale è in mezz’ombra.

Le cure

Iniziare ad annaffiare non appena appare il germoglio sulla superficie del terreno e se l’acqua fuoriesce dal fondo del vaso buttarla in modo che non si crei un ristagno idrico.

Non concimare subito, ma solo dopo un mese e mezzo dalla messa a dimora, usando un fertilizzante liquido da mescolare nell’acqua delle innaffiature, una volta ogni 3 settimane fino al termine dell’estate.

Affinché la fioritura della dalia sia compatta, in agosto procedere con la pratica della sbocciolatura che consiste nell’eliminare una volta alla settimana tutti i boccioli laterali che si formano sullo stelo in modo da lasciare solo quelli all’estremità. I boccioli più teneri vanno staccati afferrandoli tra il pollice e l’indice, e torcendoli lievemente. I più grossi vanno invece tagliati con le forbici facendo attenzione a non danneggiare il fusto.

Durante la fioritura

Controllare la pianta almeno una volta a settimana ed eliminare tutte le parti secche ed i fiori appassiti. Verificare regolarmente l’umidità del terreno perché in questo periodo è più sensibile alla scarsità di acqua.

E dopo?

Nelle regioni dell’Italia settentrionale, dove la temperatura durante i mesi invernali può scendere anche di parecchi gradi, è opportuno estrarre i tuberi dal terreno del vaso per evitare che vengano danneggiati dal gelo prolungato. Ripulirli e sistemarli in un sacchetto di carta da porre in una stanza buia, ma fresca e ventilata.

Nelle regioni più miti, dove gli inverni non sono particolarmente rigidi e le gelate sono rare, i tuberi si possono lasciare a dimora nel vaso: in questo modo termineranno il riposo vegetativo interrati per offrire  una nuova fioritura nella primavera successiva.

Per saperne di più

Mettere a dimora le dalie nel terreno

Dahlia ‘Purple Flame’

Dahlia hyb. ‘Happy Single Party

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!