Gerani: scegliere i preferiti tra novità e conferme

C’è chi li vuole per dare colore al balcone, per l’aroma che tiene lontane le zanzare oppure per il fogliame variegato, perché costano poco e durano a lungo oppure perché hanno bisogno di poche cure. Vi proponiamo le varietà più attuali e quelle che ormai sono una certezza su cui contare.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 24/05/2014 Aggiornato il 24/05/2014
geranio Pelargonium peltatum Crocketta edera bianco e rosso

I Pelargoni, chiamati comunemente gerani, sono un genere che annovera circa 200 specie diverse, quasi tutte originarie del Sud Africa. Sono piante adattate a nicchie diverse, dal pieno sole all’ombra, dallo spazio aperto al riparo dei cespugli, caratterizzate da una longevità considerevole per una pianta erbacea, anche superiore ai trent’anni. Giunti in Europa all’inizio del XVII secolo, furono inizialmente coltivati per il profumo delle loro foglie ed è solo a partire dal XVIII secolo che il fiore, selezionato in colori diversi e fioriture vistose, divenne la principale virtù di queste piante. Vi proponiamo le varietà più interessanti da scegliere in base alle diverse esigenze.

Gerani Imperiali: per i fiori

I gerani imperiali o regali, P. macranthum, P. grandiflorum o P. x domesticum, sono piante ibride più sensibili al freddo che dovranno essere ricoverate d’inverno. I fiori sono grandi e vistosi, con colori e forme che spesso richiamano altre specie. Sono i primi a fiorire e già ad aprile ravvivano i balconi, laddove il clima lo consente, ma da giugno in poi la loro rifiorenza scema per produrre solo qualche fiore sporadico. Sono piante da pieno sole. La varietà Fringed Ashram ha bellissimi fiori bianchi con venature che partono dal centro di colore fucsia scarlatto, unici nel genere Pelargonium, riuniti in cime semisferiche.

Pelargonium Fringed Ashram geranio imperiale bianco e viola

Pelargonium Fringed Ashram

Gerani Profumati

I gerani profumati devono essere posti nei luoghi di passaggio dove è possibile apprezzarne la loro caratteristica saliente. Non emanano un effluvio costante ma funzionano a richiesta: bisogna passare una foglia fra le dita per sentirne il profumo. Un gesto che farà di queste piante una preziosa compagnia. C’è chi li usa, e con profitto, per tenere lontano da balconi, finestre e ingressi le zanzare e altri insetti sgraditi.
P. graveolens è la specie che più di ogni altra emana un profumo intenso ma sempre gradito e spesso basta solo passargli vicino per apprezzarne la fragranza. È dotato di una vigoria eccezionale che lo porta a superare il metro di diametro e il metro di altezza.

Pelargonium graveolens geranio colore verde

Pelargonium graveolens

Gerani Zonali: i più forti

Tutti li conoscono e li apprezzano anche per la proverbiale capacità di ripresa quando a primavera si rimettono all’aperto spogli, scheletrici e dopo un mese iniziano a coprirsi di fiori. Non è facile reperire nei garden varietà identificate ma piuttosto piante divise per colore dei fiori.
I Pelargonium Angel sono ascrivibili ai zonali ma con caratteristiche proprie, il gruppo dei gerani Angel è caratterizzato da vegetazione ricca e raccolta. Sono tutte piante capaci di fioriture copiose che iniziano in primavera e proseguono per tutta l’estate.
P. Cransley star è una nuova varietà a fiori con i due petali superiori color lilla e porpora e i tre inferiori rosa chiarissimo, tanto da far pensare di essere bianchi.

Pelargonium Cransley star geranio colore rosa e rosso

Pelargonium Cransley star

Parigini: per un balcone trionfale

Pelargonium peltatum varietà Ville de Paris i cosiddetti parigini, sono ormai i protagonisti indiscussi del mercato per la facilità di coltivazione, la resistenza, l’incredibile quantità di fiori prodotti in una sola stagione e perché sviluppano una ricca vegetazione ricadente che consente spesso di ricoprire l’intero fronte del balcone raggiungendo anche 80 cm. Devono essere bagnati senza sosta, perché più degli altri temono il secco, nutriti con assoluta regolarità e, una volta al mese, rincalzati alla base aggiungendo terriccio perché la dilavazione, il compattamento e l’utilizzo portano a un consumo vero e proprio del substrato che porta alla scopertura delle radici. Vengono commercializzati senza un nome specifico ma suddivisi per colore. Sono ideali per le cassette sul balcone, scelti in uno o più sfumature. Togliere i fiori secchi per farli rifiorire a lungo.

Gerani Edera: i ricadenti

I gerani edera (Pelargonium peltatum) sono ricadenti, ma con misura, composti, compatti, con colori lucidi, fiori luminosi, foglie carnose e piacevoli al tatto hanno uno zoccolo duro di estimatori che non si lasciano tentare da soluzioni più moderne. Sono anche più facili, rispetto ai parigini, da tenere da un anno all’altro.
Fra i gerani edera, P. peltatum varietà Crocketta ha due pregevoli caratteristiche: le foglie color verde brillante percorse da venature più chiare e il fiore bicolore bianco orlato di rosso vermiglio, insolito e molto decorativo.

Pelargonium peltatum Crocketta geranio edera bianco e rosso

Pelargonium peltatum Crocketta

Foglie protagoniste

I gerani da foglia nella quasi totalità sono pelargoni zonali, selezionati per il particolare disegno delle foglie. Queste piante possono essere anche molto fiorifere ma sono ricercate indubbiamente per il valore decorativo della vegetazione. Ben si adattano a essere poste in seconda fila in un balcone, anche in situazioni di luce piena ma non diretta come sotto un portico.
Pelargonium Charmay snow flurry ha foglie di colore bianco avorio con inserti verdi di diversa importanza e intensità. A essere chiare sono soprattutto le foglie della nuova vegetazione così che la pianta al piede si presenta verde e bianca nella parte alta. Le piante giovani, acquistate a primavera, sono quasi tutte bianche. Fiorisce in color malva.

Pelargonium Charmay snow flurry malva bianca e verde

Pelargonium Charmay snow flurry

Gerani Mini: negli spazi ridotti

Si chiamano P. minigrandiflorum e sono gerani mini, selezionati per piccoli spazi, come composizioni o cassettine. Su tutti spiccano per l’intensità dei colori e per la rifiorenza.
Le varietà Burgundi e Butterfly sono le più scelte, anche in abbinamento fra loro per il forte contrasto di colore capace di creare anche in uno spazio limitato un forte punto d’attrattiva per lo sguardo. Perfetti su un tavolino in un patio o sotto un gazebo.

Pelargonium minigrandiflorum Burgundi gerani mini viola e blu

Pelargonium minigrandiflorum Burgundi

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!