Fiori: meglio seminare o acquistare piante già pronte?

Con l'arrivo della primavera cresce la voglia di avere i davanzali e i balconi fioriti. Si può procedere all'acquisto delle piantine già pronte oppure di bustine da seminare. Meglio conoscere i vantaggi e gli svantaggi delle due tecniche.
Anna Zorloni
A cura di Anna Zorloni
Pubblicato il 30/03/2020 Aggiornato il 30/03/2020
Fiori: meglio seminare o acquistare piante già pronte?

L’inizio della primavera coincide molto spesso con la voglia di predisporre nuovi vasi e cassette sul balcone con piante in grado di creare angoli fioriti che durino a lungo. La scelta, generalmente, ricade o sull’acquisto di piante adulte già accestite, in vaso, che devono essere trapiantate, oppure sulla coltivazione di piantine partendo dal seme. Prima di scegliere a quale tecnica affidarsi è importante conoscere i vantaggi e gli svantaggi dei due differenti sistemi.

La semina

È una tecnica di riproduzione che prevede l’utilizzo del seme che si sviluppa sulla pianta madre e se ne distacca a seguito di maturazione. Nella riproduzione da seme (chiamata anche gamica) si verifica il rimescolamento dei caratteri ereditari del polline (parte maschile) con la cellula uovo (parte femminile); in questo modo si ottengono piante leggermente diverse dalle caratteristiche dei genitori. Generalmente si seminano le erbacee annuali e quelle perenni (comprese le piante aromatiche) che possono avere anche portamento arbustivo. Anche se è possibile, di norma, a livello hobbistico, non si seminano alberi e arbusti perché occorrono molti anni prima di vederli crescere e per averne i benefici come per esempio ombra e bellezza del portamento.

PRO:  Tra gli aspetti favorevoli alla semina troviamo il risparmio notevole sulla spesa di acquisto e la soddisfazione nel vedere crescere una nuova piantina che si trasformerà anche in un piccolo cespuglio.

CONTRO: il tempo necessario per avere piantine fiorite è maggiore rispetto alla scelta di una pianta adulta; inoltre le giovani piantine nei primi tempi sono più deboli e fragili rispetto a quelle acquistate nei vivai. Infine, è necessario dedicare più tempo per la buona riuscita di coltivazione, tempo necessario per esempio per l’irrigazione, per la protezione in caso di freddo e di caldo eccessivo accortezze che evitano di fare seccare e morire le giovani piante.

Le piante adulte

Se si decide di acquistare una piantina già adulta, e quindi già accestita, è possibile scegliere tra erbacee annuali, perenni, arbusti e piccoli alberelli e si avrà la garanzia di una pianta più resistente e in grado di fiorire e fruttificare nell’anno della messa a dimora.

PRO: Risparmio di tempo per avere una pianta sviluppata e fiorita rispetto a quella ottenuta dal seme. In più con la pianta acquistata già fiorita è possibile avere un “pronto effetto”. Inoltre queste piante già accestite sono più robuste e resistenti al freddo, al caldo e alle malattie.

CONTRO: Le piante adulte sono però molto più costose del seme; il prezzo varia dalle dimensioni e dalla specie che si acquista.

Adesso si può seminare

Dalla seconda metà del mese di marzo è possibile seminare zinnia, dalia, cosmea, bocca di leone, nasturzio e impatiens. Per evitare che i cali termici ne compromettano lo sviluppo, occorre mantenere i contenitori di semina (vasetti di cartone o di torba, oppure vassoi) in luogo protetto fino allo sviluppo delle piantine.  

Come si fa     

Procurarsi alcuni vasetti di cartone o di torba, riempirli con una miscela costituita da tre parti di torba e una di terriccio universale. Inumidire e pressare il terriccio con le dita. Per ogni vasetto interrare 3-4 semi e coprire con un sottilissimo strato di terriccio. Nebulizzare con un getto fine in modo da non spostare i semi appena seminati. Sistemare i vasetti in una cassetta di legno (vanno bene quelle utilizzate per la frutta) e mantenerli in un luogo dove la temperatura sia compresa tra gli 8 e i 10 °C.

Procurarsi alcuni vasetti di cartone o di torba, riempirli con una miscela costituita da tre parti di torba e una di terriccio universale. Inumidire e pressare il terriccio con le dita. Per ogni vasetto interrare 3-4 semi e coprire con un sottilissimo strato di terriccio. Nebulizzare con un getto fine in modo da non spostare i semi appena seminati. Sistemare i vasetti in una cassetta di legno (vanno bene quelle utilizzate per la frutta) e mantenerli in un luogo dove la temperatura sia compresa tra gli 8 e i 10 °C.

Quando le piante hanno raggiunto l’altezza di 15 cm, estrarle dalla cassetta facendo attenzione a non rompere le giovani radichette e trapiantarle.

Quando le piante hanno raggiunto l’altezza di 15 cm, estrarle dalla cassetta facendo attenzione a non rompere le giovani radichette e trapiantarle.

Quando metterli in posizione definitiva

Le piante raggiungeranno l’altezza di 15 cm dopo circa 60 giorni, quando potranno essere trapiantate in vaso o in piena terra. In aiuola il substrato deve essere vangato, concimato e sminuzzato; se si trapianta in  vaso scegliere un buon terriccio universale alleggerito con aggiunta di sabbia o perlite. 

La zinnia preferisce un’esposizione in pieno sole ma tollera alcune ore di ombra al giorno;

la dalia per fiorire abbondantemente necessita di una buona insolazione per alcune ore ogni giorno, evitare l’ombra completa che inibisce la fioritura. La cosmea deve essere collocata in posizioni soleggiate, ma si sviluppa bene anche in luoghi parzialmente ombreggiati; l’ombra completa inibisce la produzione di fiori.

La bocca di leone necessita di pieno sole per poter ottenere una buona fioritura; il nasturzio necessita di una posizione luminosa e soleggiata, l’ombra causa scarse fioriture.

Impatiens preferisce posizioni semi-ombreggiate o anche ombra completa poiché il sole diretto ne causa un rapido appassimento; la coltivazione in zone molto soleggiate dà origine a piante poco sviluppate, che necessitano in estate di annaffiature molto frequenti.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3 / 5, basato su 3 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!