Sotto l’albero di Natale, il gioco fai da te per cane e gatto

Natale è tempo di regali, anche per cane e gatto. Palline, tiragraffi fino ai sempre più apprezzati kong. Oppure si può scegliere di lasciare spazio alla fantasia e alle proprie abilità, realizzando con il fai da te un gioco: e sarà davvero un dono speciale.
Roberta Marino
A cura di Roberta Marino
Pubblicato il 18/12/2019 Aggiornato il 18/12/2019
Sotto l’albero di Natale, il gioco fai da te per cane e gatto

Per chi volesse un nuovo giocattolo per il proprio animale domestico, la soluzione più economica, creativa e ricca di soddisfazioni è quella di realizzarlo con le proprie mani. Non servono materiali costosi e nemmeno particolari abilità artistiche: è sufficiente riutilizzare qualche oggetto di scarto (cartoni, calze, corde ad esempio) e affidarsi con fiducia alla propria inventiva sbizzarrendosi con idee semplici od originali. E per chi volesse qualche suggerimento, ecco alcune proposte, da modificare in base alle proprie esigenze o necessità. Quest’anno, sotto l’albero, ci potrà essere per il nostro amico a quattro zampe un gioco fai da te veramente speciale!

Giochi per il cane: calze, corde e palline

Rosicchiare, scavare, correre: sono queste le attività preferite dal cane. Ancor di più se possono essere messe in pratica insieme al proprio compagno umano oppure, in mancanza di lui, se si può giocare con i suoi oggetti personali, calzini e ciabatte soprattutto. Per un gioco fai da te davvero unico, quindi, si può pensare di realizzare un oggetto semplice ma sicuramente apprezzatissimo, a costo zero, ridando vita proprio a vecchi indumenti o scatoloni.

>Il più classico è quello che prevede il riciclo di un vecchio calzino che può trasformarsi con poche semplici mosse in una morbidissima “palla fluttuante” da rincorrere e mordicchiare. È sufficiente recuperare quattro calzini spaiati che da tempo ormai sostano solitari nel cassetto, scegliendone uno più grande degli altri. Quest’ultimo diventerà il “contenitore” per i tre restanti che costituiranno l’imbottitura del gioco fai da te, da infilare all’interno del piede del primo: un nodo ben stretto e il gioco è fatto! Per una palla più piccola possono bastare anche due calze (di cui sempre una più grande dell’altra) ma molto dipende dalla taglia del cane e, di conseguenza, del suo morso. Questo gioco fai da te è perfetto per essere lanciato con facilità, mordicchiato senza danni e, a fine utilizzo, gettato senza rimpianti.

>Frugando nei vecchi bauli si potranno certamente ritrovare vecchi maglioni, jeans logori, coperte di pile e quant’altro: anziché buttarli si potranno trasformare in quei giochi fai da te a corda che si possono trovare anche nei negozi per animali e che, solitamente, i cani adorano. Si dovrà semplicemente avere l’accortezza di tagliare a striscioline i vari tessuti e riunirli intrecciandoli, chiudendoli ai lati con altra stoffa. Per una treccia più sofisticata e divertente ci si potrà sbizzarrire aggiungendo una pallina da tennis bucata, da infilare al centro. Una “pallacorda” molto simile si potrà realizzare a partire da un pezzo di corda un po’ robusta, al centro della quale verrà infilata la pallina chiudendo poi con due nodi ai lati.

>Anche una semplice scatola di cartone può riprendere vita e trasformarsi in un gioco fai da te: inserendo alcuni croccantini all’interno di una fessura, il cane si potrà divertire facendo rotolare la scatola-cubo e cercando di fare uscire il cibo. Qualcosa di molto simile si può creare con una bottiglia vuota magari avvolta in uno straccio, in una vecchia maglietta e chiusa ai due lati a ‘mo di “caramella”: il rumore della plastica che scrocchia mordicchiandola rappresenterà già da solo un divertimento per il cane, senza rischio di farsi male. Ancora: un vecchio tubo in PVC resistente opportunamente forato e riempito di crocchette sarà per lui un passatempo di grande soddisfazione.

Il trucco per attirare il cane a giocare

In tutti i casi è bene sapere che per attirare il cane verso un gioco fai da te (preferibilmente di stoffa) si può cospargere quest’ultimo con essenza di anice. Anche semi di anice inseriti in un giochino di plastica possono renderlo più allettante.

Giochi per i gatti: stimolare la loro innata curiosità

Quante volte si è notato che, tornando a casa con i sacchetti della spesa di carta, il micio ha iniziato a nascondersi all’interno in un vero e proprio “nascondino” felino?

A un gatto basta poco per trovare un gioco fai da te: un gomitolo di lana, un tappo di sughero, una scatola di cartone, un rotolo di carta igienica. Partendo da queste semplici basi, quindi, si potranno inventare passatempi di ogni genere e tipo, lavorando con la fantasia e con l’aiuto di alcune indicazioni, tutte da arricchire a seconda del proprio estro e del proprio…micio. Il materiale occorrente sarà tutto a costo zero o quasi.

> Il gioco fai da te più semplice e davvero immediato è la classica “pallina”: si può realizzare solo con un po’ di carta, arrotolando la stagnola avanzata su un guscio di noce o caramelle (ma assolutamente NO cioccolatini!). Per una pallina più “ricca” e variegata si potrà fare appello alle tecniche basilari del bricolage magari imbottendo uno straccio con erba gatta oppure utilizzando cartoncino robusto (ad esempio quello sempre dei rotoli di carta terminati) tagliato a strisce e incollato a ‘mo di pallina ma lasciando piccoli spazi liberi in modo da poter infilare all’interno croccantini o altre ghiottonerie o, per esempio, piccoli sonaglietti.

> Per chi è abile con l’uncinetto o i ferri la pallina potrà essere realizzata anche a maglia o a crochet. Con le medesime tecniche si possono improvvisare gli amatissimi topini imbottiti di ritagli di stoffa o di foglie tritate di erba gatta o, ancora, realizzati interamente con i medesimi scampoli e arricchiti con “codine” di spago e baffetti cuciti.

>I tappi di sughero bastano già da soli a far impazzire di divertimento il micio: se poi si aggiungono nastri colorati ai lati, aiutandosi con un punteruolo per bucare il sughero, la soddisfazione è garantita.

>In commercio si trovano bellissimi tiragraffi di ogni genere e tipo, anche molto sofisticati e spesso a prezzi esorbitanti: per chi non ha modo di acquistarli e vuole cimentarsi in qualche gioco fai da te , è sufficiente tenere da parte il vecchio zerbino di casa, ad esempio, ormai logoro e poco utile che riprenderà vita incollato saldamente a un’asse di legno oppure fissato al muro. I più esperti o arditi potranno realizzare strutture a più piani con mensole inutilizzate, impilate e rivestite con stoffa o parti di moquette,

>I gatti adorano infilare zampette, musini, scavare, cercare, nascondersi: i rotoli di cartone già di per sé potrebbero bastare, ma con gli stessi incollati insieme tra loro e l’aggiunta di alcune parti di scatoloni, è possibile creare “parchi divertimento” piramidali con aperture, fori e magari, ancora una volta, nascondendo all’interno snack golosi o l’immancabile erba gatta.

>Quante volte mentre si cuciva è capitato di osservare il proprio gatto iniziare a dare “la caccia” al rocchetto del filo come una preda da catturare? In effetti si tratta di un giochino tanto semplice quanto gradito: per la sua forma, il suono che produce facendolo rotolare, l’impossibilità di “catturarlo”. Per renderlo ancora più apprezzato si può rivestire con scampoli di stoffa o di feltro annodati ai lati e cuciti a forma di caramella.

>Un gioco fai da te molto facile da realizzare consiste nell’attaccare con dello spago parti di stoffa a un bastoncino e farlo muovere in modo che il micio possa cercare di prenderli. In alternativa all’estremità della “canna da pesca” si potranno attaccare finte piume, animaletti o una semplice pallina di stagnola.

>Infine, le scatole di plastica (ad esempio quelle dove si mettono i giochi dei bambini) o anche solo delle scarpe, possono essere forate sul coperchio con un’ampiezza tale da far passare le zampine del micio e riempite con palline, pupazzetti, topini e altri piccoli giochi.

Idee giochi per conigli e criceti

Anche i conigli e i criceti giocano! Per quanto apparentemente pacifici, timidi e un po’ apatici, se messi a confronto con cani e gatti, possiedono una loro indole giocosa e peculiare della specie.

Come negli altri casi, non servono abilità o materiali specifici ma è sufficiente conoscere le necessità dei coniglietti e cercare nei vecchi bauli di casa e magazzini materiale avanzato per realizzare ottimi giochi fai da te.

>Per i conigli, ad esempio si può realizzare un piccolo percorso a ostacoli con cartoncini, scatole e rotoli di cartone (le dimensioni ovviamente adeguate all’animale) alternati a gambi di sedano e ciuffi di fieno. Anche un tunnel di vimini è perfetto per questo scopo. Al pari del gatto, poi, il coniglio ama palline di cartone create a partire da rondelle di eguale spessore e incastrate tra loro: provare per credere!

>Per i criceti, invece, al posto della solita ruota, si può pensare a un vero e proprio labirinto utilizzando semplicemente un po’ di cartoncino, colla e crocchette specifiche. Si dovrà prima di tutto disegnare sul cartoncino il labirinto che, ovviamente, dovrà prevedere passaggi segreti e vicoli ciechi. Quindi, seguendo il percorso definito, si incolleranno in perpendicolare le varie pareti esterne di cartoncino lungo i quattro lati e, con altri pezzi, le “stradine” interne che condurranno, dopo varie peripezie, all’ambita ciotolina con il premio.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!