Se il gatto è dispettoso

Impertinente, ruffiano, curioso: amiamo il gatto per queste sue caratteristiche affascinanti e misteriose e gli perdoniamo i piccoli e grandi disastri che combina in casa nel suo gioco esplorativo. È possibile, però, cercare di arginare i possibili danni con alcuni stratagemmi.
Roberta Marino
A cura di Roberta Marino
Pubblicato il 28/09/2020 Aggiornato il 28/09/2020
Se il gatto è dispettoso

Il divano? Un albero dove affilare gli artigli. Un vaso? Una pianta da scavare e sperimentare. Il letto? Un territorio nel quale marcare la propria presenza. Per il micio, la casa è una piccola giungla da esplorare: soprattutto per quei gatti che, sfortunatamente, non possono scorrazzare in giardino ed esprimere la loro natura felina. A loro, quindi, non resta che cercare di sublimare gli ampi spazi aperti, i nascondigli tra i cespugli, gli alberi sui quali arrampicarsi o le prede da cacciare, con qualcosa di casalingo che, in qualche modo, li riporti allo stato selvatico. Quelli che vengono erroneamente interpretati come dispetti, infatti, spesso non sono altro che necessità istintive e primordiali del micio che, in qualche modo, deve cercare di mettere in atto. Inutile, quindi, arrabbiarsi o sperare di poter “educare” il gatto a proprio piacimento: mentre con un cane un tentativo di educazione e addestramento è non solo possibile ma auspicabile, con il felino di casa bisognerà agire alla sua pari: d’astuzia. Non si tratterà di ordini, comandi, rinforzi positivi come nel cane, ma di un’educazione più sottile attraverso la quale il gatto potrà comunque esprimere i suoi bisogni senza sentirsi limitato o costretto. E, soprattutto, senza accorgersi che lo state educando. Ecco, quindi, un piccolo vademecum di strategie di sopravvivenza ai danni più o meno involontari del gatto, per salvare la casa e mantenere un rapporto sereno con il proprio micio.

Pepe ed erba gatta per salvare le piante

La casa dove vive un gatto salta subito agli occhi: di solito le piante sono rarissime, se non inesistenti. Il micio dispettoso spesso ha l’abitudine di rosicchiare le foglioline rovinando qualsiasi pianta. Oppure scava nella terra svuotando il vaso. In realtà non si tratta di un vero dispetto: al di là della curiosità, per il micio mangiare erba è un’esigenza vera e propria perché lo aiuta a ripulire lo stomaco dai boli di pelo ingeriti durante l’accurata pulizia quotidiana. Per questa ragione è sempre meglio fornirgli erba per i gatti specifica e lasciarla a disposizione. Per distogliere dalla sua attenzione le altre piante, meglio distribuire grani di pepe nel vaso: il pepe, infatti, ha un sapore e un odore sgraditi e lo faranno arretrare a ogni nuovo tentativo di assalto.

Erba gatta Golden line di Franchi Sementi

Nella linea Golden Line di Franchi Sementi, c’è la gamma a tema I Piccoli Amici, sementi idonee alla crescita di erba e piante gradite ai nostri animali domestici, dal coniglio al canarino dal porcellino d’India alla tartaruga e altri. Per il gatto ci consigliano Nepeta cataria, pianta rustica e di facile coltivazione, con foglie di colore verde intenso e margine dentellato. Indicata per coltivazione in vaso o in aiuola, è chiamata anche erba gatta e può avere effetti stimolanti sul comportamento dei gatti che sono attirati dal suo profumo. Una bustina costa 2,50 euro. www.franchisementi.it

 

Tiragraffi e microfibra: il divano è salvo

Farsi le unghie sui tessuti ruvidi di divani e poltrone, per il micio è davvero una grande soddisfazione, e una fonte di stress per i proprietari. Ancora una volta, però, non si tratta di un dispetto: è un bisogno ancestrale da soddisfare anche per marcare il territorio.

I gatti infatti hanno le unghie retrattili che non vengono intaccate mentre camminano ed emergono solo quando servono. È necessario, quindi, per loro graffiare le superfici ruvide in modo da eliminare il lato più esterno e consumato e mantenere le unghie affilate e pulite, rinnovate.

Per ovviare a questo problema può essere utile ricoprire il divano e le poltrone con tessuti appositi, lavabili, antimacchia e resistenti. Un materiale che rivela perfetto da questo punto di vista è la microfibra: si tratta di un tessuto liscio che quindi non è particolarmente gradito dal gatto per farsi le unghie, non trovando soddisfazione.

A quel punto, però, è necessario fornire al micio un’alternativa: non potendosi arrampicare sugli alberi, in casa i gatti avranno bisogno di tiragraffi alti e robusti sui quali sfogarsi senza problemi. Il tiragraffi potrà essere posto proprio accanto al divano o alla poltrona presi di mira, utilizzando magari una spolveratina di Nepeta cataria (chiamata anche erba gatta, che attira il gatto e si vende anche in polvere) per rendere il tiragraffi ancora più “appetibile”. Esistono anche tiragraffi da posizionare proprio attorno ai braccioli del divano, che rispettano la forma e li proteggono.

Si può tentare anche di spruzzare dissuasori spray che allontanino il micio dal divano. È buona norma, poi, tenere spuntate le unghie con l’apposita tronchesina prestando attenzione a tagliare a 1 mm circa dalla parte bianca, non toccando assolutamente quella rosata dove passano i capillari sanguigni. Questa operazione, eventualmente, potrà essere effettuata periodicamente dal toelettetore o dal veterinario in occasione dei controlli.

Tiragraffi a forma di funghetto di Camon

A forma di funghetto questo tiragraffi è grazioso, allegro e colorato, attira l’attenzione del tuo gatto e lo mantiene attivo nei pomeriggi da passare in casa. Il rivestimento è in juta per consentire al micio di farsi comodamente le unghie e così risparmiare i divani e i tappeti di casa inoltre potrà giocare con la pallina appesa al funghetto. Il tiragraffi a colonna è un prodotto di Camon e costa 39,90 euro, www.camon.it

Race & Scratch, gioco con tiragraffi e pallina, di Trixie

Race & Scratch è un gioco per gatti curiosi e intelligenti, in plastica con tavoletta tiragraffi di cartone rimovibile inserita al centro stimola l’attività del micio che si diverte facendo girare nella pista la pallina. La pallina è in plastica, si svita e si apre dando la possibilità di inserire del catnip al suo interno per attrarre anche il felino più diffidente. Il gioco ha diametro di 37 cm con piedini antiscivolo in gomma è un prodotto di Trixie e costa 15,90 euro, www.trixie.it

Se urina fuori dalla lettiera, forse è a disagio

Purtroppo capita: quando il gatto ha qualcosa che lo infastidisce, per prima cosa fa i bisogni fuori dalla cassettina. Solitamente, poi, i luoghi prescelti sono comodi e morbidi come cuscini, poltrone o il letto del proprietario. Continui lavaggi anche in tintoria non aiuteranno a eliminare il problema tanto più che l’odore dell’urina del gatto, tipicamente di ammoniaca, è davvero intenso e fastidioso.

Se il gatto non fa i suoi bisogni nella cassetta sicuramente non sta bene: potrebbe avere un problema di salute reale che gli impedisce di raggiungerla, oppure incontinenza o un disturbo renale o alle vie urinarie.

O ancora: potrebbe non gradire il cambiamento della lettiera magari eccessivamente profumata o di un materiale che lo infastidisce, perché magari si attacca ai polpastrelli o rilascia troppa polvere. Oppure, al contrario, la lettiera potrebbe essere sporca e maleodorante oppure l’odore del detersivo utilizzato potrebbe essere troppo intenso.

Infine, anche un cambiamento di casa, di arredamento, l’arrivo di un bambino o di un nuovo animale in famiglia possono far sentire il micio a disagio che, per natura, è abitudinario e ha bisogno di riferimenti costanti nel proprio territorio.

Escludendo, quindi, in primis che si tratti di un problema di salute, andrà salvaguardato innanzitutto il letto o la zona presa di mira (almeno temporaneamente) con teli protettivi impermeabili.

Quindi si dovrà agire su più fronti: ripristinando la vecchia lettiera abituale se è stata cambiata, aumentando il numero delle cassettine nella casa posizionandole proprio vicino al luogo dove sporca, spostando le cassette da zone rumorose o affollate, lontano da dove mangia o dove il micio non si senta tranquillo e possa spaventarsi, rinnovando frequentemente la sabbietta in modo che sia sempre pulita.

Un aiuto in più, soprattutto in caso di gatti stressati e ansiosi, può essere offerto dai feromoni appaganti per gatti: collocati soprattutto nella zona di maggiore permanenza del micio lo aiuteranno a ritornare alle vecchie e sane abitudini di un tempo.

Privè di Bama box lettiera per gatti con porta basculante

Elegante e riservato, ideale anche per il gatto più esigente Privè è un box lettiera che consente di tenere in ordine e pulita la casa. Il design è innovativo, la progettazione tecnica è mirata alla massima facilità di montaggio e di gestione e il decoro simil cesta di paglia ad alto dettaglio lo rendono unico ed inconfondibile. Il box è fornito di una comoda porta basculante che facilita il passaggio del micio, il filtro a carboni attivi cattura ogni odore e la paletta raccogli sporco è inclusa. Disponibile in color tortora e ghiaccio è di Bama e costa indicativamente 19,90 euro, i ricambi filtri antiodore costano 2,90 euro, www.bamagroup.com

Un lamento nella notte: cerca attenzioni

A volte capita che il micio possa tenerci svegli nella notte con i suoi lamenti. Sicuramente questo accade in maggior misura se il micio non è sterilizzato: il gatto “in amore” (ossia in calore, maschio o femmina che sia) di notte chiama il suo amato o la sua amata e, soprattutto se non può andare in giro a cercarlo, lo cerca a gran voce.

In ogni caso, comunque, il gatto è un animale notturno, un predatore che ama girovagare ed esplorare di notte mentre dorme molte ore durante il giorno: è inevitabile, quindi, ancora una volta che la sua natura si esprima anche se vive in un semplice appartamento.

Ecco allora che, per cercare di ribaltare questa situazione, bisogna cercare di “intrattenere” il gatto di giorno o al rientro a casa verso sera facendolo giocare con palline, giochini, fili o altro soprattutto se trascorre molte ore in solitudine e non ha modo di uscire da casa per curiosare, arrampicarsi, esplorare, stancarsi.

Una piccola strategia, poi, consiste nel fornirgli il cibo circa un’ora prima di coricarsi. Il gatto, infatti, rispetta una routine specifica: prima gioca e “caccia”, poi mangia, quindi si lava e dorme. Seguendo questo suo ritmo naturale, facendolo giocare e poi somministrandogli la pappa gradita lo si renderà felice, soddisfatto e stanco al punto giusto per addormentarsi sereno.

BWild Grain Free Formula Gatto Adulto merluzzo con patate e lenticchie di Monge Natural Superpremium

Nella linea Natural Superpremium di Monge, BWild Grain Free Formula Gatto Adulto merluzzo con patate e lenticchie, è un alimento completo e bilanciato per gatti adulti che favorisce il benessere del gatto grazie alla selezione di fonti alternative di carboidrati non derivati dai cereali (lenticchie e patate) e ingredienti di elevata qualità come il merluzzo. Contiene taurina per il supporto delle funzioni cardiache e acidi grassi omega 3 per mantenere il pelo lucido infine il complesso prebiotico sinergico XOS + MOS con aggiunta di spirulina e yucca supporta una corretta attività intestinale. È un prodotto Made in Italy, no Cruelty Test e senza coloranti e conservanti artificiali aggiunti, è di Monge e nel formato da 1,5 Kg costa 16,40 euro. www.monge.it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!