Il cane bassotto: un generale a quattro zampe

Piccolo, simpatico, dall'aspetto buffo di un salsicciotto: il bassotto sembrerebbe il classico cane da compagnia da tenere in braccio e coccolare. Vero, ma solo in parte: conoscendolo meglio ci si potrà sorprendere per i lati inaspettati del carattere.
Roberta Marino
A cura di Roberta Marino
Pubblicato il 12/06/2016 Aggiornato il 12/06/2016
bassotto

Dachshund: ossia Dachs (“tasso”) e Hund (“cane”) o Dachs Krieger ( “cacciatore di tassi” ): è questo il nome originale del bassotto tedesco. In origine, infatti, questi cani erano impiegati per stanare i tassi nei terreni di caccia oppure nei dintorni delle corti reali di tutta Europa, tra cui ad esempio quella della regina Vittoria. Secondo alcuni esperti, tuttavia, i primi esemplari di questa razza canina risalgono addirittura all’antico Egitto: sono state, infatti, rinvenute incisioni raffiguranti cani con zampe piccole e resti mummificati di cani simili ai bassotti estratti da antiche urne funerarie egizie.
I bassotti tedeschi originali erano più grandi di quelli attuali con un peso compreso tra i 14 e 18 kg.
Per molto tempo simbolo della Germania (anche il Kaiser Guglielmo II e Erwin Rommel erano celebri per i loro bassotti), vennero anche utilizzati nella satira politica europea per ridicolizzare alcuni aspetti del governo tedesco.

Tre tipi per tre taglie

In totale esistono nove varietà di bassotto che si distinguono per taglia, lunghezza e tessitura del pelo.
La lunghezza del pelo: esiste il bassotto a pelo corto, il bassotto a pelo ruvido o duro e il bassotto a pelo lungo (i colori variano dal marrone scuro al biondo platino).
Tre taglie differenti: c’è il bassotto standard, il bassotto nano e il bassotto kaninchen (che in inglese chiamano spesso toy).
In generale il bassotto è un cane fisicamente più lungo che alto (un salsicciotto a quattro zampe!), con zampe corte ma ben salde e muscolose. La testa ha una forma allungata, la coda è relativamente corta e in linea con la sua schiena.

Attivi, coraggiosi e un po’ attaccabrighe

Vivace, attivo e simpatico, il bassotto è un cane che ama giocare e stare in movimento. Molto affettuoso e incredibilmente leale con la propria famiglia, è in grado di stare volentieri con i bambini ma solo se abituato: è importante che siano rispettati i suoi spazi e accettati i momenti in cui non desidera giocare.
Si tratta, infatti, anche di un cane piuttosto tenace, testardo e talvolta irritabile: per questa ragione va educato con pazienza e fermezza. Viceversa potrebbero emergere i tratti peggiori del suo carattere come gelosia, possessività, fino a sfiorare l’aggressività.
Intraprendenti e coraggiosi, i bassotti non hanno timore di nulla: nonostante la piccola taglia si credono grandi e forti come avessero il corpo di un Dobermann sia con gli altri cani che con le persone. Le piccole dimensioni non devono trarre in inganno e far ritenere di avvicinarsi a un docile cane da compagnia: si tratta di un cane dalla forte personalità, efficiente guardiano, molto vigile e diffidente verso gli estranei.

La salute: attenzione a freddo e ossa

In generale il bassotto è un cane molto robusto e piuttosto longevo. Tuttavia, come tutti i cani di piccola taglia, soffre il freddo e non deve vivere in giardino soprattutto durante la stagione invernale.
Proprio il freddo, i movimenti bruschi o non adatti (come saltare o percorrere lunghe rampe di scale) e i chili di troppo sono tra gli elementi che possono mettere a rischio la sua schiena e la delicata colonna vertebrale già facilmente soggetta a discopatie.
I bassotti, infatti, sono predisposti alla malattia del disco intervertebrale (IVDD), come altre razze di piccola taglia, una malattia che provoca il rigonfiamento verso l’esterno o la rottura del materiale gelatinoso tra le vertebre dell’animale, che inizia a spingere contro ossa e nervi. L‘IVDD può provocare dolore, problemi di controllo della vescica e persino la paralisi. Per ridurre il rischio che contragga questa patologia sarà quindi necessario prendere una serie di precauzioni:
mantenere il peso adeguato con un’alimentazione corretta, evitando bocconi extra e aumentando l’attività fisica
imparare a tenere in braccio il bassotto nella maniera giusta, sostenendo il posteriore con una mano e la pancia con l’altra
aiutare il cane a salire e scendere le scale ed evitare che salti sui letti o divani
usare un’imbragatura (pettorina) e non il collare per portarlo a spasso.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!