Cane: gli alimenti da evitare

Il cane vorace mangerebbe tutto quello che trova. Alcuni alimenti però non gli fanno bene e possono creare qualche fastidioso problema. Meglio sapere che cosa è bene evitare per non incorrere in mal di pancia e intossicazioni.
Roberta Marino
A cura di Roberta Marino
Pubblicato il 28/01/2021 Aggiornato il 28/01/2021
Cane: gli alimenti da evitare

Un boccone caduto da tavola, la tentazione di cedere alle sue lusinghe o il “furto” di una zampetta lesta e il danno è presto fatto: il nostro cane è riuscito ad appropriarsi di quell’alimento, proprio quello che non avrebbe dovuto assaggiare. Nella maggior parte dei casi, questo si traduce semplicemente in uno strappo alla regola e, magari, in qualche passeggero disturbo gastro-intestinale. Non è il caso, però, di abbassare la guardia perché alcuni cibi sono realmente tossici e pericolosi per il cane. Ecco perché è bene conoscerli e, ovviamente, evitarli. E bisogna sempre ricordare che la soluzione migliore è optare per i cibi specifici per cani, da scegliere in base all’età, alla fase della vita, alla presenza di eventuali disturbi e anche alla stagione

I cibi da tenere fuori portata 

Quando mangia, raramente lascia qualche avanzo: ingordo e vorace, il cane svuota sempre la ciotola e, spesso, va ancora alla ricerca di cibo da tavola. Così, di fronte a quello sguardo implorante, spesso il proprietario ignora le regole di buona alimentazione del cane: ed ecco che l’animale vede arrivare dolci, frutta secca, avanzi di carne con ossa e così via. Questi alimenti però possono causare disturbi nel cane, un malessere, vomito, diarrea o sintomi anche più seri. Ecco quindi una carrellata degli alimenti “proibiti”, alcuni dei quali più facili da intuire ma altri, invece, potrebbero essere inaspettati.

Aglio e cipolla

Urine di colore rossastro e mucose pallide sono i sintomi di un’intossicazione da cipolla, le cui sostanze tossiche causano anemia emolitica con rottura dei globuli rossi. Situazione analoga si verifica per l’ingestione da aglio, con l’aggiunta di sintomi quali vomito e diarrea. Da evitare anche porri ed erba cipollina.

Avocado

Sembra incredibile, eppure l’avocado è pericoloso per il cane, e non solo per il rischio di ingestione del nocciolo ma anche per una tossina (la persina) contenuta nella buccia, nelle foglie e nel nocciolo stesso. Si tratta solo di una lieve intossicazione ma nel dubbio meglio evitare.

Broccoli

Possono avere effetti irritanti sulla mucosa intestinale del cane a causa di una molecola (isotiocianato) contenuta in questa verdura.

Caramelle

Una pessima abitudine, purtroppo molti diffusa, è quella di dare al cane qualche caramellina da masticare solo perché ne è ingolosito. Si tratta di alimenti già di per sé poco salutari per l’uomo ma ancora di più per questo animale a causa dei dolcificanti artificiali (come lo xilitolo) contenuti, a immediato rilascio di insulina che provocano ipoglicemia. Inoltre sono dannose per il fegato.

Cioccolata e cacao

Contengono teobromina, sostanza che, come la caffeina, è tossica per il cane. Non tutti sono sensibili nella stessa misura a questi alimenti: alcuni cani manifestano semplicemente vomito e diarrea, altri innalzamento della pressione sanguigna, convulsioni, tremori, respirazione affannosa fino al rischio per la vita. La dose letale è di 100-200 mg per chilogrammo, quindi bisogna valutare la taglia del cane. In particolare nella cioccolata fondente la concentrazione della teobromina è ancora più elevata rispetto a quella al latte e si mantiene inalterata anche dopo la cottura.

Dolci e merendine

Non sono alimenti adatti al cane per l’alto contenuto di zuccheri che incentivano aumento di peso e predisposizione al diabete, a lungo termine e problemi dentali.

Fegato

Da evitare poiché in grandi quantità causa tossicità della vitamina A, con deposito di rame proprio nel fegato del cane stesso.

Fritti

Non particolarmente benefici nemmeno per l’uomo, per il cane possono causare danni al pancreas (pancreatite) a causa della presenza di grassi saturi.

Insaccati

Salsicce, mortadella, prodotti essiccati e il prosciutto crudo che si offrono con tanta naturalezza ai cani sono pericolosi per la presenza di spezie e le alte concentrazioni di sodio e nitrati, che provocano problemi digestivi e danni ai reni. Lo stesso discorso vale per le carni eccessivamente lavorate.

Lievito

Tende a fermentare e quindi a produrre gas nell’apparato digerente. Può anche rilasciare etanolo, con conseguente avvelenamento da alcol. Va quindi prestata attenzione anche all’ingestione di pasta di pane e pasta lievitata cruda.

Luppolo (e birra)

Causa difficoltà respiratorie, aumento frequenza cardiaca, temperatura elevata, portando nei casi più gravi alla morte. Alcune razze sono particolarmente sensibili e predisposte all’ipertermia: Labrador, Dorberman, Pointer, Greyhound, Border Collie, Springer Soaniel, San Bernardo, Razze nordiche in genere.

Noci

Sia quelle classiche che di Macadamia sono pericolose per il cane perché causano ostruzione intestinale che si manifesta con vomito, dolori addominali e diarrea. Nei casi più gravi si arriva anche a problemi neurologici. Inoltre l’alto contenuto di fosforo può causare disturbi ai reni. Le noci di Macadamia sono tossiche anche a basse dosi (4-5 noci per un cane d 10 kg).

Ossa

Una vecchia e pessima abitudine è quella di dare al cane ossa da rosicchiare. Il rischio di perforazione (se appuntite come quelle di pollo) od occlusione intestinale e dell’esofago (nel caso di quelle di bovino) è sempre in agguato perché possono sgretolarsi: sempre meglio optare per snack formulati specificatamente per cani che, oltre a non essere pericolosi, rappresentano un toccasana per la salute dei denti.

Rabarbaro

Sono le foglie a essere pericolose se ingerite in grandi dosi. Bisogna prestare realmente attenzione perché gli effetti sono convulsioni, coma e anche morte dell’animale.

Solanacee

Pomodori troppo acerbi, germogli di patate e melanzane, contengono solanina, una tossina che il cane non riesce a metabolizzare.

Spezie e sale in genere

Tutti gli alimenti troppo conditi o speziati sono nocivi per il cane perché non sono tollerati dal suo intestino. Per questa ragione non è il caso di dare avanzi di cibo da tavola perché spesso si tratta di alimenti molto elaborati e di difficile digestione.

Uova crude

Oltre alla salmonella (un pericolo anche per gli umani), l’albume delle uova crude può bloccare gli effetti della biotamina, la vitamina B che agevola la crescita del pelo.

Uva

Sia quella fresca in grappoli che l’uva passa (la classica uvetta) non devono essere mai somministrate al cane perché possono interferire con il regolare funzionamento dei reni e causare difficoltà a eliminare l’urina. Oltre ai dolori addominali e al vomito, la conseguenza può essere un’insufficienza renale acuta.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!