Sostituire la doccia limitando i lavori

Durante la ristrutturazione del bagno, è possibile sostituire o spostare la zona doccia limitando gli interventi murari.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 02/11/2014 Aggiornato il 02/11/2014
Sostituire la doccia limitando i lavori

La posizione di una nuova doccia va innanzitutto studiata in relazione allo scarico idraulico esistente. Per una doccia più ampia, si può decidere di sostituire quella vecchia con un modello più grande – che verrà semplicemente allacciato alle tubature esistenti – o realizzare un angolo doccia nuovo con scarico anche a parete, che evita di rompere il pavimento per realizzare il nuovo scarico con le pendenze adeguate al deflusso dell’acqua. Anche se si vuole spostare la doccia, l’intervento non comporta particolari problemi, perché i tubi si possono murare in una traccia profonda soltanto pochi centimetri. Per semplificare l’intervento è possibile utilizzare moduli prefabbricati per docce “a parete”. Si tratta di invisibili fessure sullo spigolo fra pavimento e parete in cui defluisce l’acqua. Una soluzione che non solo facilita l’inserimento di una zona doccia in qualsiasi parte del bagno, ma semplifica la posa di scarico e rubinetteria, risolvendo in modo efficace uno dei problemi più complessi per l’installatore. L’utilizzo dei moduli per doccia permette anche l’inserimento di uno scarico in progetti di ristrutturazione senza toccare il preesistente. Sarà sufficiente la posa di un modulo di installazione davanti alla parete creando ad esempio un “sopramuro” in cartongesso che fungerà poi da mensola per la zona doccia. Oltre alla doccia, tutti gli impianti del bagno (per vaso, bidet, lavabo) possono essere realizzati e nascosti all’interno della parete, senza la necessità di lavorare sulla muratura, evitando operazioni di scasso e di ricostruzione delle pareti grezze.

 

modulo per scarico a parete Combifix di Geberit

Il modulo per scarico a parete Combifix di Geberit è a disposizione con quattro coperture in acciaio (misura 25 x 8 cm), nelle finiture acciaio lucido, spazzolato, bianco o in una speciale versione personalizzabile con rivestimento a scelta (di spessore non superiore a 7 mm). Tutte le coperture possono essere facilmente rimosse per consentirne la pulizia e l’ispezione del modulo di scarico. Il modulo è dotato di un sifone che garantisce una chiusura idraulica di 50 mm, una portata di scarico da 0,85 l/s (che assicura il deflusso anche in caso di soffioni di grandi dimensioni) e offre l’allacciamento allo scarico in 3 diverse posizioni. www.geberit.it

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!
Tags:Geberit