Ricavare secondo bagno, lavanderia e armadio a muro da un solo bagno

Architetto Barbara Piccinno
A cura di Architetto Barbara Piccinno, Monica Mattiacci
Pubblicato il 11/06/2013 Aggiornato il 06/08/2018

In una casa di dimensioni contenute viene ripensato il bagno esistente, ottimizzando spazi prima sprecati per ricavare un secondo bagno e ingrandire un po' il primo, aggiungendo anche un guardaroba a muro e la lavanderia.

Ricavare secondo bagno, lavanderia e armadio a muro da un solo bagno

Il bagno adiacente la cucina diventa più funzionale con l’aggiunta di nuovi locali. Lo spazio necessario viene recuperato grazie al nuovo schema di distribuzione che sposta e riduce il corridoio. Questa zona sembra più grande perché ci sono dei locali in più: il vecchio bagno viene ampliato e un altro più piccolo viene aggiunto; in più si ricava una lavanderia, accessibile dalla cucina. Tutta quest’area risulta separata meglio dagli altri ambienti, con il nuovo disimpegno al centro che fa da filtro. In questo modo si concentrano tutte le funzioni di servizio che necessitano di impianto idrico, semplificando i lavori e risparmiando sui costi di assistenza, fornitura e posa.Blocco servizi.indd

blocco71. La lavanderia

Di nuova realizzazione, utilizza una porzione di circa 2 mq della cucina, bastano infatti 120/140 cm per una composizione attrezzata che integra lavatoio, elettrodomestici e vani per contenere. Si hanno notevoli vantaggi in termini di praticità e di ordine, consentendo una razionalizzazione di entrambe le aree.

 

blocco82. Il guardaroba

Nel disimpegno è possibile ricavare una nicchia di 121 x 88 cm a tutt’altezza, che diventa un armadio supplementare, sempre utile. Per integrarsi nel volume con un effetto più gradevole, le ante sono state pensate a filo muro.

 

blocco93. In più, la vasca

Il bagno esistente si allarga verso la cucina di soli 60 cm in modo da poterci mettere una comoda vasca e ricavare il vano porta. La vecchia porta viene chiusa e con la nuova disposizione degli elementi lo spazio ci guadagna in praticità prevedendo anche un funzionale e capiente mobile lavabo.

 

blocco104. Un altro bagno

Il locale aggiunto utilizza parte del vecchio corridoio, recuperando così circa 2,5 mq prima sprecati. Si accede dal nuovo corridoio ed è quasi di fronte alla camera matrimoniale. Essenziale nell’arredo, essendo di dimensioni ridotte, per proporzionarne il volume, il rivestimento alle pareti arriva solo a 150 cm da terra. Per ovviare alla mancanza della finestra, prende luce attraverso un inserto in vetro nel muro divisorio che lo separa dal bagno principale. È apribile a vasistas consentendo per quanto possibile il ricambio dell’aria.

 

Progetto: Studio Patetta-Piccinno arch. Barbara Piccinno, tel. 02/36554145, barbara.piccinno@fastwebnet.it