Rinnovare il bagno senza demolizioni

Per rinnovare il bagno senza demolizioni, ecco due progetti di relooking che ne cambiano laspetto concentrandosi "solo" su arredi, colori e finiture.
Architetto Elisa Coffinardi
A cura di Architetto Elisa Coffinardi, Giovanna Strino
Pubblicato il 07/01/2021 Aggiornato il 07/01/2021
relooking bagno

Rinnovare il bagno senza demolizioni è possibile, anche quando si desidera cambiare completamente mood e non si tratta solo di modificare i colori. Grazie a rivestimenti e prodotti di finitura altamente performanti, è facile trasformare una stanza della casa senza ristrutturare o demolire. E, talvolta, senza neppure sostituire alcun elemento. In bagno, persino i vincoli maggiori, ovvero i rivestimenti in piastrelle di ceramica, non costituiscono un problema: si possono infatti ricoprire con carte decorative, resine e smalti specifici; e, nel caso dei pavimenti, ci sono anche lastre ultrasottili e materiali speciali. Per limitare ancora di più il budget di spesa, anche arredo e sanitari in buono stato possono essere semplicemente rinnovati. Al vecchio mobile basterà sostituire le maniglie e dare una mano di vernice spray dall’effetto laccato; ai sanitari si cambierà la rubinetteria (occasione giusta per scegliere modelli a risparmio idrico) e, se lo si desidera, anche il colore con un prodotto specifico dall’applicazione fai-da-te. Di seguito vi proponiamo due progetti di relooking che trasformano completamente due locali di servizio datati, ispirandosi a stili differenti: 

  • Contemporaneo: rinnovato con arredi e palette cromatica sofisticati, nuovi sanitari e nuove finiture a terra e a parete. Senza modificare la muratura e gli impianti, né fare demolizioni.
  • Mix & match: l’ambiente di gusto rétro è il risultato della sola sovrapposizione di nuove finiture: una trasformazione del vecchio bagno che non ha richiesto rimozioni o sostituzioni.

Da sapere, per rinnovare il bagno

  1. sostituire lavabo, vasca o doccia
    Se non si vuole intervenire sugli attacchi idrici esistenti, nella scelta dei nuovi pezzi è necessario tenere conto delle posizioni dei tubi di adduzione e di scarico dell’acqua.
  2. cambiare rubinetto
    Per una semplice sostituzione, quello nuovo deve poter essere installato allo stesso modo: attenzione, quindi, alla tipologia e al numero di fori. Verificare anche che la lunghezza della bocca di erogazione sia adatta al lavabo.
  3. rimpiazzare il wc
    È vincolante la modalità di scarico: se è a parete, è compatibile con vaso sospeso e non; quello a terra, invece, richiede un vaso a pavimento. Se uguale per dimensioni e tipo, il nuovo wc non comporta la risistemazione del rivestimento a terra o a parete.

Foto dei due bagni “prima e dopo” 

  • rinnovare bagno contemporaneo prima
  • Bagno contemporaneo
  • rinnovare bagno mix & match prima
  • Bagno mix & match di gusto rétro

 

 

Relooking del bagno: stile contemporaneo

Questo progetto prevede la sostituzione degli elementi d’arredo e della rubinetteria e la sovrapposizione di nuove finiture a quelle già esistenti. Tutto senza intervenire sugli impianti o sulla muratura. La riuscita dipende dalla scelta mirata di tutti i nuovi prodotti

rinnovare bagno contemporaneo: dopo

IL RIVESTIMENTO Le piastrelle a parete, che foderano la stanza quasi a tutt’altezza, saranno pitturate con uno smalto all’acqua specifico (composizione epossidica), formulato appositamente per essere applicato sulla ceramica,senza necessità di preparare il supporto. Per ottenere un buon risultato,ovvero una superficie uniforme, con colorazione compatta e coprente, serviranno due mani di smalto.

IL LAVABO Un nuovo lavabo sostituirà quello esistente utilizzando però gli stessi attacchi. Non conta, infatti, che sia più ampio e di forma totalmente diversa. Quindi anche il nuovo miscelatore sarà da appoggio sul lavabo come il precedente, anche se ora occuperà la posizione centrale.

I SANITARI Saranno sostituiti anche vaso e bidet, con nuovi modelli coordinati al lavabo per stile e colore, ma scelti di dimensioni e caratteristiche tecniche tali da permettere l’utilizzo degli attacchi agli impianti esistenti. Il nuovo prodotto sovrapposto al pavimento permetterà di colmare eventuali parti mancanti di rivestimento a terra.

IL BOX DOCCIA Rettangolare anziché ovale come prima, la nuova cabina contribuisce a caratterizzare l’immagine dell’ambiente, con profili e rubinetteria neri, di tendenza. Anche in questo caso, gli elementi scelti si collegheranno agli impianti senza richiedere modifiche

IL MURETTO La controparete esistente resterà naturalmente al proprio posto e sarà coinvolta nel restyling estetico. All’interno, infatti, sono alloggiate le tubazioni dell’impianto idro-sanitario che non verrà modificato. Sarà nuova, invece, la placca con i tasti di risciacquo del wc.

rinnovare bagno contemporaneo: dopo particolare doccia

I prodotti utilizzati

PER L’ARREDAMENTO: Per la zona lavabo il progetto propone il sistema componibile Siwa. Il mobile con la vasca in ceramica monoforo (predisposta per i tre fori) in finitura brina, ha la struttura e il piano inferiore d’appoggio in acciaio verniciato nero. Misura L 92 x P 51 x H 89 cm. A parete, la specchiera è attrezzata anche con mensole. Coordinati nella stessa tinta, i sanitari a terra, filo muro, in ceramica: sono della serie Smile. Ciascuno misura 35 x 53 cm. Tutto di Cielo (www.ceramicacielo.it).

rasatura decorativa Microtopping di Ideal Work

PER IL PAVIMENTO: Microtopping di Ideal Work (www.idealwork.it) è un composto specifico da preparare in opera per la rasatura decorativa in 3 mm delle superfici, che si può anche sovrapporre a rivestimenti esistenti. Al mq, costa a partire da 90 euro + Iva.

smalto Rigenera di San Marco

PER LE PARETI: Lo smalto all’acqua bicomponente Rigenera di San Marco (www.san-marco.com) è indicato per rinnovare le piastrelle. Il componente A (resina espossidica) nel pack da 0,5 l costa 27,61 euro; quello B (agente indurente) nel pack da 0,3 l costa 19,83 euro.

 

 

Relooking del bagno con mix&match di gusto rétro

Una soluzione a budget contenuto, ma di sicuro effetto è la proposta di questo progetto che punta esclusivamente su nuovi colori per dare un’impronta diversa alla stanza. Pochissime sostituzioni, tanta creatività e soprattutto l’uso di prodotti idonei all’applicazione su rivestimenti esistenti e non direttamente sulla muratura

rinnovare bagno mix & match: dopo

IL BOX DOCCIA Il piatto sarà quello esistente che non verrà sostituito, ma potrà modificare aspetto con nuove pareti in cristallo fumé, dai profili cromati abbinati alla rubinetteria. Si tratta, però, di un acquisto non indispensabile, perché anche il box già presente potrà integrarsi bene nel cambio di look.

LA VASCA Rimane al suo posto e sarà rinnovata per quanto riguarda la rubinetteria: un nuovo gruppo a parete dotato di miscelatore a risparmio idrico, sostituirà quello vecchio, utilizzandone gli attacchi. In questo caso servirà l’intervento di un idraulico che dovrà chiudere il foro inutilizzato. I muretti di sostegno della vasca saranno rifiniti con un prodotto specifico, lo stesso utilizzato anche per altre pareti a tutt’altezza, che si applica direttamente sulle piastrelle dopo aver passato due mani di fondo.

IL GRADINO Nella zona vasca-doccia, tutte le parti in muratura rivestite con piastrelle in ceramica saranno trattate allo stesso modo.

LA ZONA DEI SANITARI Vaso e bidet restano quelli esistenti; saranno sostituiti il miscelatore e la placca di risciacquo, non tanto per una questione estetica quanto per contenere il consumo di acqua. Si utilizzeranno gli attacchi presenti (sul bidet i fori del vecchio rubinetto saranno mascherati con medagliette di metallo smaltate di rosa). L’intera parete sarà rinnovata con un rivestimento decorativo da applicare sopra le piastrelle.

IL LAVABO Sembra un altro, senza essere sostituito, grazie al colore diverso della parete e al nuovo specchio con applique coordinate.

IL PAVIMENTO Verrà ricoperto con un rivestimento vinilico adatto al bagno, a basso spessore, così non sarà necessario nemmeno tagliare l’anta della porta.

rinnovare bagno mix & match: dopo particolare zona lavabo

 

I prodotti scelti
PER L’ARREDAMENTO: per completare il bagno nel suo nuovo mood è prevista l’aggiunta di alcuni nuovi complementi. Lo specchio è Lumière di Riflessi (www.riflessi.it), con
la cornice in metallo verniciato finitura oro rosa: misura 55 x 55 cm e costa 512,4 euro. Le applique sono le nh Parete di Artemide (www.artemide.com), con Led retrofit a basso consumo. Una misura L 32 x P 15 cm. Il tavolino in metallo a lato della vasca è Amane di Maisons du Monde (www.maisonsdumonde.com). Misura L 48 x P 48 x H 61,5 cm e costa 99,99 euro.
 
PER IL PAVIMENTO: Primetex di Gerflor (www.gerflor.it) è un rivestimento vinilico in rotoli, in fibra riciclata da bottiglie di plastica, igienico e facile da pulire, adatto per bagni e cucine. Si posa senza colla. Al mq costa 22 euro.
pavimento Primetex di Gerflor

PER LE PARETI La finitura monocomponente SpazioChiaroscuro di Litokol (www.litokol.it, www.spaziocontinuo.it) si caratterizza per l’aspetto spatolato opaco. Per l’applicazione su piastrelle servono prima 2 mani di Prepara Fondo e la posa di una rete di rinforzo. Il sistema completo, esclusa manodopera, al mq costa 75 euro + Iva. WallPepper® (www.wallpepper.it) è un  no realizzato con materiali naturali, eco-compatibili, privi di PVC e certificati; su misura, è fornito in rotoli con larghezza a partire da 57 cm. Il soggetto Chineleaves (nella foto) costa a partire da 109 euro.

finitura Spazio Chiaroscuro di Litokol e rivestimento decorativo Wallpepper

 

Tratto da Cose di Casa numero di febbraio 2020

 

Suggerimenti per il relooking della casa

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.17 / 5, basato su 6 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!