Comfort acustico anche in bagno, con qualche piccola accortezza tecnica

Bastano alcune attenzioni, sia progettuali sia tecniche, e anche in bagno il comfort acustico diventa ottimale.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 13/08/2021 Aggiornato il 02/09/2021
tubazioni fonoassorbenti GEBERIT SILENT-PRO

Il comfort acustico è importante in una abitazione e può risultare un aspetto fondamentale nei bagni, soprattutto se si vive in condominio. La definizione di una stanza da bagno dovrebbe così tenere conto dell’insonorizzazione, adottando sistemi e impianti corretti posati a regola d’arte. Un aspetto  a cui raramente si pensa, quando si affronta l’eventuale ristrutturazione del locale con il rifacimento del sistema idrico. Ma che viene regolarmente disatteso anche da molti costruttori. Eppure bastano poche accortezze, sia progettuali sia tecniche.

Ad esempio, se già in fase di realizzazione di un nuovo edificio si allineano verticalmente i bagni dei vari piani, confinando le tubazioni di scarico in appositi vani tecnici isolati, lontani dagli spazi dedicati al riposo o al relax, il disturbo viene automaticamente ridotto al minimo.

Per quanto riguarda gli impianti idrici il rumore può essere di caduta, dell’acqua che scende verso il basso, d’urto, dell’impatto dell’acqua contro i tubi al cambio di direzione, di deflusso, quando scorre in orizzontale. L’isolamento acustico deve così essere affrontato abbassando la trasmissione sonora sia per via aerea sia per vibrazioni.

Per attenuare la trasmissione aerea indiretta dei rumori è necessario interporre della massa davanti alla fonte sonora, ad esempio sfruttando speciali tubazioni appesantite o direttamente l’aria di un cavedio di muratura che separi lo scarico dall’ambiente del bagno. La trasmissione diretta invece, ovvero quella delle vibrazioni, si riduce disaccoppiando tubi e raccordi dalla struttura architettonica: esemplari gli inserti ad hoc di gomma – quasi una sorta di speciale braccialetto – o le guaine, che allontanano l’impianto idrico da pareti e solette nei delicati punti di passaggio.

Anche i sanitari, in particolare quelli sospesi, possono essere fonte di rumore: in tal caso il comfort acustico si raggiunge infrapponendo tra loro e il setto murario giunti fonoassorbenti, che stabiliscono una separazione utile ad attutire la trasmissione sonora all’involucro edilizio.

  • Per ridurre la rumorosità di un impianto idrico Geberit propone le tubazioni multistrato ottimizzate acusticamente Silent-PP, ideali per le diramazioni al piano, e le tubazioni ad elevato potere fonoisolante Silent-PRO, studiate per le colonne di scarico montanti (Ø 75, 90, 110 mm).
Il sistema Silent-PP garantisce una minore propagazione dei rumori di scarico grazie all’ottimizzazione idraulica dei raccordi e all’utilizzo di materiale minerale a tre strati: un primo, bianco, per facilitare l’ispezione interna, uno intermedio, grigio, portante, e un terzo, nero, a protezione dai raggi solari (per lo stoccaggio anche all’aria aperta). Silent-PRO ha invece un potere fonoassorbente superiore grazie al peso, frutto di una speciale miscela di materie plastiche addizionate con sostanze minerali. Entrambi a innesto, di semplice e veloce installazione, non richiedono compensazioni aggiuntive per l’allungamento o l’accorciamento, dato che si contraddistinguono per un basso coefficiente di dilatazione. Inoltre, su ogni raccordo sono riportate tacche per allineare esattamente gli elementi, a cui si aggiunge un anello di battuta che assicura la corretta profondità di incastro. Le guarnizioni di EPDM garantiscono durata nel tempo, mentre il doppio bicchiere di innesto una volta tagliato si trasforma in due tratti perfettamente utilizzabili, con sensibile risparmio di materiale e di conseguenza attenzione all’ambiente. www.geberit.it
  • tubazioni fonoassorbenti GEBERIT SILENT-PRO