Arcom: bagno coordinato, dal top ai profili doccia

Total look per le novità 2018 di Arcom per un ambiente bagno raffinato, studiato nel dettaglio.

Design, colori e finiture sono i protagonisti delle novità 2018 per il bagno di ArcomDai mobili alle cabine doccia, dai complementi agli accessori, tutto è stato studiato per creare diverse ambientazioni: a dominare è stato soprattutto il total look, grazie alla possibilità di poter coordinare il piano top dell’arredobagno con i piatti doccia, o di poter personalizzare i colori di rubinetteria e profili delle cabine, ma soprattutto di completare tutto il sistema con gli elementi del nuovo dress-up.

Per quanto riguarda le nuove collezioni, i protagonisti indiscussi sono stati sicuramente i modelli Vanity, Dafne e Pollock.

VANITY

Vanity è la rivisitazione in chiave moderna di un modello classico con anta a telaio dalla caratterizzante cornice sottile che ne disegna il perimetro. La maniglia pensata per questo modello è nera, sottile, un tratto minimale che si fa spazio tra le venature del Frassino. 

Si può scegliere un frassino tinto tra 8 tonalità diverse, per valorizzare il design ed esprimere più stili di arredo attraverso le venature: naturale con le tinte chiare e neutre, moderno nei toni del grigio e trendy con i colori. Oltre al frassino, ci sono anche 50 tonalità laccate lucide e opache.

Il piano top in teknoril può essere liscio o effetto pietra, finitura riproponibile anche per il piatto doccia. Le mensole in metallo sono dei nuovi elementi che arricchiscono la composizione: disponibili in diverse dimensioni e finiture sono l’elemento perfetto per creare un abbinamento di tendenza.

Vanity 2 vanity pic

 

DAFNE

Il minimal per eccellenza, un modello che si caratterizza per il taglio a 45° non solo sulle basi sospese, ma anche sul top e sulle mensole. Quelle che infatti sembrano delle grandi mensole in lamiera, in realtà sono dei pannelli tagliati a 45° lungo tutto il perimetro, che conferiscono leggerezza ed eleganza ad un piano che deve sostenere il peso di un lavabo in marmo.

Il piano più grande è dotato di una luce led perimetrale posta nella parte posteriore, che può essere utilizzata come luce di cortesia. Ma il valore aggiunto sta nella personalizzazione: le mensole che poggiano su quella più grande sono dotate di un sistema di aggancio sul retro che consente di riposizionarle in qualsiasi momento.

Il laccato colora la scocca, i frontali e il top dell’arredobagno: un’unica finitura per chi ama l’effetto pendant. Lucidi o opachi, in tinta unita o abbinati, i colori laccati rendono le superfici lisce al tatto e omogenee alla vista.

Anche la specchiera è caratterizzata da un telaio a 45°, che riprende le linee di basi e piano top. Il nero del telaio è stato poi ripreso sulla rubinetteria e sui profili della cabina doccia.

Dafne 1 Dafne 2

 

POLLOCK

Con la nuova finitura Eucalipto e i dettagli bronzati, Pollock ha lasciato il segno.

Le nuove maniglie sono pratiche ed eleganti, così sottili da sembrare delle linee che risaltano sul fondo scuro dell’Eucalipto. Possono essere posizionate a destra o a sinistra del frontale, per creare una composizione asimmetrica, oppure si può creare una sorta di maniglia centrale accostando 2 basi diverse.

La finitura bronzata delle maniglie è stata poi ripresa sulla rubinetteria e sui profili della chiusura doccia.

Il piano, in gres da 1 cm con vasca integrata, completa la composizione; lo stesso materiale è stato poi utilizzato per realizzare l’alzatina posteriore e il piatto doccia.

 Pollock 2 Pollock 3

 

 

Tags: