Monica Mattiacci

Dopo il liceo classico e la laurea in Lettere Moderne, mi pensavo destinata a un futuro da professoressa… che francamente non mi entusiasmava.

monica mattiacciMassimo rispetto ovviamente per gli insegnanti, ma in quel periodo avevo voglia di occuparmi di qualcosa di diverso da quello che avevo studiato fino ad allora. Diventare giornalista, lavorare in una redazione era il sogno nel cassetto. Mentre mi dedicavo a terminare la mia tesi di laurea in Storia del Risorgimento, mi contattarono da una piccola casa editrice per un lavoro compilativo di qualche settimana. Il direttore fu molto soddisfatto e così, il giorno dopo la discussione della tesi, senza nemmeno un giorno di vacanza tra la vita da studente e quella da lavoratore, iniziai uno stage in una redazione che si occupava di diverse testate. Oltre a scrivere i miei pezzi, correggevo bozze, visionavo pellicole (allora i giornali si facevano così!) e controllavo le cianografiche, seguendo le riviste per cui lavoravo (Dossier Salute e Professione Genitore) dalla prima riunione di redazione al “visto si stampi”. Fu una grande scuola e imparai moltissimo. Non mi pareva possibile di essere pagata per fare qualcosa che mi piaceva.
Con il mio fidanzato (oggi marito) comprammo casa e dovendola ristrutturare, cercai spunti e suggerimenti su Cose di Casa, all’epoca nuova rivista di arredamento che stava spopolando in edicola e che il mio editore di allora indicava come esempio da seguire, perché pratica, concreta, una vera guida per chi deve progettare, arredare e ristrutturare. Seguire i lavori fu entusiasmante (oltre che snervante), scoprii una vera e propria passione e dimostrai anche una naturale propensione. Su Cose di Casa prediligevo le pagine con foto di interni e testi di spiegazione, che in gergo giornalistico si chiamano “le case”.
Un paio di anni dopo, una sera, rientrando dal lavoro, trovai un messaggio sulla segreteria: il direttore di Cose di Casa mi voleva incontrare per un colloquio. Pensai a uno scherzo di quelle burlone delle mie ex colleghe. Cercai il numero della Casa Editrice Universo ed ebbi modo di verificare che non si trattava affatto di uno scherzo, volevano vedermi.
A quell’epoca avevo ormai acquisito una certa competenza nei settori salute, psicologia, bellezza… e mi occupavo del coordinamento redazionale. Sarebbe stato “normale” passare alle riviste del gruppo che si occupavano di quelle tematiche. Cambiare campo significava rimettersi in gioco, anche se in questo mestiere conta soprattutto saper scrivere, informarsi e verificare le fonti. Accettai la sfida e mi ritrovai presto a scrivere proprio quelle case che tanto mi piacevano, oltre ad articoli su arredamento, progettazione, normativa…
Nel 2013, fu la volta di un’altra grande novità: la testata avrebbe avuto una versione web, un alter ego da realizzare internamente alla casa editrice. Fra i redattori sarei stata io a dover seguire il progetto, con la collaborazione preziosissima e insostituibile della collega art director Silvia Bogliardi, una vera pietra miliare della rivista fin dai primissimi giorni della sua nascita. Dopo alcuni mesi di training e di aggiornamento professionale, la nuova attività di web editor aveva cambiato il mio profilo professionale. Oggi sono responsabile web di Cose di Casa, mi occupo della scelta dei contenuti, della loro programmazione, oltre che della cucina redazionale dei tantissimi pezzi scritti dai collaboratori esterni. Dimenticavo: proprio ora sono a metà della ristrutturazione di una nuova casa, dove mi trasferirò tra qualche mese con figlia, marito e cane. Quindi, in questo momento più che mai, condivido con voi lettori tutte le problematiche spinose che accompagnano, sempre inevitabilmente, tutti i lavori in casa.

Il mio Linkedin

Articoli di Monica Mattiacci
Per la cameretta: soluzioni a misura di bambino

Per la cameretta: soluzioni a misura di bambino

04/02/2017 Arredamento

Arredare la stanza dei bambini con contenitori, appendini, soluzioni per il gioco e la creatività adatti a più piccoli. Per la cameretta e non solo.   »

Tipo di parquet, essenza e formato

Tipo di parquet, essenza e formato

31/01/2017 Parquet di casa

Per acquistare un pavimento in legno, bisogna in via preliminare decidere tre cose: tipo di parquet (massello o prefinito), essenza e formato. Eccoci alla seconda puntata dei nostri appuntamenti sul parquet.   »

Quali luci in mansarda?

Quali luci in mansarda?

24/01/2017 Sottotetto

Nei sottotetti, dove il soffitto è spiovente, sorge lecito il dubbio di quale tipo di illuminazione artificiale scegliere. Ecco quattro ambientazioni diverse per zona conversazione e zona pranzo che suggeriscono diverse possibilità.   »

Cucina a tinte neutre

Cucina a tinte neutre

18/01/2017 Cucina

Una cucina a tinte neutre risolve tante esigenze: non appesantisce l'ambiente, si abbina in modo armonico ad ogni tipo di finitura di pavimenti e pareti... ed è comunque tra le attuali opzioni di scelta tra modelli di tendenza. Ecco 12 soluzioni che abbiamo selezionato per voi tra le novità.  »

Divani: quanto misurano il due o tre posti?

Divani: quanto misurano il due o tre posti?

14/01/2017 Soggiorno

Divani "piccoli", non piccolissimi, per una zona conversazione non troppo grande. A volte, anche trasformabili in letto.  »

Lastre in ceramica: decor d’arredo

Lastre in ceramica: decor d’arredo

07/01/2017 Consigli dell'architetto

Le nuove lastre in ceramica, sottili e di grandi dimensioni, sono perfette sia come finitura di pavimenti, pareti, controsoffitti che come rivestimento di mobili o vecchie piastrelle.  »

Cucine in stile industriale, materiche e vissute

Cucine in stile industriale, materiche e vissute

18/08/2016 Cucina

Di gusto metropolitano, le cucine in stile industriale sono vissute e accoglienti, attualissime nel loro essere vintage. Ecco 8 modelli esemplari di questa tendenza.  »

In 34 mq un bilocale trasformabile

In 34 mq un bilocale trasformabile

11/04/2016 Case Fino a 50 mq

Nello storico quartiere milanese di Brera, in questi giorni sotto le luci della ribalta per il Fuorisalone, un mini appartamento di 34 mq è risolto con un progetto davvero originale: elementi mobili su misura che si aprono e si chiudono a sorpresa, delimitando gli spazi.   »

Zoccolino o battiscopa per “rifinire” il pavimento

Zoccolino o battiscopa per “rifinire” il pavimento

12/01/2016 Ristrutturare casa

Una volta scelto il parquet, bisogna pensare anche allo zoccolino. Ecco un breve riepilogo sul battiscopa: caratteristiche, funzionalità, possibilità di scelta e abbinamento alle varie pavimentazioni.   »

Bagno con pianta del progetto e costi dei lavori. Prima soluzione

Bagno con pianta del progetto e costi dei lavori. Prima soluzione

16/04/2014 Progetti

Per un bagno di 6 mq, di forma approssimativamente quadrata, vi diamo tre diverse soluzioni. Ecco la prima, che prevede una maxi doccia e lo spazio per la lavatrice. Seguiteci nei prossimi appuntamenti per vedere le altre possibilità.  »

Pagina 24 di 25