Scegliere i tessuti per l’arredamento

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 23/10/2015 Aggiornato il 24/08/2016

Cambiando la componente tessile (tende, tappeti, rivestimenti dei divani… ) dell'ambiente, questo cambia completamente look. Ecco qualche dritta per scegliere i tessuti.

Scegliere i tessuti per l’arredamento
Divano sfoderabile Mustique di Lema

In generale, il tessile è un ingrediente fondamentale per caratterizzare gli ambienti con tonalità, texture e sensazioni tattili particolari. Scegliendo con cura i tessuti si può conferire un nuovo look ad abitazioni e appartamenti. La gamma offerta dai produttori – composta da cotoni, lini, velluti, sete, sia moderni o di design che classici – è vasta, spesso ispirata agli ultimi trend legati alla moda. Vengono proposti sia tessuti lavabili ad acqua sia a secco, ma ovviamente è la resistenza all’usura a contare maggiormente. L’eccellenza e la durevolezza di questi tessili dipende dal genere di filati e dalla compattezza della tessitura

Per i rivestimenti di divani e poltrone, la sfoderabilità è una caratteristica essenziale poiché garantisce igiene e pulizia e asseconda il desiderio di cambiamento, perché eventualmente si può sostituire anche il solo rivestimento. In alcuni casi, il produttore degli imbottiti, puntando su particolari iniziative promozionali, “regala” un secondo rivestimento al momento dell’acquisto. Le fibre naturali, come cotone, lino, lana, e seta hanno prezzi più economici, ma in genere sono meno resistenti e più di più difficile manutenzione perché si possono macchiare con facilità o addirittura strapparsi più facilmente. Al contrario, i sintetici di nuova generazione sono funzionali e duraturi, con una superficie soffice e gradevole al tatto. Ad esempio l’alcantara, in poliestere e poliuretano, è facilmente lavabile e indeformabile ed è molto morbida, mentre l’acrilico assomiglia al cotone, ma non si stropiccia, non perde colore ed è anche idoneo alle ambientazioni outdoor.

Veniamo ai colori: la tinta unita è più semplice da inserire in un contesto rispetto alle fantasie e i toni neutri non passano mai di moda e possono essere ravvivati dai cuscini, che spesso rappresentano veri e propri lampi di colore. Ma se desiderate rivoluzionare un locale… puntate su tinte vivaci. Se amate le fantasie, come i fiori, le righe o persino i pois, l’ambiente risulterà informale in interni dallo stile country o shabby chicmentre queste stesse fantasie, ben dosate e proposte in una stanza al massimo bicolore, sobria e rigorosa, contribuiranno ad ottenere un risultato elegante e chic.

Per quanto riguarda la zona notte, la tendenza vede primeggiare i letti tessili che si differenziano dagli altri modelli per il rivestimento totalmente in tessuto. Persino i letti in legno, al momento, hanno in genere almeno una parte imbottita e rivestita in tessuto, in genere la testiera. Anche in questo caso si tratta di rivestimenti lavabili.

Per le tende, tenuta dei colori e peso del tessuto sono i due fattori di cui tener conto, anche perché così importanti per la modulazione della luce. Costantemente esposti al sole, i tessuti delle tende devono avere tinte resistenti, soprattutto se applicati a infissi orientati a Sud. 
Funzionano sempre le tende bianche che si abbinano ad ogni arredo e, su pareti bianche, si “perdono” per ottenere un effetto di continuità che enfatizza la luce e fa sembrare pià grande la stanza. Per le tende fantasia o colorate, bisogna fare attenzione agli abbinamenti. Con i tessuti più pesanti si confezionano tendaggi che ottengono il miglior risultato se sfiorano terra, mentre per le tende corte, sono più indicate le stoffe più leggere. La tipologia di tessuto, come si diceva, è importante anche per la luce: se il locale è un po’ cupo, occorre ricorrere a un tessile chiaro, caratterizzato da trama leggera per “catturare” una maggior percentuale di luce. Al contrario, se le stanze sono molto luminose, bisogna fare la scelta opposta. Infine occorre tener conto del genere di tenda: le tende a pacchetto si realizzano con stoffe leggere che formano drappeggi morbidi, mentre per quelle a rullo, ad esempio, il tessuto deve essere “soft” per arrotolarsi ben bene al bastone.

Ed eccoci ai tappeti: per quanto riguarda lo stile, se il tappeto persiano tradizionale non fa per voi, è possibile optare per la sua versione attualizzata, innovativa e grintosa, che ben si abbina ad arredi classici, ma che può altresì rendere più “caldi” gli arredi dal design più attuale. Le nuove proposte di tappeti classici reinterpretano i decori della tradizione e li rielaborano, “rinfrescandoli” grazie a colori inusuali e lavorazioni d’avanguardia. Esiste comunque un’infinità di tappeti moderni, in fibre sintetiche, facilmente lavabili, di qualsiasi genere, foggia e colore, originali e con un buon rapporto qualità prezzo, anche online.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

 

LEMA Mustique Gordon Guillaumier

Il divano sfoderabile Mustique di Lema, design Gordon Guillaumier, presenta una  struttura costituita da due “H” in profilato metallico lucido, dalla sezione sottile, la quale  sostiene la base lineare imbottita su cui si stendono i cuscini della seduta, creando un doppio strato morbido che conferisce forte linearità al disegno. I rivestimenti sono impreziositi dalla particolare cucitura pizzicata. Prezzo per divano, con rivestimento in tessuto cat. DA, con larghezza di 208 cm, 3.372 euro. www.lemamobili.com

2 ZanottaWilliam

Il divano William di Zanotta si è ampliato nella gamma con l’introduzione di nuovi elementi imbottiti e mensole di appoggio. Rivestito in tessuto bianco, composizione in foto, prezzo 6.440 euro, esclusa Iva. www.zanotta.it

3 Paola-Lenti-Tatami

Il tappeto modulare per interni Tatami di Paola Lenti è realizzato in feltro tessuto di pura lana vergine ed è disponibile in oltre cento tonalità unite e Chiné. La texture è creata da impunture parallele e irregolari tono su tono che creano l’effetto tridimensionale tipico di questo tappeto, realizzabile anche su misura. Prezzo al pubblico (dimensioni  200 x 200 cm): a partire da 3.130 euro, Iva esclusa. www.paolalenti.it

4 PacinieCappelliniPoltroncinaCOCOON

Poltroncina Cocoon di Pacini & Cappellini con cuscini sfoderabili e struttura in massello di noce canaletto o frassino. Design: Giuliano Cappelletti e Gabriele Cappelletti, prezzo Iva inclusa a partire da 2.050,00 euro. www.paciniecappellini.it

5 ILLULIANMADAMABUTTERFLY

Nuova versione black per Madama Butterfly, tappeto icona di Illulian che si tinge di una nuova cromia dando vita ad un modello ancora più scenografico. Madama Butterfly è un complemento d’arredo dall’eco esotico, in grado di combinarsi perfettamente con ambienti sia classici sia contemporanei. Prezzo: a partire da 680 euro al mq (Iva esclusa) nella versione Silver 60. www.illulian.com

6 DEDAR-ON-THE-EDGE

Tende in tessuto “On the Edge” di Dedar, caratterizzato dal motivo geometrico e tessuto con un lieve effetto matelassé. Viene  proposto in quattro varianti bicolore. Composizione: 59%PES 28%CO 13%LI, H 136 cm. Prezzo: 149,10 euro al metro. www.dedar.com

7 Twils-Pochette-Cairoli-e-Donzelli

Letto tessile Pochette di Twils, design Cairoli e Donzelli, con testiera simile a una vera e propria “pochette” che si apre e si chiude diventando un comodo contenitore. L’evoluzione 2015 di Pochette presenta la base che si piega agli angoli creando i piedi rivestiti nello stesso tessuto. Prezzo 2820 euro, escluso rete, materasso e biancheria. www.twils.it

8 Zarahome-paesaggio

Cuscino di Zara Home con la vivace federa in cotone “Paesaggio fiori”. Prezzo 9,99 euro. http://www.zarahome.com/it/it/