Piastrelle esagonali, un decor per “arredare” pareti e pavimenti

Le piastrelle esagonali regalano movimento alle pareti e ai pavimenti su cui vengono posate. Soprattutto con schemi irregolari o se mescolate ad altri formati.

Alma Dainesi
A cura di Alma Dainesi
Pubblicato il 17/09/2018 Aggiornato il 18/09/2018
Piastrelle esagonali, un decor per “arredare” pareti e pavimenti

Per un effetto davvero speciale e unico, le piastrelle esagonali tinta unita possono essere abbinate ad altre con disegni geometrici, trame floreali, delicati effetti ottici.

I decori sono ottenuti grazie a sofisticate tecniche di stampa digitale che permettono di ricavare elementi differenziati singolarmente, ma esistono anche manufatti creati con lavorazioni artigianali come il lustro, che, attraverso l’applicazione di un impasto di sali metallici e argilla diluito produce sulla ceramica smaltata  effetti cromatici iridescenti.

Le attuali piastrelle esagonali si rifanno ai rivestimenti di un tempo; iniziarono a diffondersi a fine Ottocento, per avere poi la massima espressione negli anni Trenta del secolo dopo.

27.Ragno_Rewind-mod_20160606_150636

La collezione Rewind di Ragno offre una ricca gamma di formati e colori, comprese le piastrelle esagonali, proposte come decoro a pavimento e parete o come estensione dei prodotti da pavimento. Sono disponibili le misure 60 x 120, 90 x 90, 75 x 75, 60 x 60, 30 x 60, 45 x 45 cm. www.ragno.it

Piastrelle-riviste-Century

La piastrella Keramos di Century è in gres porcellanato, adatto per pavimenti e rivestimenti. Il formato esagonale è proposto con lato 8 e 20 cm. www.century-ceramica.it

Firenze-esagona-miele.SIENA-100x140

In sei colori stonalizzati cioè non uniformi,la piastrella della Collezione Firenze di Fap Ceramiche è in gres porcellanato, per pavimenti e rivestimenti. Misura 25 x 21,6 cm. www.fapceramiche.it

Piastrelle esagonali, che materiale?

Le piastrelle esagonali possono essere in gres porcellanato, materiale ceramico a pasta compatta e dura, detto “gres” perché è greificato, cioè vetrificato, tramite un processo che lo rende simile al vetro, quindi  completamente inassorbente. È formato da più ingredienti, in particolare argille, sabbia e altre sostanze naturali che vengono macinate, poi pressate con tecnica isostatica (che rende il prodotto uniforme) e infine cotte a temperatura elevata (oltre 1200 C°). Lavorazioni successive alla pressatura, come spazzolature o applicazioni di soluzioni acide o saline, permettono di ottenere particolari effetti finali. 

Per avere piastrelle esagonali lucide si ricorre alla levigatura, per un risultato vissuto e “mosso” alla stonalizzazione. Robusto e inalterabile, il gres sopporta usure di qualsiasi tipo, ha elevatissima resistenza all’abrasione e agli attacchi chimici. Inoltre, essendo ingelivo, si può impiegare tranquillamente anche all’esterno. Un’altra caratteristica è la riflettanza, cioè la sua capacità (quando è levigato) di riflettere la luce solare in modo molto superiore ad altri materiali, aumentando dunque anche la luminosità degli ambienti. 

In mono e bicottura
Sono prodotti ceramici ottenuti da materie prime come argilla, sabbia e altre sostanze naturali cotte a temperatura elevata. Se l’impasto è chiaro si definiscono a pasta bianca, a pasta rossa se è colorato (per la presenza di ossidi di ferro). Si distinguono inoltre in smaltate (sono ricoperte da uno strato in vetro colorato) e non smaltate (uniformi in tutto il loro spessore). La monocottura permette di avere piastrelle smaltate ottenute dalla cottura simultanea di supporto e smalto che rimane perfettamente aderente alla base; nelle bicottura (molto decorative, ma più delicate), la prima cottura consolida il supporto e la seconda fa aderire lo smalto. 

Cotto 
Si ricava dall’argilla impastata con acqua e fatta essiccare all’interno di fornaci. Alle tecniche di lavorazione artigianali si affiancano anche quelle industriali. Caldo e naturale, il cotto è noto anche per la sua porosità, necessaria alla traspirazione, ma che lo rende anche delicato nei confronti di sporco e macchie. Per questo il trattamento dopo la posa, con tecniche professionali a base di cere e un’accurata manutenzione periodica risultano fondamentali. Fatto a mano è il più pregiato: ogni piastrella viene impastata singolarmente e poi cotta a legna, mantenendo alla fine le imperfezioni che la rendono unica. Sulla superficie può inoltre essere applicato uno smalto, che non deve però creare uno strato uniforme e omogeneo, ma adattarsi alle irregolarità del materiale,  accumulandosi nelle zone più concave e diradandosi nelle altre.

Cemento 
È l’ingrediente base di graniglie (o marmette), pastine e cementine. Nella graniglia è legato agli scarti della lavorazione del marmo e delle pietre, colorati con ossidi naturali e impastati con acqua. Le pastine sono identiche alle graniglie, tranne per il fatto che si utilizza solo la polvere del marmo (nelle graniglie è meno sminuzzato). Nelle cementine invece la base è un calcestruzzo, la parte superficiale un cemento colorato in pasta unito a sabbia di fiume, finemente setacciata. Questi rivestimenti sono di norma prodotti a mano: presentano quindi variabilità di colore, micro fessurazioni, spigoli non perfettamente a taglio e velatura biancastra. Dopo la posa e l’asciugatura vengono lavate e impermeabilizzate. Infine con appositi macchinari si procede con la caratteristica finitura “a specchio”.

piastrella-rivista-hopi-deco

Adatto per pavimento e rivestimento, le piastrelle esagonali di gres serie Hopi di Iperceramica è disponibile nei colori gesso, canapa, cacao, ceneree lavagna. Misura 21 x 18,2 cm, con spessore 9,5 mm. Al mq costa 24,99 euro. www.iperceramica.it

La posa delle piastrelle esagonali
Anche per le piastrelle esagonali vale la regola dimensioni piccole per ambienti contenuti e grandi per spazi ampi. Per quanto riguarda il disegno di posa, si può giocare utilizzando elementi di misure multiple o addirittura di formato diverso. Grande libertà compositiva anche nella scelta dei pattern: il motivo ornamentale ripetuto, tipico della versione originale di queste piastrelle, è oggi rivisitato con minor rigore, accostando disegni e tinte diverse.

Blu_Bianco_Verde_di-tonalite_20160606_151357

Sono adatte sia a parete sia a pavimento le piastrelle in monocottura della Collezione Exabright di Tonalite, proposte in 12 colori in un unico formato, quello esagonale da 15,3 x 17,5 cm. www.tonalite.it

piastrelle-acqua

Evoca atmosfere marine la Collezione Sardinia di Cerasarda per le pareti in ceramica smaltata proposte in più formati. Quelle esagonali misurano 25,4 x 29,4 cm. www.cerasarda.it

Piastrelle esagonali anche di recupero

I rivestimenti in cotto e, soprattutto, in cemento, sono quelli che più facilmente si trovano originali d’epoca. Per ripristinarli vengono prima puliti, eliminando vecchi trattamenti (cere, oli, vernici), incrostazioni (cemento, calce) ed eventuali depositi biologici come muffe. Se il rivestimento non è completo, la soluzione preferibile è accostare al pavimento originale materiali diversi come parquet, ceramiche di grande formato e resine, considerando però gli spessori differenti.

mori-cotto-rustico-2

Con lavorazione artigianale, la piastrella per pavimenti Collezione I Cotti Naturali di Domenico Mori è pressata a mano prima di essere essiccata e cotta. Ha lato di 13 cm. Al mq costa 104 euro, Iva esclusa. www. Domenico Mori.com

Mix-tarsie-smaltate-monocolore

Sono fatte a mano le piastrelle per pavimento e rivestimento Tarsie di Maro Cristiani in cotto smaltato monocolore proposte in più dimensioni (lato 8, 10, 12, 15 cm). Al mq costano 119 euro. www.cristiani.it

piastrella-Coin-Cult

Realizzate a mano, le cementine adatte per pareti e pavimenti Esagonali di Le Cementine possono essere personalizzate su progetto. Una misura 20 x 20 cm, con spessore 1,4/1,7 cm. www.lecementine.it

Clicca sulle immagini per vederle full screen

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!