Moda e casa: gli arredi firmati dagli stilisti

Gli stilisti delle case di moda firmano anche diverse collezioni di arredamento.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 11/09/2020 Aggiornato il 11/09/2020

Moda e casa, un binomio ormai più che collaudato. Quasi tutte le maison – o gli stilisti singolarmente – hanno infatti inaugurato linee personali di arredi e di complementi. Mobili che reinterpretano gli stilemi delle collezioni di abiti, a volte trasformati addirittura in volumi all’apparenza “vestiti” con i medesimi tessuti. E che si rinnovano di anno in anno proprio come avviene sulle passerelle della haute-couture.

Si tratta di produzioni semplicemente firmate oppure frutto di collaborazioni, più o meno continuative, con i marchi maggiormente conosciuti del design made in Italy: un modo quest’ultimo per le aziende di fregiare alcune collezioni delle firme della moda e per le maison di sfruttare il know-how imprenditoriale di eccellenza del tessuto produttivo italiano.

Si tratta di pezzi fortemente caratterizzati dal punto di vista estetico-espressivo, anche se non sempre innovativi da quello funzionale, che vengono scelti sia da chi predilige già nell’abbigliamento un particolare marchio, sia in caso si desideri dare un tocco di originalità a un insieme “no-logo”. Due opzioni che individuano altrettante modalità di concepire l’abbinamento moda e casa: la prima ha come obiettivo una ambientazione totalmente firmata, la seconda invece l’inserimento mirato di un singolo pezzo importante. O al massimo di un numero ristretto di arredi.

Nel primo caso l’offerta di soluzioni sia per la zona giorno sia per la zona notte è tale – comprendente oltre agli arredi anche complementi e accessori – da non creare particolari difficoltà: tutto è già declinato per essere armoniosamente trasposto negli ambienti domestici. Basta decidere le tonalità dominanti e in base a queste selezionare i mobili di nostra necessità e gli eventuali elementi a corollario (tappeti, apparecchi illuminanti, vasi…).

La seconda opzione richiede un po’ più di attenzione. Come un vero e proprio pezzo unico, un arredo firmato ha il proprio carattere, che deve inserirsi nell’esistente in modo corretto. In contrasto – magari cromatico o materico – o meno, ma sempre in modo che si possa rendere evidente la sua presenza. Meglio in tal caso focalizzare l’attenzione su singoli pezzi importanti, come possono essere un divano, una poltrona o una poltroncina, un letto, ma anche un tappeto, o al massimo su un ristretto numero di oggetti se si punta sulle dimensioni contenute: una famiglia di tavolini, una serie di lampade, un gruppo di cuscini…  

Alcuni arredi firmati dagli stilisti della moda

  • Il soggiorno di MissoniHome sceglie i cromatismi e le geometri che contraddistinguono i capi della casa dio moda. Così il divano modulare Adar con cuscini è rivestito con il tessuto Yaren jacquard bianconero attraversato da righe strong effetto maglia, i cuscini aggiuntivi sono di jacquard Yarrigan giallo con motivi fil coupé, e di velluto Wailua rosso e blu. Il tavolo lungo e basso Low richiama atmosfere esotiche e dialoga con il tappeto tuftato Yumbarra di New Zealand wool. Sullo sfondo, sedie Miss rivestite di jacquard bianconero Sakai e in fiammato e lampade a soffitto bianconere Bubble Knit. www.missonihome.it
  • La poltroncina Shah di Etro Home Interiors prende il nome dai re della tradizione persiana, a cui si ispira con il cuscino della seduta, che richiama lo stile dei pouf ottomani. Il tessuto Bukhara con ricami decorativi tribali ammorbidisce le linee essenziali della struttura portante di legno tinto wengé scuro dalla finitura opaca. Le nappe di seta applicate agli angoli riportano invece alla classicità occidentale, mentre sul retro della seduta è applicato il cavallo alato Pegaso di ottone lucido, simbolo storico del brand. Misure L 67 x H 60 x P 64 cm. www.etro.com
  • La poltrona Kelly Bracelet di Fendi Casa ha una struttura avvolgente, con braccioli indipendenti di metallo che richiamano il mondo della moda. Tra seduta e bracciolo un dettaglio galvanizzato ne impreziosisce i volumi, ripreso come trait d’union dell’intera nuova collezione di arredamento della maison. Il basamento di legno nasconde un meccanismo girevole speciale, progettato appositamente. www.fendi.com www.luxurylivinggroup.com
  • La poltrona Franklin di Gianfranco Ferré Home ripropone le cromie calde del marrone in diverse sfumature che caratterizza tutta la collezione di arredamento della maison, presentata al prossimo Salone del Mobile. Atmosfere vintage e mid-century declinate con finiture di taglio maschile e con materico legno massello. La sinuosità dei profili a sezione variabile si ispira alle icone del design scandinavo. La struttura di legno di faggio tinto in grigio fumo di Londra sostiene una seduta imbottita con rivestimento di tessuto pied-de-poule in tinta bronzo, studiata per creare un’atmosfera domestica calda e confortevole. Misure L 67 x H 74 x P 78 cm. www.gianfrancoferrehome.it
  • La collezione Glass Blocks di Diesel Living with Iris Ceramica ricorda i pattern d’altri tempi con grafiche di segno contemporaneo. La partnership tra il marchio di moda e di design e l’azienda di rivestimenti ceramici ha dato vita a piastrelle che si ispirano al vetrocemento, derivandone la luminosità e la trasparenza caratteristiche del materiale. Dalle suggestioni industriali tipiche delle fabbriche dismesse, la serie è disponibile in quattro colori – Glass Green, Glass Azure, Glass Dusty White, Glass Dusty Black – nel formato 20x20 cm, con finitura lucida. www.irisceramica.it/diesel-living
  • Il divano Legacy di Elie Saab Maison inaugura con una serie di altri pezzi la prima esperienza dello stilista franco-libanese nel settore dell’arredamento. L’identità della collezione si riassume nel concetto Spectacular Elegance: forme eleganti, mix di tradizione e di contemporaneità, declinate nei colori dominanti degli abiti di haute couture del brand, ovvero tinte crema e grigi delicati accostati a metalli lucidi, marmi e pietre nobili. Il divano Legacy è una costruzione contemporanea ed elegante, modulare, che permette di combinare sedute a due o tre posti, elemento angolare e terminali. Questi ultimi sono braccioli che avvolgono il divano, contraddistinti da un volume cavo utile come piccola libreria di ottone con finitura satinata (come in foto), di bronzo o di nickel nero. www.cbmaison.com/eliesaabmaison
  • La famiglia Oval (design Carlo Colombo) di Trussardi Casa prende nome dall’ovale di metallo mutuato dal logo della maison e riproposto tridimensionalmente in ogni arredo e comprende poltrona, pouf, sedia, coffee e side table. I tavolini, in due dimensioni e altezze, sfruttano la ripetizione della forma geometrica nella base d’appoggio, elegantemente declinata in una inedita finitura galvanica. Impreziositi dalle finiture dei piani d’appoggio, questi arredi di segno assolutamente contemporaneo si ispirano agli stilemi informali e dinamici che contraddistinguono le collezioni della casa di moda milanese. www.trussardi.com
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!