Letto in legno da abbinare a elementi singoli, diversi per colore e stile

La scelta di mobili in essenza richiama alla memoria una consolidata tradizione. Che oggi viene però reinterpretata dalle nuove tendenze, che propongono una camera moderna, con linee alleggerite proprio partendo dal letto in legno.

Il letto in legno ha una sua caratteristica bellezza perché fatto di un materiale vivo che resiste alle mode. Per valorizzarlo è importante dimenticare il total look (in questo caso l’intera camera coordinata in essenza), ormai in disuso, e accostarlo invece a elementi singoli, accomunati dal colore o dallo stile.

Letto in legno non significa soltanto struttura massiccia e imponente. La maggior parte dei modelli, anche quelli dalla linea più squadrata, sono alleggeriti da basi rientranti o da piedini inclinati, proposti anche in colori diversi o in metallo.

Le testiere, sempre piuttosto alte, per garantire la massima comodità, possono avere rivestimenti in tessuto, modanature, lavorazioni a listelli, inserti in metallo ed estendersi fino a comprendere uno o entrambi i comodini. Oltre a questi elementi, che incidono più che altro sul design, vanno valutate la solidità della struttura (chiedere se si tratta di massello o multistrato, i più resistenti e durevoli) e se sono stati usati  collanti e altri prodotti atossici per l’assemblaggio delle varie parti.

Conoscere le essenze per scegliere il letto in legno

Uno dei legni più usati è il rovere, un tipo di quercia appenninica, caratterizzata da robustezza e resistenza all’urto. Altrettanto robusto, dalla tonalità tendente al grigio (se non trattato) il teak, adatto anche agli ambienti umidi (si usa per l’arredo outdoor). Anche toulipier e merbau sono sono duri e solidi. Faggio e frassino sono noti per la malleabilità e la resistenza all’incurvatura. Il noce è il legno principe dell’ebanisteria,  perchè duttile pur se robusto e con bellissime venature. Dalla caratteristica colorazione rosso rosa, il ciliegio, così come il mogano, più raro, quindi più pregiato. Nodosi e tendenti al giallo l’olmo e l’ulivo, si lavorano facilmente. Non così l’ebano, usato squasi esclusivamente per decori, è prezioso e raffinato, ma fragile e delicato.

Letto in legno, diverse le finiture superficiali

Accanto alle laccature tradizionali, che prevedono la stesura di colore anche a poro aperto con le venature del legno a vista, ci sono trattamenti a cera o a olio. Il primo si rifà ai mobili antichi e garantisce un effetto lucido e molto elegante. Più naturale la finitura a olio, che non incide sulla colorazione del legno, esaltandone soltanto le caratteristiche intrinseche.

Lavorazioni particolari (puntinature, intarsi di legni diversi e più pregiati… ) vengono fatte a volte per piccole porzioni di materiale.

Per tutti i trattamenti, a partire dalle vernici, ci sono prodotti ecocompatibili e non dannosi per la salute. Occorre farsi guidare nella scelta, chiedendo al rivenditore e leggendo la scheda prodotto.

E per la parete dietro al letto in legno?

Arredare la parete dietro al letto non è mai facile. Alla tradizionale scelta del quadro, si affianca quella decorativa di puntare su una carta da parati, scelta raffinata che arricchisce l’ambiente, o sul colore della tinteggiatura, sia che vi si realizzino particolari tecniche oppure no. Quanto ai colori, quelli neutri aumentano la luminosità, le tinte pastello regalano sfumature morbide al legno, mentre tonalità più scure accentuano l’effetto di rigore nell’ambiente.  

Clicca per vedere full screen le immagini di letto in legno

letto in legno Dixie di Calligaris

Ha la testiera sagomata, composta da un unico elemento, impiallacciata in legno di frassino, il letto in legno Natural Dixie di Calligaris con piedini in alluminio. Misura L 185,5 x P 223 x H 97 cm. Prezzo 1.389 euro. www.calligaris.it 

letto in legno legend di twils

Legend di Twils, in frassino, ha la testata ergonomica rivestita in tessuto. Dotato di rete ortopedica, misura L 170,5 x P 212 x H 96 cm. Prezzo a partire da 3.960 euro. www.twils.it

letto in legno Portobello Maisons du Monde

Portobello di Maisons du Monde è un letto in legno di rovere dorato, tinto e  verniciato.Il dettaglio che fa la differenza: i piedi obliqui che alludono al design degli anni ’50. Misura L 170 x P 212 x H 90 cm. Prezzo 499 euro. www.maisonsdumonde.com

letto theo in legno di lema

Con la testata sottile dotata di un cappuccio tessile asportabile, il letto in legno Theo di Lema è in frassino laccato nero a poro aperto. Misura L 175/185 x P 216,5 x H 89 cm. Prezzo 1.806 euro. www.lemamobili.it

letto in legno 1950's di Presotto

Si rifà ai modelli anni Cinquanta il letto in legno 1950’s di Presotto con testata bombata in multistrato impiallacciato in rovere tabacco. Il ring è imbottito e rivestito in pelle vissuta.  Misura L 180 x P 226 x H 100 cm. Prezzo 2.672 euro nella versione base. www.presottoindustriemobili.com