Lampade che igienizzano, l’ultima frontiera della luce domestica

Grazie alla luce ultravioletta UV-C le nuove futuribili lampade che igienizzano entrano nelle nostre case come oggetti di design
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 26/02/2021 Aggiornato il 01/03/2021
slamp

Le lampade che igienizzano sono l’ultima novità nel campo dell’illuminazione domestica. Con il radicale cambiamento delle abitudini si sono infatti trasformati anche gli oggetti: la luce, da sempre fonte di comfort e di benessere, ora è anche strumento di sicurezza e di igiene.

Gli scienziati sanno già da tempo che i raggi ultravioletti hanno la capacità di modificare i microorganismi dannosi per la nostra salute, impedendo loro di riprodursi. Tuttavia, data la pericolosità per la nostra pelle o per la vista, non vanno utilizzati in presenza umana: così ad esempio accade in alcuni ospedali all’avanguardia, per sterilizzare esclusivamente le camere liberate dai pazienti. Esistono tuttavia i raggi ultravioletti UV-C, ad onda più corta di quelli di altra tipologia, che non risultano dannosi per l’uomo e soprattutto sono in grado di distruggere virus e batteri fluttuanti nell’aria, nell’acqua o depositati sulle superfici.

Proprio a partire da questa lunga esperienza di ricerca gli studiosi hanno testato le radiazioni UV-C anche per il virus Covid-19, scoprendo che tali sorgenti luminose riescono a neutralizzare quasi la totalità degli agenti patogeni in un tempo estremamente ridotto (si parla di secondi). Risultato rilevante se, come dimostrano alcuni studi scientifici pubblicati su Virology Journal, il virus della attuale pandemia persiste sulle superfici anche oltre ventotto giorni.   

Il team di ricerca e sviluppo di Slamp, azienda specializzata nella produzione di apparecchi luminosi realizzati a partire da fogli di speciali tecnopolimeri riciclabili, ha pensato di sfruttare queste speciali proprietà della luce UV-C abbinandole al know-how produttivo. Ne sono nate le lampade PurityCapsule che igienizzano, veri e propri dispositivi in grado di eliminare fino al 99,99% dei virus e dei batteri più comuni e nello stesso tempo pericolosi (secondo test microbiologici e fotonici del Dipartimento di medicina molecolare e dello sviluppo dell’Università degli Studi di Siena) in soli trenta secondi. Un oggetto dall’aspetto futuribile e nel contempo friendly, che apre la strada a progetti sempre più sofisticati e performanti, oltre che esteticamente affascinanti.

Slamp PurityCapsule lampada igienizzante

Oggetto di brevetto di utilità, la lampada PurityCapsule di Slamp igienizza piccoli oggetti – come chiavi, portafogli, occhiali, cellulare, gioielli, mascherine, piccoli giochi dei bambini, trucchi e pennelli per make-up – con un ciclo di soli trenta secondi. La cupola, metallizzata con una vernice speciale che azzera l’eventuale rischio fotobiologico, cela speciali sostegni dalle forme organiche, simili a rami a cui appendere ciò che va disinfettato. L’interno è argenteo e riflettente, in modo che una volta chiusa la cupola e attivata la sorgente di luce ultravioletta UV-C blu l’effetto igienizzante venga uniformemente distribuito su tutte le superfici irregolari degli oggetti. Un sistema di sicurezza spegne immediatamente l’apparecchio in caso di apertura o di manomissione della capsula, mentre una luce led di cortesia esterna, posta nella base e indipendente da quella interna, rende individuabile e scenografica la PurityCapsule anche nell’oscurità. Disponibile con base e maniglia bianche o nere, misura Ø 31 x H 34 cm. Prezzo in offerta 299 euro. www.puritycapsule.com www.slamp.it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!