Tre soluzioni per sfruttare l’ingresso e due per schermarlo

Giovanna Strino Pubblicato il Aggiornato il 10/08/2018

3 + 2 proposte per sfruttare l'ingresso e trasformarlo da spazio poco utilizzato ad angolo superfunzionale.

L’ingresso di una abitazione, quando non è delimitato, può diventare una semplice zona di passaggio, priva di caratterizzazione propria. Invece, come sempre si dice: “l’entrata è il biglietto da visita di una casa” e risolverla bene significa guadagnare uno spazio e salvarlo da un destino di “anonimato”.

L’ingresso è anche il primo ambiente che ci accoglie quando torniamo a casa, e per questo deve essere anche bello e confortevole! Lo spazio di entrata è importante: racconta subito lo stile della casa e la personalità di chi ci vive.

Se l’abitazione è piccola, oppure quando cambiano le esigenze della famiglia, l’ingresso può diventare addirittura risorsa preziosa, da sfruttare e valorizzare. Quando è possibile, allora, ridisegnarlo con una destinazione d’uso efficace permette di recuperare spazio (senza intervenire su tutti gli ambienti) e aggiungere valore alla casa.

Vi proponiamo tre proposte pensate per case differenti, in cui si recuperano centimetri inutilizzati per ricavare zone vivibili e funzionali (cabina armadio, cucina o studio), e due soluzioni per una stessa pianta per sfruttare l’ingresso aperto sul soggiorno e delimitarlo. 

N.B.: attenzione a garantire sempre un passaggio libero di almeno 100/110 cm, che diventano 150/170 cm per una persona su sedia a rotelle.

Il costo per realizzare le prime tre soluzioni citate dipende molto dalla funzione ricavata: se servono gli impianti, come nel caso della cucina, la spesa sarà maggiore (preventivare almeno 2.000 euro per i lavori). Per le altre due idee, invece, il budget varierà a seconda del tipo di arredamento e finiture scelte, così come per le altre due proposte per l’ingresso aperto sul soggiorno

Tre proposte per sfruttare l’ingresso con una funzione specifica
 
Sfruttare l’ingresso con la cabina armadio
Un guardaroba in più è il desiderio di tutti, e utilizzare una porzione di spazio solitamente destinata all’ingresso può essere risolutivo. Arredandola poi con elementi di produzione (spesso modulari) e finiture e accessori particolari, il risultato è garantito.

ingrCABmod-nuova-mod

Questa soluzione è realizzabile se, allo spazio necessario al passaggio, si possono aggiungere almeno 110 cm per l’interno del guardaroba. Quando tali dimensioni non sono disponibili, come spesso accade, si può provare a valutare di ritagliare un po’ di centimetri dalla stanza adiacente. È quello che abbiamo fatto con il nostro progetto: il vano per la cabina armadio (1), appena sporgente nell’ingresso, si estende anche nel living. In questo caso occorre demolire la porzione di parete divisoria corrispondente alla lunghezza del vano e costruirne una nuova (2), comprese le spallette per definire una nicchia. La cabina sarà poi completata con pannelli scorrevoli (3). E all’interno organizzata a tutta altezza con una struttura modulare completa di ripiani, cassetti e barre.

Pianta-ingresso-armadio

Le nostre scelte

Con un bel mix di elementi coordinati, il guardaroba riesce a valorizzare l’ingresso anche dal punto di vista estetico. Per un effetto sofisticato, puntare su colori non “squillanti”.

Globo_di_Luce-di-FontanaArte_20160804_155317

Sono in vetro soffiato le sospensioni Globo di Luce di FontanaArte (design Roberto Menghi), disponibili con finitura cromo e rame metalizzato. Tre le dimensioni; la piccola misura Ø 20 cm e costa 338 euro. www.fontanaarte.com

_Rimadesio_Velaria_Zenit

Il sistema di pannelli scorrevoli è in vetro rete/maglia gold. Uno, di L 50 x H 215 cm, costa a partire da 1.478 euro. Il programma di attrezzatura interna per cabina armadio ha struttura in alluminio naturale, brown nero e titanio, con elementi abbinabili in melaminico wengé e bianco, oppure vetro laccato. Velaria e Zenit di Rimadesio (design Giuseppe Bavuso). www.rimadesio.it

6.Collezione-NAVONE_BISAZZA-CEMENTILES_20160804_155344

Sono realizzate a mano le piastrelle esagonali Half Powder Coll. Navone, linea Cementiles di Bisazza (design Paola Navone). In cemento ad alta resistenza, miscelato con ossidi colorati, misurano 20 x 23 cm e, Iva esclusa, al mq costano 132 euro. www.bisazza.it

 
Sfruttare l’ingresso con la cucina

La cucina può sfruttare lo spazio (che si trova spesso nelle case d’epoca) di un ingresso ampio: poiché è il “biglietto da visita” di ogni abitazione, si dovrà prestare grande attenzione a creare una sorta di schermo che garantisca privacy oltre che a dettagli e proporzioni, arredi e finiture.  

cucina-RENDER-ingrKmodUn blocco funzionale a pianta regolare di circa 5 mq è posto al centro della casa (1): contiene la cucina e definisce il corridoio di entrata (2). Il nostro progetto è un insieme che integra elementi d’arredo di produzione, strutture in cartongesso e pannelli in legno, per comporre una raffinata zona cottura a vista sul living e schermabile sul lato dell’ingresso. Quest’isola è delimitata da basi disposte a “L” (3), con piano cottura e lavello. L’altro lato è formato da due spalle in cartongesso con al centro il varco per entrare in cucina (4). Quando si desidera schermare la zona operativa su questo fronte, tale apertura viene chiusa con due pannelli in legno scorrevoli (5). Alle spalle, l’intera parete è arredata con moduli a colonna per dispensa ed elettrodomestici (6).Pianta-ingresso-cucina

Le nostre scelte

Per la cucina open è bene orientarsi su elementi in sintonia con quelli del living su cui affaccia: solo così le due zone risulteranno armoniche.

Mon-Beau-Miroir-(2)-ligne-roset_20160804_155559

La coppia di specchi Mon Beau Miroir di Ligne Roset ha cornice sagomata in acciaio cromato. Quello piccolo misura L 41 x P 3 x H 85 cm e costa 89 euro; quello grande, L 56 x P 4 x H 119 cm, costa 497 euro. www.ligne-roset.it

Elica-Shining-Cast-Iron_01_20160804_155615

La silhouette conica rende la cappa Shining gamma New Evolution di Elica simile a una lampada a sospensione, perfetta per la zona cottura a isola. Con illuminazione a led, esiste in quattro finiture. In classe A di efficienza energetica, si può connettere con il sistema automatico di purificazione dell’aria; costa 2.500 euro. www.elica.it

wall-deco-ok-WDTG1602_20160804_155633

In vinile con retro in TNT, la carta da parati con soggetto The Garden di Wall&Decò (design Lorenzo de Grandis) è disponibile anche in un’altra variante di colore; al mq, costa 110 euro. www.wallanddeco.com

Snaiderocucina-Heritage-olmo-fokos-dettaglio-1-mod_20160804_155657

Caratterizzata dall’anta a telaio interpretata in chiave moderna, Heritage Coll. Icone di Snaidero (Iosa Ghini Design) è una cucina comoda e accogliente, che lascia al legno, olmo fokos, il ruolo da protagonista. L’ideale per rendere accogliente un ambiente open e multifunzione. www.snaidero.it

Devonedevon-ELite-Marble-Tiles-alto2

I formati più classici per la collezione di pavimenti Élite Marble Tiles di Devon&Devon: 15 x15 cm con tozzetto 5 x 5 cm; 10 x 10 cm con tozzetto 3,5 x 3,5 cm. Con la possibilità di mixare i colori, bianco, nero e crema, creando decori damier o del tutto personalizzati. www.devon-devon.com

 
Sfruttare l’ingresso con lo studio

Con circa 70 cm sulla parete di fianco alla porta d’ingresso e un corridoio di 130 cm si può ricavare un angolo per l’home-office. Per il solo scrittoio occorre meno spazio. L’importante è scegliere elementi d’arredo sospesi che risultino visivamente leggeri.

ingrSTmod-nuova-mod2

Un piano sospeso (1) e una struttura autoportante a giorno (2) sono tutto quello che occorre per lo studio nell’ingresso. L’elemento con ripiani serve a delimitare e a schermare questa nuova zona, e a far sì che prenda luce dal soggiorno (3), offrendo una superficie d’appoggio, utilizzabile da entrambi i lati. Il piano di lavoro è sagomato ad angolo, ideale perché occupa poco spazio, pur avendo un’area operativa comoda e abbastanza ampia. Se ne aumenta la praticità, raddoppiando la superficie: con due top sovrapposti si ricava un vano utilissimo, alternativa più semplice e agevole a un cassetto, che richiede spazio per l’apertura. Per completare la zona, un punto luce a parete per un’applique orientabile (4), preferita a una lampada da tavolo che toglierebbe cm preziosi.

Pianta-ingresso-studio

Le nostre scelte

La duplice funzione, ingresso e zona studio, richiederebbe colori riposanti, da individuare nella gamma dei verdi e dei blu, e materiali che scaldano l’ambiente come il rovere.

Cole_Briccola-ge-01_20160804_155956

La consolle-scrittoio angolare Briccola-ge di Colé (design Miki Astori) ha i piani in listelli di rovere massello, con inserti in Briccola veneziana, e i supporti in materiale tecnico a base di fibra di legno colorato in massa (nero o rosso). Misura 57 x 47 x H 17 cm e costa 765 euro. coleitalia.com

Flow Slim
Disponibile con un’ampia gamma di basamenti e finiture. Scocca: bianca o nera in policarbonato che puo essere completata da un’imbottitura classica o la nuova “imbottitura XL”.
Basamenti: 4 gambe, slitta, 4 gambe acciaio, 4 gambe LEM, 5 razze con ruote (regolabile in altezza), 5 razze fissa, stelo, 4 gambe rovere VN, 4 gambe rovere. Pad imbottito opzionale.

La sedia Flow Slim di MDF Italia è disponibile in un’ampia gamma di basamenti e finiture. La scocca – bianca o nera in policarbonato – può essere completata da un’imbottitura classica o dalla nuova “imbottitura XL”. Anche i basamenti possono essere di diverso tipo (con gambe, a slitta, con razze su ruote… ). Misura L 67 x P 67 x H 76,4 cm, seduta H 41,2/51,2 cm. 5 razze, regolabile, con ruote, prezzo 564 euro. www.mdfitalia.com

artemide-demetra-parete_20160804_160137

Nella versione a parete, Demetra di Artemide (design Naoto Fukasawa) misura Ø 13 x P 63,5 x H 63,7 cm e, con dimmer sul top del diffusore, costa 362 euro. www.artemide.com

Calligaris---Memorabilia_cs5057_P328_20160804_160151

In legno laccato nocciola, l’appendiabiti Memorabilia di Calligaris esiste anche nelle finiture wengé, noce, grafite e bianco ottico opaco. Misura L 51,5 x P 44,5 x H 170,5 cm e costa 292 euro. www.calligaris.it

besana-229

Dalla pavimentazione tessile Silk Line di Besana Moquette si possono ricavare anche tappeti, in tinta unita o mixati ad altri materiali. In 100% poliammide effetto velluto, con sottofondo in juta sintetica, al mq costa 100,04 euro. www.besanamoquette.com

Due soluzioni per sfruttare l’ingresso per contenere e dividere dal soggiorno open
 
  • Sfruttare l'ingresso per contenere e dividere con una madia
  • Sfruttare l'ingresso per contenere e dividere con una libreria
L’ingresso di una abitazione, quando non è delimitato, può diventare una semplice zona di passaggio, priva di caratterizzazione propria. Invece risolverla bene significa guadagnare uno spazio e salvarlo da un destino di “anonimato”. L’obiettivo progettuale che qui ci proponiamo è quindi quello di suggerire come trasformare un ingresso aperto sul soggiorno in un ambiente elegante e raffinato, dove niente è lasciato al caso. Ecco allora due diverse proposte dell’architetto Elisa Coffinardi per una residenza dal soggiorno importante con ingresso diretto, privo di separazione fisica, nei quali la divisione viene creata con arredi, una madia e una libreria bifacciale, perfette anche per ambienti più piccoli o dalla pianta complessa.

Nel primo progetto (foto sopra a sinistra), un basso setto di muratura, rivestito con la medesima essenza lignea dalla forte espressività materica che contraddistingue le superfici intorno alla porta e il soffitto con faretti ribassato, separa l’ingresso dal resto del living in modo volutamente quasi impercettibile, dando rilievo alla vera protagonista, la madia. Pezzo di derivazione classica, è reinterpretato in chiave assolutamente contemporanea grazie al sostegno in metallo che la solleva da terra e alle possibili combinazioni cromatiche delle ante. La madia qui assolve la funzione di pratico contenitore con ante che si aprono a 180°, semplificando l’accesso ai vani interni. Di fronte una nicchia preesistente viene risolta grazie a un armadio su misura, con ante a battente nella medesima tinta della madia, ampliando le potenzialità di organizzazione e contenimento dell’ingresso.

Nel secondo progetto (foto sopra a destra) che vi proponiamo, una libreria bifacciale scherma parzialmente il soggiorno dall’ingresso ed è attrezzata con un piano d’appoggio disegnato su misura. Si tratta di una soluzione in una sofisticata finitura rovere Carbone, che con un gioco di pieni e vuoti regala un gradevole effetto di trasparenza, filtrando in parte la luce naturale proveniente dal living. L’intero ingresso è arredato su tre lati da una libreria su misura multiforme, che asseconda e risolve alla perfezione anche le irregolarità in pianta dell’ambiente, rendendole invisibili.