Ingresso aperto sul soggiorno. Idee da copiare

Il corridoio d'ingresso è un ambiente di passaggio, che ha però un ruolo fondamentale perché condiziona l’impressione che si ha dell’intera casa e deve anche essere uno spazio funzionale.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 04/03/2014 Aggiornato il 04/03/2014
Ingresso aperto sul soggiorno. Idee da copiare

Aperto, ma non del tutto: per rendere più spaziosa la zona giorno, l’ingresso viene spesso annesso. Per arredarlo basta un mobile protagonista e per definirlo, senza perdere il contatto con l’ambiente circostante, la cosa più semplice è giocare con i colori delle pareti. Se il primo suggerimento è quello di tinteggiare le pareti di una tonalità differente dal resto dell’ambiente, un altro modo efficace per definire questa zona è quello di creare dei giochi dei volumi realizzando un controsoffitto. Entrando in soggiorno si avrà poi la sensazione di maggiore spazio: il merito è nel dislivello dei soffitti.

Il ruolo della luce: spesso l’ingresso è privo di finestre, quindi bisogna puntare sull’illuminazione artificiale. Se c’è l’abbassamento del soffitto, la soluzione sono i faretti, altrimenti sono adatte soprattutto applique e plafoniere. I lampadari si prestano meno, a meno che si tratti di locali di ampie dimensioni e con plafoni alti. Se l’ingresso dà su un corridoio lungo e stretto, la priorità è quasi sicuramente la luminosità: quindi servono colori chiari e lampade mirate, dotate possibilmente di dimmer per regolare l’intensità del flusso luminoso.

Spesso c’è, però, anche il problema del guardaroba: quando non c’è spazio per un armadio chiuso, si può optare per piacevoli ganci da parete: sistemati sul lato corto del locale, che in genere è proprio dietro la porta, rimangono abbastanza nascosti e sono molto pratici. Trasparenti per farli passare inosservati, possono viceversa decorare la parete puntando su colori, linee e finiture più evidenti. Per ottimizzare lo spazio contenitivo, limitando la profondità del mobile, basta chiudere qualche vano di una libreria: in soli 25 cm è in grado di accogliere la maggior parte degli oggetti che si lasciano all’entrata.

In qualunque ingresso servono almeno un piano d’appoggio e un contenitore chiuso (ad anta o cassetto). Se poi c’è qualche vano aperto, per sistemare ad esempio le guide del telefono, il più è risolto. E visto che parliamo di ambienti semiaperti sul soggiorno, una madia divisa in più scomparti rappresenta spesso la soluzione. Bianca, di linea essenziale sta bene anche nel contesto più tradizionale. Come in tutte le stanze serve un punto attenzionale. Uno specchio per esempio, sistemato sopra un mobile da valorizzare. È importante anche la porta d’entrata: se ci sono altre porte che affacciano sullo stesso ambiente, vanno coordinate tipologia e finitura.

project

 MONTAGGIO-COLORE1B

1. La madia Comp. 11 di Europeo ha la struttura e i vani a giorno laccato tortora opaco mentre i frontali, le ante e i cassetti sono in laccato bianco opaco; misura L 123 x P 50 x H 136 cm. Prezzo 1.655 euro. www.europeo.it 
2.
 In acciaio inossidabile, lo specchio Harnes di Sia Home Fashion con cinghia in pelle ha diametro 54 cm. Prezzo 379 euro. www.sia-homefashion.com 
3. È in laminatino la porta per interni Innova Nt di Nusco. Nelle misure standard (L 60/70/80 x H 210 cm con telaio sez. 85/110 mm) prezzo 236,50 euro. www.nuscospa.com

Coloriamolo
Lo smalto all’acqua, per uso universale è inodore e a rapida essiccazione; disponibile in più colori, in latta da 0,7 l, esclusa Iva, costa 18,78 euro Laqua di Chrèon ]

Lo smalto all’acqua, per uso universale è inodore e a rapida essiccazione; disponibile in più colori, in latta da 0,7 l, esclusa Iva, prezzo 18,78 euro Laqua di Chrèon – www.lechler.eu

Deve essere una stanza soprattutto accogliente, quindi meglio non putare sulle tinte fredde, come la gamma dei blu e degli azzurri; casomai, vanno scaldate con mobili in legno o complementi dalle tonalità morbide.

• Se si vuole favorire la luminosità, evitare anche le cromie troppo scure che, tra l’altro, fanno sembrare le stanze visivamente più piccole. l Vanno quindi privilegiate le tinte molto chiare. Se il bianco vi sembra freddo o impersonale, scegliete una tonalità panna, crema oppure un beige. Per caratterizzare meglio l’ingresso si può puntare su una tinta accesa, riprendendola poi in qualche dettaglio all’interno del soggiorno.

• Per creare invece continuità con il living, soprattutto se è ben connotato cromaticamente, basta dipingere della stessa tinta una parete contigua. Il soffitto è invece consigliabile che sia sempre tinteggiato di bianco.

E nel soggiorno

Scelto di lasciare chiaro l’ingresso e volendo dipingere il soggiorno, si  può anche pensare di differenziare la zona cottura per connotarla rispetto al resto della stanza. Lo smalto che è lavabile sostituisce perfettamente le piastrelle. Sulle pareti con le tende meglio puntare all’uniformità, quindi tutto chiaro. Ricordate: il colore cattura l’attenzione, quindi non va usato in punti dove potrebbero risaltare imprecisioni o difetti, come infissi magari non in perfetto stato. Per la cucina a vista, la soluzione con penisola è la preferita quando soggiorno e zona cottura condividono lo stesso ambiente. Non solo è un sistema efficace per dividere la stanza, ma offre sempre la sensazione di ampiezza e respiro. Se si scelgono sgabelli, da usare tutti i giorni per il bancone, è bene optare per un minimo di schienale che rende più confortevole l’appoggio. Per il salotto, il divano angolare con modulo a penisola basta da solo a definire la zona conversazione perché crea un angolo circoscritto.

** Progetto: arch. Donatella Ciriaco, labD.interior – labdinterior.wordpress.com 

2BN-prospmod2

 MONTAGGIO-COLORE3

1. La cucina componibile Seventy di Mondo Convenienza può avere ante lucide, con particolare effetto venato, oppure a vetro con telaio in alluminio; la composizione base misura L 255 x P 59 x H 219 cm; prezzo 1.450 euro. www.mondoconv.it 
2. Lo sgabello Leo di Eurosedia ha struttura in metallo cromato e sedile in polipropilene. Misura L 39 x P 39 x H 74-89 cm. Prezzo 142 euro. www.eurosedia.it
3. A penisola, il divano componibile Soft di Bontempi ha struttura in massello e multistrato, con imbottitura in poliuretano espanso e rivestimento sfoderabile. Misura L 305 x P 100-180 x H 75 cm. Prezzo 3.478 euro. www.bontempi.it

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!