I colori giusti per gli ambienti ibridi della casa

Il mix funzionale delle case di oggi richiede palette cromatiche ad hoc.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 10/07/2020 Aggiornato il 10/07/2020
palette colori di Boero

Lo studio delle nuove palette colori più adatte alle pareti della casa trova in questo periodo una ulteriore spinta alla ricerca per via della presenza di ambienti domestici sempre più ibridi. Il mix funzionale “home&work” ha infatti raggiunto livelli forse mai prima d’ora sperimentati, se non nei grandi centri urbani. E che necessita di conseguenza un ripensamento globale dello spazio, anche dal punto di vista cromatico.

Le nuove palette colori devono tenere conto delle abitudini rinnovate, adattando sensazioni e percezioni a destinazioni d’uso diverse durante lo scorrere delle ore del giorno: un soggiorno che si trasforma in studio, una camera da letto che si apre al lavoro, una cucina che a intermittenza diventa una classe di scuola a distanza. E dato che il colore ha da sempre un impatto emotivo oltre che visivo, la sua corretta calibrazione, anche dal punto di vista della percentuale di saturazione, è molto importante.

Dove la dimensione domestica si fonde con quella pubblico-lavorativa – quante volte si sceglie ormai la parete “migliore” come sfondo alle tele-conferenze o alla didattica a distanza… – lo scenario cromatico si stempera sulle necessità, optando per accostamenti anche inusuali o apparentemente impossibili. Esemplare il caso dell’abbinamento tra rosa e azzurro, che se ben dosati possono infondere tranquillità e nel contempo spinta alla condivisione e al dialogo.

Perfetti i colori della terra e della natura, che non passano mai “di moda”, ma nelle nuove palette colori preferiti in tinte poco comuni: il rosa appunto, il giallo acceso, il verde bosco, l’azzurro carta da zucchero, il grigio scuro, il tortora tendente al rosa. Cromie che richiamano i paesaggi aperti, per trasferire un’idea di comfort e di benessere, punteggiati però di dettagli decisi declinati nei colori dei fiori che apportano ritmo e dinamismo all’insieme. In un gioco di accostamenti che danno profondità alle superfici e aprono lo spazio al cambiamento e alla condivisione.

Gallery ambienti dipinti con colori della palette Boero

  • Boero, specialista del colore, ha progettato una nuova palette di tinte per gli spazi sempre più ibridi della casa. Per la zona giorno perfetto il colore tortora, in una variante molto chiara ma calda e dall’effetto avvolgente, accostato ad un grigio scuro quasi acromatico. Un abbinamento che può creare degli interessanti sfondi cromatici capaci di far risaltare l’architettura. Piccoli dettagli in giallo acceso riscaldano l’insieme, punteggiandolo con tocchi di ulteriore luminosità. Questa palette è studiata per gli ambienti della casa dedicati sia alla convivialità sia al lavoro e allo studio, poiché infonde sicurezza e rilassatezza pur stimolando alla dinamicità del pensiero. www.boero.it
  • Il verde nelle sue tante sfumature in questo ambiente è stato scelto per richiamare l’idea della natura e della primordialità. In versione tenue eleva la percezione di benessere in un ambiente, mentre nei toni più intensi può dare carattere e conferire maggiore profondità a una superficie. Mixati tra loro, come in questa camera da letto, i verdi sono adatti agli spazi del riposo e del relax. Se poi si aggiungono dettagli rosa e beige, l’insieme si scalda e diventa ancor più rilassante, contraddistinto da un ritmo cromatico deciso ma bilanciato.
  • Il verde evoca paesaggi naturali e rilassanti. Nei toni più delicati è ideale per le situazioni ibride della zona giorno, in cui convivialità, studio o lavoro si mescolano durante le diverse ore della giornata. Un colore perfetto per dare luminosità e vigore alle superfici anche degli angoli dedicati alla lettura o al relax, oltre che alle postazioni homeworking o alle camere da letto.
  • Nella cucina i toni del rosa (a parete) e dell’azzurro (qui nel servizio), apparentemente distanti tra loro, riescono a esaltare i punti di forza dello spazio, dosati nella giusta misura. Il rosa pesca è così abbinato al carta da zucchero dei dettagli, ancor più equilibrati da un grigio chiaro caldo. Una sinergia cromatica perfetta anche per le zone da pranzo e gli spazi in cui si ricevono ospiti o clienti, data la sua spinta al confronto e al dialogo.
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3.67 / 5, basato su 3 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!