Mostra Objets trouvés. Archivi per un grande magazzino - Parma

Il percorso della mostra si snoda tra fotografia, grafica, architettura, design e moda e si svolge all'interno della Chiesa e della Sala delle Colonne dell'Abbazia di Valserena, a pochi chilometri dal centro di Parma, nell'ambito di "Fotografia Europea 2017" in programma a Reggio Emilia dal 5 maggio al 9 luglio. Il "grande magazzino" citato nel titolo si riferisce in particolare a "la Rinascente" nella sua duplice dimensione di grande oggetto urbano e di labirinto di merci e desideri, ed è stato assunto dallo CSAC (Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell'Università di Parma), che ospita la mostra nella sua sede dell'Abbazia cistercense di Valserena, come un campo di indagine calzante per rappresentare un archivio di immagini e progetti del '900 come l'Archivio-Museo CSAC. La fotografia è analizzata e restituita come una delle tante componenti della ricostruzione della memoria, così come i bozzetti, i cataloghi di moda, le pubblicità, i disegni esecutivi, il packaging, i prodotti finali: sono tutti "objets trouvés" che ricompongono innumerevoli storie. Il progetto d'architettura è raccontato attraverso due casi dagli archivi CSAC: l’edificio "la Rinascente" a Milano di Ferdinando Reggiori e il progetto non realizzato di Ignazio Gardella per "la Rinascente" di Roma a Piazza Colonna. Sono esposte le campagne fotografiche che hanno documentato la costruzione della nuova sede de "la Rinascente" progettata da Franco Albini in piazza Fiume a Roma (1959/1962) e gli allestimenti di vetrine del grande magazzino romano che scandiscono le stagioni della moda e della vita della famiglia italiana dal 1955 al 1957.

Dal 7 maggio 2017 al 30 ottobre 2017
Parma (PR)
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Abbazia di Valserena, strada Viazza di Paradigna 1
Telefono: 0521/607791; Sito: www.csacparma.it
Orari di apertura: 10-15; sabato e domenica 10-20. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.