Mosche: come non farle entrare in casa?

Un evento-formazione. tenutosi a Milano e organizzato da Puliti & Felici. è stato dedicato alla mosca, insetto fastidioso che può essere tenuto alla larga dalle nostre case con semplici accorgimenti.

L’estate è il periodo dell’anno in cui è più attivo uno degli insetti più comuni e infestanti che affligge le abitazioni, ossia la mosca. Animale a sangue freddo attirato da sostanze zuccherine e dal giallo, due elementi da usare per costruire le esche, la mosca è stata la protagonista di un evento di formazione, organizzato da Puliti & Felici e promosso da Federchimica – Assocasa, presso il Centro Ippico Lombardo di Milano.

La piccola mosca domestica che si vede girare in tondo vicino a lampadari e disegnare traiettorie sul soffitto è la cosiddetta Fannia canicularis, mentre la Plennia rudis è la mosca della mansarda, un insetto infestante domestico, leggermente più grande e scuro delle comuni mosche domestiche  che entrano in autunno nelle abitazioni in gran numero soprattutto nelle parti più alte delle abitazioni, i sottotetti.

Tante le curiosità svelate all’evento formazione e tutte improntate alla prevenzione. La prima misura da mettere in atto in tutti gli ambienti per prevenire la comparsa delle mosche è ovviamente la pulizia e aerazione degli ambienti che rallentano la fermentazione degli alimenti, il corretto smaltimento dei rifiuti, e infine l’installazione di zanzariere o esche che aiutano a monitorare l’infestazione.

Un buon alleato che aiuta a tenere le mosche lontane in casa è il condizionatore: le mosche infatti sono animali a sangue freddo e non amano le temperature basse. D’estate sono molto vispe, mentre quando le temperature si abbassano i riflessi sono meno attivi. Anche la zanzariera è un ottimo strumento di difesa.

Buone abitudini per prevenire la presenza della mosca in casa è spegnere le luci nelle stanze visto che è attratta dalla luce e scappa al buio.

Anche la chimica viene in aiuto con prodotti che nel corso degli anni si sono sempre più evoluti e sono sempre più sicuri, autorizzati dal Ministero della Salute, e che permettono di colpire la mosca nei suoi diversi stadi di crescita, come i classici spray e gli elettroemanatori, ideali per le abitazioni, che rilasciano automaticamente il prodotto. Vanno usati però solo se ce n’è davvero bisogno e soprattutto è importante aerare la stanza prima di soggiornarvi, come recitano sempre le istruzioni per l’uso. Il consiglio è chiudere la stanza, spruzzare per 3 o 4 secondi il prodotto, uscire e poi successivamente aerare. I prodotti per la casa sono efficaci anche in giardino, anche se cambia ovviamente lo scenario.

Buona regola, sempre leggere le etichette riportate sui prodotti e aerare gli ambienti dopo l’utilizzo.

Una passeggiata didattica alla scoperta della mosca nel verde del Centro Ippico Lombardo, di via Fetonte 21 a Milano, è stata organizzata da Puliti & felici. La struttura, che ospita oltre un centinaio di cavalli, è stata la cornice ideale per parlare di uno fra gli insetti più comuni e infestanti, che affligge non solo le abitazioni e i luoghi pubblici, ma in misura maggiore allevamenti di bestiame e maneggi.

Una passeggiata didattica alla scoperta della mosca nel verde del Centro Ippico Lombardo, di via Fetonte 21 a Milano, è stata organizzata da Puliti & felici. La struttura, che ospita oltre un centinaio di cavalli, è stata la cornice ideale per parlare di uno fra gli insetti più comuni e infestanti, che affligge non solo le abitazioni e i luoghi pubblici, ma in misura maggiore allevamenti di bestiame e maneggi.