Legno, pietra e resina nello chalet contemporaneo

Mix di tradizione alpina e design per la ristrutturazione completa di uno chalet contemporaneo, un grande appartamento su due livelli, con ridistribuzione di tutti gli spazi.

Uno chalet contemporaneo, affacciato su Cortina d’Ampezzo, si sviluppa su due livelli – 100 mq per piano, per un totale di 200 mq. Completamente rivisitato per essere trasformato in una residenza fascinosa e funzionale, rilegge la tradizione locale dell’artigianato ligneo attraverso l’uso di un linguaggio progettuale moderno e l’accostamento di materiali contemporanei. Il rifacimento della distribuzione spaziale, attraverso la completa demolizione delle partizioni murarie preesistenti, e degli impianti tecnici (incluso l’isolamento dell’involucro edilizio per un maggiore comfort abitativo) ha portato alla definizione di due zone ben distinte, collegate da una scala realizzata su misura: al primo piano la zona giorno e la camera matrimoniale con cabina armadio e bagno; al piano inferiore le stanze per gli ospiti, con bagno privato, una stanza di servizio, la lavanderia.

Trait d’union dell’insieme, in questo chalet contemporaneo, è il legno di larice antico, declinato nella boiserie che ritma le superfici oltre che nella pavimentazione e nel soffitto, a cui i progettisti hanno accostato di volta in volta la pietra e la resina, oltre alla pelle di tappeti e imbottiti realizzati su misura. Aggiungendo qua e là pezzi d’antiquariato o di artigianato esotico per dare un sapore più vissuto e originale. La luce naturale che entra dalle grandi vetrate dalla vista mozzafiato e l’illuminazione artificiale, ottenuta con faretti esclusivamente a led incassati, concorrono a sottolineare in ogni diverso momento della giornata il fascino di questa dimora curata in ogni più piccolo dettaglio.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

pianta primo piano

pianta piano terrafoto1_casa fraboni_soggiorno

  • La boiserie di larice ritma il grande soggiorno al primo piano, dominato dalla accogliente presenza degli imbottiti con rivestimento di candida pelle. Al caminetto monoblocco è abbinato superiormente uno schermo piatto, in un voluto dialogo tra calore della tradizione e minimalismo della tecnologia, mentre i tappeti di pelle e due bauli vintage firmati, usati come originali piani d’appoggio, danno un tocco anni Settanta. ▪ Divani Baxter ▪ Bauli vintage Louis Vuitton

zona pranzo

  • Nella zona pranzo, fluidamente collegata al soggiorno, è protagonista un grande tavolo realizzato ad hoc con piano di legno massello antico (recuperato dalla pavimentazione di un fienile) sostenuto da due lastre di cristallo, che lo fanno apparentemente fluttuare nell’aria. Una soluzione estetica che ben si accompagna alle sedute di policarbonato trasparente. ▪ Sedie Victoria Ghost di Kartell

 

soggiorno

  • Le pareti del soggiorno rivestite in legno diventano una boiserie modulata a seconda delle esigenze funzionali, trasformandosi di volta in volta in libreria, volume tecnico per la tecnologia, o vani di servizio (ad esempio porta-legna). Oggetti e arredi di antiquariato, a volte provenienti da paesi lontani, portano tocchi originalmente esotici e privati.

 

soggiorno

  • Le grandi vetrate concorrono alla scenografia dell’insieme, con l’affaccio panoramico su Cortina e le montagne circostanti. La boiserie a parete comprende riquadrature di valore espressivo, come quello su cui spicca un grande palco di cervo, che riporta subito al carattere alpino del luogo.

cucina

  • Legno di larice anche per la cucina, costruita su misura con accostamenti assolutamente contemporanei: il piano di lavoro e l’alzata sono rivestiti di resina, che riprende le tinte della pietra, mentre gli elettrodomestici e la cappa hanno una finitura di acciaio che ne sottolinea l’aspetto high-tech.

bagno

  • Mix di tradizione e di modernità anche per il bagno del piano principale, che al legno di larice antico della boiserie vede accostata la resina in tinta pietra per il rivestimento dei piani d’appoggio e il vano doccia. La cornice intagliata dello specchio e l’originale lavabo, ottenuto lavorando un blocco intero di pietra proveniente dall’Indonesia, aggiungono carattere all’ambiente, personalizzandolo e denotandolo in modo deciso.

bagno

 

  • La doccia in muratura è interamente rivestita con la resina utilizzata in altri ambienti della casa.

scala

  • La scala di collegamento fra i piani dell’appartamento è stata disegnata e prodotta su misura sfruttando tavole di legno dal forte spessore in parte ancorate alla parete senza alcun altro sostegno, al fine di darle un aspetto aereo e leggero. Faretti a led incassati nel legno dei gradini e dei pianerottoli funzionano ottimamente sia da segnapasso sia da illuminazione d’ambiente per tutto il vano scala. Uno specchio posizionato sul fondo dona profondità e nel contempo crea un gioco di sdoppiamento e di riflesso luminoso.

bagno ospiti

  • Il contrasto tra calore del legno di larice e pulizia formale degli altri materiali contraddistingue anche il bagno degli ospiti al piano terra, in cui nuovamente il lavabo è ricavato dalla lavorazione di un blocco di pietra indonesiana. L’illuminazione è risolta come nel resto della casa con apparecchi incassati a led, scelta che predilige la qualità architettonica della luce eliminando l’invasività delle lampade.

camera

  • La boiserie di larice decora anche la camera padronale, affacciata sul territorio ampezzano, fungendo da inquadramento funzionale della testata del letto: nelle fasce laterali della ampia nicchia infatti si nascondono gli apparecchi per l’illuminazione – sia ambientale sia puntuale di lettura notturna – e due piccoli incavi, perfetti per essere usati come comodini o piccoli scrigni privati di oggetti del cuore.

bagno padronale bagno padronale

  • Il bagno della camera matrimoniale, con un altro lavandino ricavato da un blocco lapideo proveniente dall’Indonesia, si distingue per numerosi dettagli di legno di larice antico: oltre alla pavimentazione e al soffitto infatti questa essenza è stata usata per parti del rivestimento (come quello che inquadra la vasca da bagno in nicchia, sovrastato da un grande specchio a parete, che amplia le dimensioni e aumenta la luminosità del locale) e per mensole e cassetti sottopiano.      

Progetto: OutlineStudio74 – www.outlinestudio74.it
Fotografie: Nicola Bombassei