La sedia Lilia di Riflessi vince il Good Design Award 2016

Disegnata per Riflessi da Stefano Sandonà e Sabrina Betti, la sedia Lilia si è aggiudicata il Good Design Award 2016, prestigioso riconoscimento a livello internazionale.

Leggera, ergonomica, versatile, la sedia Lilia disegnata per Riflessi da Stefano Sandonà e Sabrina Bettini è stata premiata con il Good Design Award 2016, un prestigioso riconoscimento decretato da una giuria internazionale di architetti, designer, direttori creativi.

Presentata durante la Milano Design Week 2016, la sedia Lilia ha una forma accogliente e uno stile disinvolto, ispirato alle forme della natura con geometria avvolgente, composta da una pratica apertura dello schienale, elemento distintivo che le conferisce trasparenza e leggerezza.

Proprio la leggerezza e  il comfort sono le sue qualità fondamentali, insieme alla versatilità e alla disinvoltura che caratterizzano l’anima profonda della sedia disegnata per Riflessi che, rientrata a buon titolo nella categoria di miglior design per le persone, ha vinto uno dei più prestigiosi e riconosciuti premi di design a livello internazionale, il Good Design Award, organizzato annualmente dal Chicago Athenaeum Museum of Architecture and Design, istituito nel 1950 a Chicago da designer e architetti di fama mondiale come Eero Saarinen, Charles e Ray Eames ed Edgar Kaufmann Jr, con l’obiettivo di riconoscere e dare valore al lavoro di designer e aziende a livello mondiale che creano prodotti all’avanguardia e a misura delle esigenze delle persone.

La sedia Lilia disegnata per Riflessi da Stefano Sandonà e Sabrina Bettini ha vinto il Good Design Award 2016

La sedia Lilia disegnata per Riflessi da Stefano Sandonà e Sabrina Bettini ha vinto il Good Design Award 2016

Clicca sulle immagini per vederle full screen